Bando migranti, big del web sfidano Trump in tribunale

Più di 90 imprese statunitensi hanno depositato in tribunale un ricorso contro il "Muslim ban" varato dall'amministrazione Trump

Ancora alta tensione negli Stati Uniti per il "Muslim ban" di Trump. Questa volta, dopo lo stop da parte di alcuni giudici che hanno bloccato il prvvedimento varato dalla Casa Bianca, a levare gli scudi sono 97 compagnie di primo piano che operano nel settore dell'hi-tech. Alcune imprese infatti hanno presentato una memoria congiunta per denunciare l’illegittimità del provvedimento. Tra i firmatari Apple, Microsoft, Google, Netflix, Snap!, Spotify, Uber, Airbnb e addirittura Twitter, il social network prediletto dal neo-presidente Usa. Non mancano peraltro grandi aziende attive in altri settori, come per esempio Levi Strauss, produttrice tra l’altro dei celebri blue-jeans omonimi.

Il documento è stato poi depositato presso la Corte d’Appello federale per il IX Circuito, competente per territorio in secondo grado rispetto alle decisioni della Corte per il Distretto Occidentale dello Stato di Washington: proprio la stessa cui appartiene James Robart, il giudice che venerdì scorso ha accolto un ricorso per incostituzionalità del bando presidenziale presentato da due ministri locali della Giustizia, quello del medesimo Stato di Washington e quello del Minnesota, bloccandone temporaneamente la validità sull’intero territorio nazionale.

Nella memoria si afferma che l’ordine atwittnti-islamico "viola le leggi sull’immigrazione e la Costituzione, e infligge danni significativi all’economia, all’innovazione e, come conseguenza, alla crescita americane". I firmatari sottolineano poi come "gli immigrati siano autori di molte tra le più importanti scoperte della Nazione, e creino alcune tra le società maggiormente innovative ed emblematiche del Paese". Gli Stati Uniti, proseguono, "hanno da tempo riconosciuto l’importanza di proteggere se stessi da coloro che vogliono nuocerci, ma lo hanno fatto mantenendo fermo il nostro fondamentale impegno a dare il benvenuto agli immigrati". Si avverte infine che il bando di Trump "renderà più difficile il reperimento di validi dipendenti nel resto del mondo, provocherà un aumento dei costi, e quindi ostacolerà la capacità di »competere sui mercati internazionali". Insomma per il presidente si apre un nuovo fronte tutto interno agli Stati Uniti.

Commenti

Edmond Dantes

Lun, 06/02/2017 - 13:56

Tutti quelli interessati al rincoglionimento totale dell'umanità in nome dell'ideologia mondialista e soprattutto dei profitti loro. Tutti compagni di merende della triade Hillary-Obama-Soros (la iena della finanza planetaria).

Libero 38

Lun, 06/02/2017 - 13:58

Che Trump fosse una brutta gatta da pelare anche per le grande corporazioni americane non si scopre oggi.La cricca filosinistroide cercheranno di mettergli il bastone tra le ruote ogni qualvolta cerchera'' di mantenere le promesse fatte in campagna elettorale.Prima o poi in america ci sara' un attacco terroristico e Trump si riprendera' la rivincita accusando chi ha riaperto l'emigrazione.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Lun, 06/02/2017 - 14:02

Auguri "Donald Duck"!!!!

i-taglianibravagente

Lun, 06/02/2017 - 14:05

Uno dei grandi meriti di Trump sta nell'avere indotto tutta "l'immondizia" a raccogliersi tutta insieme dalla stessa parte.

Lucaferro

Lun, 06/02/2017 - 14:07

Certamente Trump, che non è uno sprovveduto, avrà ben calcolato le reazioni contrarie ed assumerà, a tempo e luogo, le opportune iniziative tese a ripristinare l'ordine e l'autorità presidenziale. Ne vedremo delle belle: anche in questa Europa di bicocchi merkeliani. Go Donald, go!

cgf

Lun, 06/02/2017 - 14:35

nel 2011 quando il bando lo fece Obama non violava un bel niente...

