Wwf, il «Sistema Terra» è anche un sistema di valori

Fondato in Svizzera nel 1961, il Wwf è la più grande organizzazione mondiale per la conservazione della natura: 5 milioni di sostenitori, presente in cento Paesi. Oltre 380 milioni di dollari vengono investiti ogni anno per conservare i sistemi naturali, presidiare e tutelare il territorio a livello locale e globale, ottenere una legislazione efficace a tutela dell'ambiente, sensibilizzare e attivare ampie fasce di popolazione. Il Wwf realizza nel mondo circa 1.300 progetti di tutela della biodiversità e opera concretamente per attivare modelli efficaci di sostenibilità dello sviluppo umano. Un programma per aggregare intorno agli obiettivi di conservazione e di gestione sostenibile delle risorse naturali tutti gli attori e portatori di interesse in grado di dare un valido contributo al benessere dell'umanità e alla tutela degli equilibri naturali. Il Wwf Italia partecipa e completa le azioni di conservazione a livello internazionale e mantiene la sua capacità di far fronte alle urgenze del contesto italiano, attraverso attività progettuali coordinate e realizzate anche in sede locale e regionale. Oggi il Wwf vuole essere sempre più portatore di un sistema di valori che trova il suo fondamento in una concezione avanzata della tutela e della gestione del complesso «Sistema Terra».Al rigore scientifico si affianca l'interlocuzione con il mondo dell'impresa e dell'economia e con le realtà istituzionali e politiche, verso le quali il Wwf promuove il dialogo conservando la sua indipendenza e trasversalità. Il lavoro si è evoluto in tutti questi anni: dall'iniziale contributo per la conservazione delle specie a un approccio integrato a livello globale per la protezione di specie, habitat e popoli.L'anno prossimo il Wwf festeggia 50 anni di impegno in Italia: sarà un'occasione anche per nuove sfide. I lasciti rappresentano una fondamentale risorsa, perché consentono di finanziare attività complesse e di lungo termine, che necessitano di un costante e duraturo impegno sul campo.Nel corso della sua storia, grazie ai numerosi lasciti ricevuti, Wwf Italia ha potuto mettere sotto tutela dei tasselli di natura che altrimenti sarebbero andati perduti. Lasciti tutti fondamentali, indipendentemente dall'entità: sono diventati Oasi, centri di recupero per gli animali feriti, centri di educazione ambientale, Programmi educativi per bambini, campi antibracconaggio e sorveglianza delle coste. Sono stati preservati, infine, patrimoni di biodiversità che altrimenti sarebbero andati perduti come a Valpredina, Vanzago e la Laguna di Orbetello. Ricordare il Wwf nel testamento significa scegliere oggi di dare un futuro al pianeta e a chi lo abiterà dopo di noi.