Altitudine, rotta, relitto: tutti i misteri dell'Airbus

L'aereo aveva quasi 25 anni e volava su una "rotta anomala". È precipitato in 8 minuti: non c'era brutto tempo e non è stato lanciato l'allarme

Un quarto di secolo. Anche se le cause del tragico incidente aereo sulle Alpi francesi devono essere chiarite, diverse ombre si addensano sulla Germanwings, compagnia low cost controllata dalla Lufthansa. L'Airbus A320 precipitato questa mattina era uno dei più vecchi velivoli della compagnia. Come riporta il sito Airlive.net, l'aereo era stato immatricolato nel 1990. Il primo volo risale, infatti, al 29 novembre dello stesso anno. "I computer di bordo erano stati sostituiti - assicura il portavoce di Germanwings, Thomas Winkelmann - sull’airbus c’era l’ultimissima versione".

L'Airbus A320 della Germanwings aveva quasi 25 anni di voli sulle spalle. Un curriculum che non è certo passato inosservato, tanto da scatenare già le primissime polemiche quando ancora non è chiaro cosa sia successo. Al momento, infatti, si sa soltanto che durante il volo Barcellona-Düsseldorf le condizioni meteorologiche zona erano accettabili. Sebbene fosse stata registrata qualche turbolenza sul Mediterraneo, sull'arco alpino la situazione era assolutamente sotto controllo. È stato quindi escluso che il disastro aereo vada imputato alle condizioni meteo avverse.

L’aereo 419525, che trasportava 144 passeggeri, due piloti e quattro membri dell’equipaggio, era decollato da Barcellona alle 9.55: avrebbe dovuto arrivare a Düsseldorf alle 11:49. Non ci è mai arrivato. Un minuto dopo aver raggiunto la quota a cui avrebbe dovuto volare, ha iniziato una lunga discesa, non concordata con le torri di controllo. È precipitato nel giro di otto minuti. Secondo il sito specializzato nel monitoraggio voli aerei Flightradar24, sin dall’inizio la rotta dell’Airbus A320 era "anomala" rispetto alla norma dei voli Barcellona-Düsseldorf. L’aereo sarebbe, infatti, salito a 38mila piedi prima di scendere inspiegabilmente. A 6.800 piedi il segnale è stato perso. Secondo Alive.net, però, un altro Airbus aveva seguito la stessa rotta proprio ieri. La stessa compagnia ha assicurato che l'aereo ha volato sulla rotta giusta.

Dall’aereo non è partito nessun segnale di allarme prima del disastro. La direzione generale dell’aviazione civile francese ha fatto saper che il segnale di distress (soccorso) è stato lanciato da un centro di controllo dopo che erano stati persi i contatti radio con il volo della Germanwings. Perché il pilota non ha provato a raggiungere uno degli aeroporti della zona? Qualcuno ha ipotizzato che stesse puntando sullo scalo di Grenoble, ma non ci sono prove che lo dimostrano. Il relitto è stato ritrovato "quasi intatto" sul massiccio dell'Estrop, in Alta Provenza non lontano da Prads-Haute-Bléone, tra Barcelonnette e Digne-les-Bains. Ora si trova a un'altitudine di 2mila metri. Nessuno dei passeggeri è sopravvissuto.

Commenti
Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Mar, 24/03/2015 - 18:34

Anziché dire (e scrivere) idiozie, aspettare l'esame del registratore dei parametri di volo (FDR) e dei commenti in cabina (CVR). Evitare di porre interrogativi senza senso, del tipo: "era fuori rotta" ?

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Mar, 24/03/2015 - 20:38

150 vite stroncate che hanno dovuto anche guardare in faccia la morte... E' una tragedia immane! Vorrei abbracciare tutti i loro cari e esprimere loro il mio più profondo cordoglio. Certo che, per quanto si è saputo fino a ora, è un incidente aereo ben strano. Anche non considerando il fatto che l'aereo fosse o meno su una "rotta anomala", quello che non riesco a capire è la mancanza di comunicazioni radio tra il velivolo e i controllori del traffico aereo pur in presenza di 9 minuti di costante perdita di quota. Anche considerando che l'inizio della discesa non sia avvenuto per un GRAVE malfunzionamento a motori/avionica/strutture (che i piloti avrebbero immediatamente comunicato), dal tracciato si vede che il velivolo non ha cambiato rotta durante la discesa e che è passato da una velocità di circa 480Nodi a 378. Penso si riferiscano alla "Ground Speed" (velocità rispetto al suolo rilevata dai sistemi di controllo del traffico aereo) o, al limite, alla "KIAS"... 1 SEGUE