Ritratto di cape code

cape code

Lun, 06/02/2017 - 14:35

"I firmatari sottolineano poi come "gli immigrati siano autori di molte tra le più importanti scoperte della Nazione, e creino alcune tra le società maggiormente innovative ed emblematiche del Paese". ahahahahahahahahaha Si come no, tutte le scoperte le fanno i burundi africani e gli arabi...ahahahah ma fateci il piacere!!

giosafat

Lun, 06/02/2017 - 14:40

Beh, se non altro serve a mostrare agli americani chi sono, cosa pensano e come agiscono i loro veri nemici. Ora si può ritirare il 'ban'...e aumentare le tasse per le imprese che hanno protestato.

agosvac

Lun, 06/02/2017 - 15:09

Incredibile!!! In tutta Europa i cittadini sono contro i Governi perché non vogliono l'immigrazione che li farebbero impoverire più di quanto lo siano già. Negli Usa , invece , molte aziende vogliono gli immigrati perché pensano siano una risorsa essenziale per le loro aziende cosa deprecabile perché significherebbe automaticamente che i cittadini Usa non sono in grado di fare innovazione, ovvero sono del tutto deficienti!!! In parole povere Trump crede nel popolo americano, mentre gli industriali americani non ci credono ed hanno bisogno degli immigrati stranieri!!! Roba da veri folli!!!!!! E questi cretinoidi vorrebbero guidare il mondo, magari con l'aiuto della Clinton altra che neanche sa cosa significhi la parola intelligenza?????

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 06/02/2017 - 15:19

Pagassero loro le spese di tutti i migranti, potrebbero avere voce in capitolo, oppure si candidassero per le presidenziali (non sarebbero mai eletti, immaginate i falsi democratici che contestano i ricchi ad eleggere uno di questi, che ridere, si sputtanerebbero a vita). Quindi a parole, con i soldi degli altri, soprattutto voi ricchissimi, non fatelo. A volte basta poco per perdere tutto.

Blueray

Lun, 06/02/2017 - 15:45

Ma ad Apple, Microsoft, Google, Netflix, Snap!, Spotify, Uber, Airbnb e Twitter, e altri ancora non so quanti a titolo esemplificativo e non esaustivo, cosa gliene frega se vitelloni, clandestini, fancazzisti, stupratori, violenti e delinquentume vario usano i loro prodotti in un Paese o in un altro? L'importante è che siano connessi, o sbaglio? Connecting people, per Giove! Altrimenti succede l'irreparabile, no? Se Trump non li vuole si connetteranno dal Messico o dal Burundi! Sta a vedere che il giorno in cui avremo inertizzato i sinistri dovremo vedercela anche con Microsoft, Apple, Google ecc. e aziende buoniste varie o canaglia che dir si voglia a seconda dei punti di vista!

Ritratto di massacrato

massacrato

Lun, 06/02/2017 - 15:58

ARRIVANO I BUONI e gettano la maschera. L'operazione sta andando avanti su scala mondiale: sostituire manodopera locale con manodopera d'importazione a minor prezzo. Chi se ne frega delle conseguenze collaterali? L'importante è GUADAGNARE OGGI un dollaro in più! Domani? Domani è un altro giorno, si vedrà... Ammesso che un domani fruibile ci sia.

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Lun, 06/02/2017 - 16:06

Rosica ,Omar el Turulu!

Maura S.

Lun, 06/02/2017 - 16:22

Allora apriamo anche noi un corridoio diretto in USA per dirottare verso il loro paese tutti i migranti che stanno invadendo la nostra povera Italia..

Tuvok

Lun, 06/02/2017 - 16:29

Ma non si trattava di un provvedimento della durata di 90 gg..? Ma fatevi una camomilla...

honhil

Lun, 06/02/2017 - 16:34

“… è probabile che la questione arrivi davanti alla Corte Suprema che dirà la parola finale sul diritto o meno di un presidente di bloccare l’immigrazione da Paesi specifici”. L’America è davanti ad un bivio. Con l’ingovernabilità che fa l’occhiolino alla Corte Suprema. Sembra difficile che quella corte possa dare ragione alla new economy. Ma se ciò dovesse capitare, sarebbe l’inizio della fine della più grande potenza del mondo. Dal momento che una cosa è certa, non è con l’ideologia togale che si governano le Nazioni. E lo Stivale è un esempio lampante. Anche se su scala ridottissima. Cina e Russia, con l’India che batte le mani, ad ogni modo tifano per quella gente arcimiliardaria. Pronti a fare, in tutti i modi consentiti dal nuovo possibile modo di interpretare la Legge Usa, a fare le scarpe all’America.

