Amburgo, la campagna di un supermercato: scaffali vuoti contro il razzismo

Il supermercato Edeka di Amburgo ha tolto dai suoi scaffali tutti i prodotti stranieri per protestare contro il razzismo e in favore della diversità

I clienti che sono entrati per fare la spesa in un supermercato della catena Edeka ad Amburgo, in Germania, lo scorso 19 agosto, hanno trovato gli scaffali quasi completamente vuoti.

Pochissimi prodotti e file di corsie deserte. Al posto dei prodotti, sugli scaffali vuoti, c'erano dei cartelli con scritte come "Uno scaffale senza stranieri è così vuoto", "Questo scaffale senza varietà è piuttosto noioso", "Oggi in offerta: molto meno varietà" e "I nostri scaffali ora conoscono le frontiere".

Si tratta di una protesta messa in piedi dalla catena tedesca di supermarket contro il razzismo e in favore della diversità. A mancare sugli scaffali, infatti, sono tutti i prodotti di origine straniera. E, come hanno appurato i clienti con i loro occhi, un supermercato con solo prodotti tedeschi è piuttosto desolante e offre pochissima scelta. Una metafora usata da Edeka per prendere pubblicamente posizione nel dibattito sull'immigrazione che sta infiammando la Germania da parecchi mesi.

Il messaggio lanciato è arrivato forte e chiaro a tutti i clienti che sono entrati nel supermercato. L'effetto piuttosto drammatico provocato dagli scaffali vuoti ha colpito diverse persone che hanno fotografo e filmato le desolanti corsie vuote per poi pubblicare le immagini sui social network. Le foto sono diventate virali e l'iniziativa è stata molto discussa nel Paese. Qualcuno ha addirittura paragonato la scena alle crisi alimentari nella Cuba comunista.

"Edeka sostiene la varietà e la diversità. Nei nostri supermercati vendiamo parecchi alimenti che sono prodotti in varie regioni della Germania - ha spiegato una portavoce della catena di supermarket - Ma solo assieme ai prodotti di altri Paesi è possibile creare la grande varietà che i nostri clienti apprezzano. Siamo contenti che la nostra campagna abbia suscitato così tante reazioni positive".

Edeka ha fatto sapere di aver intenzione di replicare l'iniziativa in altri supermercati nel Paese. La campagna, che arriva proprio nel momento in cui il dibattito sull'immigrazione si è fatto centrale in vista delle elezioni federali che si terranno il mese prossimo, ha diviso sia l'opinione pubblica che la politica. Alcuni hanno applaudito la presa di posizione, ma non sono mancate anche le critiche.

Nell'ultimo periodo, l'aumentare di crimini commessi dai migranti ha fatto crescere anche i sentimenti anti-immigrati nella popolazione tanto che la stessa Cancelliera Angela Merkel, che nel 2015 aveva promesso di accogliere in Germania un milione di profughi, ha preso le distanze dalla politica delle "porte aperte" prima sostenuta e si è schierata in favore di leggi più severe sulla deportazione degli immigrati che commettono crimini.

Commenti
Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Gio, 24/08/2017 - 22:30

basta con queste stupidaggini, non se ne può più!

Divoll

Gio, 24/08/2017 - 22:45

Non ho capito, in Germania la maggioranza dei prodotti nei supermercati viene dall'Africa e dal Medioriente??

Divoll

Gio, 24/08/2017 - 22:49

In risposta, i tedeschi dovrebbero disertarlo totalmente ed esporre un cartello: "Ecco com'e' vuoto un supermercato senza clienti".

venco

Gio, 24/08/2017 - 23:20

Chissa cosa centrano i prodotti alimentari con gli immigrati clandestini

Tergestinus.

Gio, 24/08/2017 - 23:22

Baggianate. Quando in Germania comandava l'uomo con i baffetti e la frangia obliqua i prodotti erano tutti tedeschi e la Germania aveva un benessere non secondo a quello di Francia e Inghilterra. Dovremmo dunque dedurre che negli ultimi 70 anni la Germania è stata governata da degli incapaci?

Ritratto di Generazionemill€

Generazionemill€

Ven, 25/08/2017 - 00:13

e ci risparmio alla grande ;-D

manfredog

Ven, 25/08/2017 - 00:55

..in Italia invece, tra qualche anno, se toglieremo dagli 'scaffali' tutti gli italiani, rimarranno tantissimi..stranieri..!! mg.

Ritratto di VenderoCaraLaPelle

VenderoCaraLaPelle

Ven, 25/08/2017 - 08:13

Cosa c'entra il commercio con l'invasione di parassiti, stupratori e terroristi?

Ritratto di MisterDD

MisterDD

Ven, 25/08/2017 - 08:26

Patetici. Intanto in germania i loro bambini di 40 accolti che scappano da guerre inesistenti violentano donne tedesche tutti i giorni.

