La moglie chiede il divorzio e lui la ferisce con un coltello

È stata la sirena dell’ambulanza a far capire che nella piccola palazzina di via Piacenza 7, poco prima delle undici di ieri mattina, doveva essere successo qualcosa. La maggior parte dei residenti della piccola via senza uscita a Cologno Monzese però, pensava che l’arrivo del personale medico fosse legato al malore di qualcuno che a causa del caldo si era sentito poco bene. Invece nel piccolo appartamento all’ultimo piano dell’edificio dove abitano una mezza dozzina di famiglie – la maggior parte in ferie - si era appena consumata la tragedia. Due coniugi, 55 anni lui, 46 lei, erano sdraiati sul letto a parlare del loro futuro cercando di trovare una soluzione alla crisi che stava logorando il loro rapporto quando all’improvviso, l’uomo, un fattorino, ha estratto un coltello con una lama lunga una ventina di centimetri e ha colpito la moglie al petto mancando il cuore di pochi centimetri.
Erano da poco passate le 10.45 quando il fattorino, visibilmente agitato, ha chiamato i soccorsi. Sul posto sono immediatamente arrivati i mezzi di soccorso e i carabinieri. Quando sono entrati nell’appartamento i militari si sono trovati di fronte la quarantaseienne, distesa sul letto, in una pozza di sangue. La casalinga è stata portata al pronto soccorso dell’ospedale Niguarda in codice giallo. Non dovrebbe essere in pericolo di vita. Da una prima ricostruzione dei militari l’uomo, dopo aver accoltellato la moglie avrebbe avuto intenzione di togliersi la vita. Agli uomini dell’Arma il fattorino, sotto choc, ha infatti, mostrato un foglietto scritto qualche giorno prima in cui spiegava il suo gesto alla famiglia. Sembra che, stanca della situazione coniugale, la casalinga quarantaseienne avesse manifestato l’intenzione di avviare le pratiche per la separazione e che lui non volesse perderla e rimanere solo. Il cinquantacinquenne dovrà ora rispondere di tentato omicidio.
Per la famiglia che abita nell’appartamento sottostante, quella coppia, che ha una figlia, è sempre stata molto educata e niente faceva presagire che tra loro ci fossero seri problemi. Nessuno poteva immaginare che l’uomo potesse tentare di uccidere la moglie. Prima dell’arrivo dell’ambulanza neanche i dipendenti di un’impresa edile che sta costruendo una palazzina di fronte l’appartamento della coppia, hanno sentito delle urla provenire dall’abitazione. Stupore per il gesto dell’uomo anche nel bar all’angolo con viale Lombardia dove tutti descrivono il fattorino come una persona «molto tranquilla».