Ritratto di ettocima

ettocima

Lun, 06/02/2017 - 16:39

Ecco: comporterà un aumento dei costi. Questo il vero problema. Un conflitto istituzionale senza precedenti volto a difendere gli interessi di una elite finanziaria ed imprenditoriale a scapito della middle class statunitense e non solo. Ettore Cimadomo

Ritratto di giannantonj

giannantonj

Lun, 06/02/2017 - 16:52

Ecco i plutocrati dell'indiscriminata concorrenza su tutti i mercati e del siderale allontanamento tra capitale e forza lavoro (povero Marx) gettare finalmente la maschera! Ovvio che Apple & co. contrastino chi propugni la soppressione dei loro privilegi fiscali e miri a instaurare una politica indirizzata ad un neomercantilismo fatto per i deboli. Trump: un vero eroe del popolo, inviso da aziende-golem delle quali indebolisce la posizione economica.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 06/02/2017 - 17:00

L'America è spaccata e la colpa è di Obama.

rossini

Lun, 06/02/2017 - 17:11

È naturale che le multinazionali si siano schierate contro Trump. Per loro l'immigrazione è il più grosso business. Si tratta di commercio di esseri umani. Come ai tempi dello schiavismo. La loro è una carità pelosa. Come quella delle organizzazioni non profit della Chiesa Cattolica e delle cooperative rosse e bianche.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Lun, 06/02/2017 - 17:21

Evidentemente i "big del web" contavano di continuare a fare affari coi migranti, legali e sopratutto illegali. Nuovi clienti e consumatori, e chissenefrega dei costi sociali.

baronemanfredri...

Lun, 06/02/2017 - 17:38

COME SI VEDE CHE VOGLIONO CLANDESTINI PER SFRUTTARLI

Ritratto di francesco.finali

francesco.finali

Lun, 06/02/2017 - 17:58

I sinistri sono esperti nelle tempeste in un bicchier d'acqua. Il provvedimento è per 90 giorni. Il tempo di polemizzare ed è già passato; detto questo, comunque, si meriterebbero di assumere chiunque e di trovarsi tra 2 anni a piangere.

lilli58

Lun, 06/02/2017 - 18:02

ecco come un popolo decide di autodistruggersi

Ritratto di massacrato

massacrato

Lun, 06/02/2017 - 18:03

Antitrumpismo, antiberlusconismo, anti chiunque intralci i grandi giochi dei magnati e delle caste di sempre. Conseguezze epocali con viaggi di sola andata. Noi eravamo sempre in ritardo rispetto all'AMERICA, oggi siamo in testa al gruppo, corridori in fuga verso il precipizio. Fermati America sin che sei in tempo.

MOSTARDELLIS

Lun, 06/02/2017 - 18:37

Questa è gente abituata a fare soldi a palate sulla manodopera a costo zero e non gliene frega niente se in mezzo ai migranti vi sono terroristi e gentaglia, tanto loro hanno i bunker e le macchine corazzate. Il fatto stesso che si sono coalizzati contro Trump dimostra la loro malafede e che vedono in pericolo non l'economia mondiale ma le loro sporche tasche.

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Lun, 06/02/2017 - 19:27

Edmond Dantes, h. 13.56, un minchi.one che non capisce un tubo. Nomina Soros senza nemmeno sapere chi è!!!!!!! Sappiamo chi è Edmond: il perfetto elettore dei pregiudicati che pretendono di guidare il Paese!!!!!!!!!! Che pena ci fa ..........

