Usa, un giudice blocca il bando di Trump: ripristinati i visti agli immigrati

Il giudice di Seattle blocca il decreto sull'immigrazione: "Può provocare un danno irreparabile". E il Dipartimento Stato Usa ripristina i visti. Trump infuriato: "È ridicolo"

Un giudice federale degli Stati Uniti contro Donald Trump. James Robart ha sospeso temporaneamente l'ordine esecutivo del presidente che blocca l'ingresso nel Paese agli immigrati musulmani provenienti da sette Paesi a rischio jihad. "L'opinione di questo cosiddetto giudice, che di fatto rende impossibile l'applicazione della legge nel nostro Paese - ha commentato il presidente degli Stati Uniti - è ridicola e deve essere rovesciata". Tuttavia, al Dipartimento di Stato americano non è restato altro che uniformarsi alla pronuncia del giudice e sospendere l'applicazione dell'ordine esecutivo.

Il giudice federale di Seattle, James Robart, nominato dall'ex presidente repubblicano George W. Bush, ha accolto la richiesta del procuratore dello Stato di Washington, Bob Ferguson, di bloccare l'ordine su base nazionale, sostenendo che, altrimenti, potrebbe provocare "un danno irreparabile". Si tratta, in realtà, di una sospensione temporanea che avrà vigore finché Robart non prenderà una decisione definitiva sulla legalità dell'ordine presidenziale o finché una istanza giudiziaria superiore a cui si rivolge il governo, come il tribunale d'Appello o la Corte Suprema come ultima istanza, non decida di levarla. "Oggi ha vinto la Costituzione", ha commentato Ferguson, di nomina democratica, il primo procuratore generale a sfidare il bando, contro il quale si erano da subito schierati nei giorni scorsi i colleghi di quindici altri Stati, definendolo "incostituzionale". "Nessuno - ha continuato - è al di sopra della legge, neanche il presidente". "Questa - ha fatto eco su twitter il governatore dello stato di Washington, Jay Inslee - è una vittoria enorme per noi. Dovremmo sentirci rincuorati da questa vittoria e più convinti che mai che stiamo combattendo dal lato giusto della storia".

Ferguson aveva presentato il ricorso contro il bando lunedì scorso, tre giorni dopo la firma di Trump all'ordine esecutivo che blocca l'ingresso negli Stati Uniti agli immigrati provenienti da Iraq, Siria, Iran, Libia, Somalia, Sudan e Yemen. All'iniziativa del procuratore di Washington si era poi unito lo Stato del Minnesota. Per Trump, però, l'ordine resta "legale e appropriato". Tanto che la Casa Bianca ha già preannunciato "al più presto" un ricorso da parte del dipartimento di Giustizia. "L'ordine del presidente - si ribadisce - ha l'obiettivo di proteggere la madrepatria e il presidente ha l'autorità costituzionale e la responsabilità di proteggere il popolo americano". Il Diparteimento di Stato ha, tuttavia, accolto il ricorso e ha bloccato temporaneamente la validità sull'intero territorio nazionale.

Il Dipartimento di Stato e quello per la Sicurezza Interna, insieme ai rispettivi uffici legali, stanno adesso riesaminando il ricorso, presentato dal responsabile della Giustizia dello Stato di Washington, in vista di una sua eventuale impugnazione. Secondo Trump, è "un grosso guaio quando un Paese non è più in grado di dire chi può e chi non può andare e venire, soprattutto per ragioni di sicurezza". In questo senso, per il presidente americano, "è molto interessante che alcuni Paesi mediorientali siano d'accordo con il bando. Sanno bene che se certe persone hanno il permesso di arrivare, le conseguenze sono morte e distruzione".

Commenti
Ritratto di massacrato

massacrato

Sab, 04/02/2017 - 08:51

Quando le stesse cose le han fatte i predecessori, andava tutto bene. Adesso cosa è cambiato? Trump non è in linea con quelli che finora ci hanno marciato? Ormai è una telenovela all'italiana. Sono sempre più convinto che votare sia diventato inutile.