Trinky

Ven, 25/08/2017 - 08:56

Quando si vengono a prendere tutti i clandestini? Come mai ce li dobbiamo tenere noi? Altro che supermercati.......ma la culona è cessa, mica scema!

Emanmanf

Ven, 25/08/2017 - 08:57

Utili idioti ! Se avessero tolto solo i prodotti provenienti dai paesi islamici e africani non avrebbero avuto gli scaffali vuoti e l'effetto propaganda andava a farsi benedire ! Fossi un tedesco boicotterei questa catena di supermercati !!

al43

Ven, 25/08/2017 - 09:02

Le solite sparate ad effetto. Basta togliere dagli scaffali la pasta. l'olio e la frutta italiane, i formaggi francesi. gli ananas del Costarica ed il cioccolato svizzero ed il gioco è fatto. Quanti prodotti del Mali o provenienti dalla Nigeria avevano sugli scaffali questi signori? Propaganda delle più trite. A meno che tutto il resto del mondo sia inviso ai tedeschi..compresi noi. E qualche dubbio ce l'ho.

maricap

Ven, 25/08/2017 - 09:16

Ben vengano i prodotti stranieri sugli scaffali (Per curiosità ho acquistato dei prodotti Turco/Ucraini, che dopo l'assaggio, sono finiti in pattumiera) Quindi rispedire tutti gli immigrati, nei loro paesi di origine, per produrre tali beni . Poi boicottare i supermercati della catena Edeka, che ha voluto mischiare il sacro (Alimenti) con il profano ( Invasori)credendo di farsi pubblicità a buon mercato.

vigpi

Ven, 25/08/2017 - 09:16

Ma questi scemi vogliono vendere prodotti fatti dai nigeriani in Nigeria o proprio i nigeriani?

Blueray

Ven, 25/08/2017 - 09:27

Falsi, ipocriti e farisei, nell'Italia dell'autarchia si mangiava il made in Italy, non venissero a dirci che nella Germania di oggi, se volessero, non potrebbero fare altrettanto. La verità è che si cerca di più la varietà e una gamma di costi differenziata e quindi si introducono prodotti stranieri, ma non per reale necessità

routier

Ven, 25/08/2017 - 09:41

Il "politicamente corretto" continua a mietere vittime. Peccato che qualcuno lo abbia definito: IL CATECHISMO DELL'IMBECILLITA' DI MASSA

dagoleo

Ven, 25/08/2017 - 10:18

Buon motivo per non andare più a fare acquisti in questa catena. Tutte balle prezzolate per far passare messaggi falsi e menzogneri. Propongo una cosa al titolare di questa catena, andate a vendere la vostra roba in Turchia, vederete come starete bene in quel paese liberale e democratico. Un vero paradiso.

PatrickC

Ven, 25/08/2017 - 10:48

Quindi gli immigrati sono prodotti da scaffale. Piuttosto si nota quanti prodotti non tedeschi vengano venduti nel negozio. Se poi pensiamo che forse quello scaffale sia dedicato ai prodotti internazionali allora ci sarebbe da ridere...e parecchio. Comunque esempio stupido e fuoriluogo

emigratoinfelix

Ven, 25/08/2017 - 10:51

il propietario occulto di questa catena di supermercati sara' probabilmente Soros...in ogni caso l'iniziativa a me sembra stucchevole,capziosa e altamente demagogica.Certo a loro fa comodo avere masse di immigrati da sfruttare a 400 euro al mese con i cosiddetti minijobs.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 25/08/2017 - 11:06

pensate se questo succedesse in Italia, non venissero i tedeschi, andreste a raccattare le cicche per la strada..MisterDD chi violenta? Vai meno al cinematografo e guarda in Italia la realtà del PD, per me questi sono i veri violentatori togliendo i diritti ai cittadini mia idea personale la vostra dai vostri commenti la conosco già cari compagni comunisti italiani votanti del PD.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 25/08/2017 - 11:07

MisterDD, si nota che non sei mai stato in Germania e che sei un grande ...lettore..

onurb

Ven, 25/08/2017 - 11:08

Si potrebbe fare anche una seconda pubblicità: far vedere come sarebbero le carceri senza la presenza degli stranieri.

Ritratto di giangol

giangol

Ven, 25/08/2017 - 11:20

protesta ridicola orchestrata dalle zecche rosse europee. ma in germania di attentati vari non gli sono bastati??

ginko_g

Ven, 25/08/2017 - 11:25

Sai che paura..... Forse li Germania di locale hanno solo le patate.... Ecco uno spunto che suggerisce di consumare prodotti italiani... grazie Amburgo, ma dei prodotti stranieri proprio l'Italia non sa che farsene. Qui da noi si mangia ancora bene e se si cominciasse a boicottare cibi stranieri sarebbe meglio. Ricordo che nel Medioevo quando da Noi c'erano i monasteri con i frati che studiavano minuziosamente le materie prime che la terra forniva, inventando nuove ricette per cucinarle, nel resto dell'Europa divoravano la carne a morsi nei boschi....!!!!!