Jimisong007

Lun, 06/02/2017 - 19:51

Il primo a mollare twitter,

Jimisong007

Lun, 06/02/2017 - 19:59

Bravi gettate la maschera poi ci regoliamo

Arch_Stanton

Lun, 06/02/2017 - 20:27

Tutte balle, un blocco di 12 settimane da 7 paesi non danneggia nessuno, la loro è solo una posizione politica tipica di egoisti che pensano solo a se stessi. Trump è il nuovo Leonida. Tim Cook, Zuckerberg e gli altri sono i nuovi Efialte. In USA fortunatamente vivono pochi musulmani, questo per ora li ha salvati, ma questi citrulli incolti vivono in una bolla e non capiscono il pericolo dell'islamizzazione dell'occidente, oltre il quale non c'è più innovazione, sviluppo o tecnologia, ma solo barbarie e la fine della libertà per come la intendiamo noi. Il periodo d'oro dell'islam di quando erano protagonisti del mondo della scienza è finito molti anni fa. L'islam è una ideologia non solo religiosa ma anche politica e dunque è incompatibile con la democrazia.

Ritratto di lordvader

lordvader

Lun, 06/02/2017 - 22:25

Ipocriti del piffero. Tutte queste societa' hanno centri di ricerca in tutto il mondo. E dal Yemen e dall'Iraq che Apple prende investigatori? E Uber? E Airbnb, li va neccesariamente a prendere in Siria? Banda di imbecilli!

Ritratto di cape code

cape code

Lun, 06/02/2017 - 22:59

Le multinazionali a servizio dei massoni, massoni che vengono incensati dai comunistelli sfigati nostrani che un po' per idiozia e un po' per rendiconto personale fanno orecchie da mercante ad un finto moto di bonta' verso i "migranti"-clandestini- che questi sudici sfrutteranno come hanno sempre fatto da quando la massoneria e le multinazionali governano il mondo. Poveri pirlotti sinistrati...

Controcampo

Lun, 06/02/2017 - 23:05

È ancora troppo presto per giudicare l'operato di Trump! Al momento si ha l'impressione che non sia un presidente trionfante a causa dei forti dissensi anche a livello federale. Obama, comunque, due mandati li ha portati a termine con moderazione e parziali successi. È stato criticato anche lui, vero, ma non così discusso e detestato come Trump. Inoltre, si aggiunge il fatto che, chi fa politica urlando e puntando il dito indice contro gli altri, dovrà rendersi conto che gli altri lo punteranno contro di lui. Anche lui dovrà farsi una ragione se i giudici lo contrastano!

Ritratto di lordvader

lordvader

Mar, 07/02/2017 - 00:35

L'unica cosa che puo' annientare una civilizzazione e' il suicidio.

rokko

Mar, 07/02/2017 - 01:02

Controcampo, Obama ha espulso nella più totale legalità circa due milioni di clandestini in due anni, in linea con le regole democratiche e alla costituzione americana. Trump, per (non) ottenere lo stesso scopo, ha dovuto emanare un decreto anticostituzionale, con il risultato che lo hanno bocciato. Chi dei due è l'idiota ?

Ritratto di cape code

cape code

Mar, 07/02/2017 - 01:08

Lo sappiamo noi chi e' Soros, andrea626390. Uno che abbindola gli imbecilli sinistrati come te.

Popi46

Mar, 07/02/2017 - 07:08

Trump:USA=Berlusconi:Italia. Due visionari disposti a mettersi di traverso contro i poteri forti della finanza internazionale.Due visionari eletti dal popolo sovrano....Berlusconi è stato fatto fuori,Trump,a meno di un miracolo,lo sarà.Amen.

Marcello.508

Mar, 07/02/2017 - 09:33

Non è questione di dx o di sx, per chi ama il gioco del ping pong politico. Il problema è SOLO economico, quel business che finora l'abbronzato e suoi predecessori non hanno disturbato ma favorito fregandosene proprio del ceto basso e medio americano. Certi atteggiamenti, provvedimenti di Trump sono fastidiosi, però questi potentati americani che si indignano con lui, lo fanno per proprio esclusivo vantaggio. Della democrazia a base di missili filoguidati della combriccola Clinton & Obama, ritenuti progressisti/liberali, rispetto allo "xenofobo, omofobo e populista" di Trump, NESSUNO fa cenno. Ipocriti, egoisti alla massima potenza, cialtroni come le lobby bancarie e delle armi. Fanno proprio schifo visto che si lasciano influenzare da immorali speculatori alla Soros che nel 1992 mise in pericolo la lira italiana, quella inglese e che con la sua potente organizzazione in odore di massoneria, raccoglie consensi anche in casa nostra.