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Mar, 24/03/2015 - 20:40

...(la velocità del velivolo rispetto all'aria come segnata dallo strumento di misura di bordo / knots indicated airspeed-velocità indicata dell'aria in nodi). L'AirbusA320 stalla (a seconda del carico e della posizione dei flap) da una velocità (KIAS) minima di 82Nodi a una massima di 179. Possibile che quando i piloti si sono resi conto che puntavano verso i fianchi di una montagna non abbiano tentato una minima cabrata (all'impatto erano ancora almeno 200 Nodi - 370kmh al di sopra della velocità di stallo) o un cambio di rotta? Un'altra cosa che mi fa pensare è che se si è manifestata qualsiasi tipo di avaria al momento in cui hanno iniziato la discesa (da 11582metri!), avrebbero potuto tentare di puntare su un qualsiasi punto dove tentare un atterraggio di emergenza nel raggio di almeno 90km (mantenendo lo stesso rateo di discesa che li ha portati da 38000 a 6800piedi/2000 metri) e entro quel raggio c'erano zone pianeggianti (anche il Lago di Sainte Croix)... 2 SEGUE

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Mar, 24/03/2015 - 20:41

...per il calcolo delle probabilità, sicuramente meno "mortali" dei costoni delle montagne. In poche ore anche a tutti noi sono stati mostrati tracciati radar, indicazioni su rotta-altitudine-velocità e presto trapeleranno notizie sulle comunicazioni radio e i risultati dell'analisi della scatole nere; quindi, presto, gli "addetti ai lavori" rilasceranno comunicati molto più precisi in merito alla dinamica di questa tragedia. A meno che non ci sia qualcosa che l'opinione pubblica non deve sapere... e allora passeranno mesi! Magari anche più degli 8 che sono passati nel silenzio totale per il volo MH17 la cui "analisi" è in mano agli olandesi ma dove Kiev ha diritto di veto al rilascio di qualsiasi informazione senza il suo benestare così come sancito dal contratto "segreto" (capitato in mano al giornalista sbagliato) che i nazisti di Poroshenko si sono affrettati a far firmare prima di permettere la rimozione delle vittime e del relitto dal luogo del disastro... 3 FINE

vince50

Mar, 24/03/2015 - 21:05

Troppe cose apparentemente strane,si potrebbe ipotizzare di tutto ma perfettamente senza alcun fondamento.8 minuti non sono pochi,possibile che nessuno abbia ricevuto comunicazioni dai parte dei piloti.

Ritratto di robergug

robergug

Mer, 25/03/2015 - 00:29

"quasi intatto!????? ...ma le avete viste le fotografie del luogo dell'incidente???? La bufala del "quasi intatto" l'hanno detta solo quegli idioti di Radio Europe 1, e voi non avreste nemmeno dovuto riprenderla. Ma chi l'ha mai visto un aereo che si schianta su di una montagna rocciosa, e rimane "quasi intatto"? Ma andate a casa, che è meglio...

Holmert

Mer, 25/03/2015 - 07:17

Certo mandare in giro per i cieli un aereo con 25 anni di volo ,è già una grave noncuranza della vita dei passeggeri. E' vero che con i voli lowcost si risparmia, ma a volte si corre il rischio di volare con delle carcasse. Questa volta anche i tedeschi hanno toppato, perdendo sicuramente la credibilità della loro proverbiale precisione. Quell'aereo doveva essere pensionato da un pezzo. Anche quelli addetti al rilascio del collaudo, dovrebbero farsi un esame di coscienza. PS. Complimenti al Saturato, per la sua competenza. E' mica un pilota?

onurb

Mer, 25/03/2015 - 09:33

E' strano che il controllo del traffico non si sia messo in allarme (ma forse lo ha fatto e non abbiamo informazioni a tal proposito) nel vedere la discesa dell'aereo non autorizzata: il transponder di bordo dà questa informazione ai controllori radar.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Mer, 25/03/2015 - 11:16

Holmert, lasci stare i 25 anni; ogni velivolo che venga operato all'interno delle stringenti regole riguardanti la manutenzione (di routine, ordinaria e straordinaria) è praticamente sempre ai massimi livelli di integrità-efficienza. Si, sono un pilota di minimo livello (monomotore a elica) e, oltre alle conoscenze del volo comunque richieste anche dal mio livello, sono sempre stato un appassionato di questo meraviglioso (e molto sicuro) settore. Proprio in questo momento, è stata data la notizia dai media di una possibile presenza "anomala" a bordo. Cosa voglia dire, spero, lo scopriremo presto... l'importante è tenere a mente le parole di Renzi-Mogherini-EU: che con l'ISIS bisogna trattare con la diplomazia e il democratico confronto...

ThePandoraDirective

Mer, 25/03/2015 - 22:23

Rame hai pubblicato l'articolo ieri alle 18:14, nel frattempo non hai letto i giornali o visto TG? ma ti pare che il relitto sia "quasi intatto"!!!! ma come si fa a scrivere castronerie simili!!!! come fa un aereo a schiantarsi su una montagna e rimanere "quasi intatto"!!! vai a raccogliere pomodori che è meglio