Lucaferro

Sab, 04/02/2017 - 09:08

Un altro falso giurista che si prova a destabilizzare la figura del Presidente degli USA. Di piccole tacche è pieno il mondo peccato che sia stato dato loro potere immenso: Donald, manda tutta questa gente a detergere i cessi pubblici e tira dritto senza esitazioni. Combattili nelle sedi opportune ma con durezza e fermezza.

Dordolio

Sab, 04/02/2017 - 09:12

Concordo con il lettore "massacrato". Ora fanno tutti le vergini violate. Ma quando Obama e i suoi predecessori ci andavano giù pesante, questi critici deve erano? Dai, lo si dica chiaramente: non importa COSA uno fa, ma CHI E' che lo fa. E allora capiremo tutto.

Maura S.

Sab, 04/02/2017 - 09:14

Un déjà-vu all'Italiana. Ecco a ragione dell'invito al decaduto parolaio, un dolcetto per assicurarsi della sua sudditanza. Comunque Trump non è il tipo da piegarsi alla cricca dei vari soros.

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Sab, 04/02/2017 - 09:18

Quando si perde nelle urne si ricorre ai tribunali amici degli amici. Storia vista e rivista.

Ritratto di AmericaFirst..

AmericaFirst..

Sab, 04/02/2017 - 10:05

i musulmani sono in guerra con la civiltà, il bando non solo è appropriato ma necessario

Blueray

Sab, 04/02/2017 - 10:16

Gli USA sempre più come l'Italia!

Pigi

Sab, 04/02/2017 - 10:30

I giudici americani dovrebbero ricordare i controllori di volo con Reagan. Gli Stati Uniti non sono l'Italia: se un giudice rompe le scatole c'è l'impeachment, che, nonostante la pubblicità, viene usato soprattutto per rimuovere i giudici.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 04/02/2017 - 10:39

@massacrato:.....concordo!...La "democrazia" è malata,perchè il volere maggioritario del popolo,il sentito maggioritario del popolo,anche quando "quaglia",su un personaggio,che ha i numeri,per mantenere quello per cui è stato votato(cosa rarissima),si intrappola,nel ginepraio di "istituzioni",di "garanti" stanziali",che remano contro,impedendo di fatto il "volere del popolo"!!!...E la cosidetta "sovranità popolare",va a farsi benedire!!!Secondo me la soluzione sta in una "dittatura democratica",laddove cambiando un "presidente"(eletto come sopra),cambia tutto,secondo il suo punto di vista!!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 04/02/2017 - 10:42

@massacrato:.....concordo!...La "democrazia" è malata,perchè il volere maggioritario del popolo,il sentito maggioritario del popolo,anche quando "quaglia",su un personaggio,che ha i numeri,per mantenere quello per cui è stato votato(cosa rarissima),si intrappola,nel ginepraio di "istituzioni",di "garanti" stanziali",che remano contro,impedendo di fatto il "volere del popolo"!!!...E la cosidetta "sovranità popolare",va a farsi benedire!!!Secondo me la soluzione sta in una "dittatura democratica",laddove cambiando un "presidente"(eletto come sopra),cambia tutto,secondo il suo punto di vista!!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 04/02/2017 - 10:53

.....Gente,questo è il cancro della "democrazia"!!Fatto di "istituzioni",che anzichè difendere il "volere maggioritario del popolo"(che cambia,si adegua alle circostanze),essendo fondamentalmente "stanziali",essendo una "casta",remano contro,per la "difesa" di altri interessi.Se Trump riesce a sopravvivere,e portare avanti il programma,per cui è stato votato,sarà una lezione "democratica" utile,e da esempio per tutto il Mondo Occidentale,impelagato in questi gineprai,peggiori di quelli Americani!!!....Poi qulcuno dei "nostri",parla ancora,si riempie la bocca di "moderatismo"!!!!Io sono per il "decisionismo"!!!

giovanni PERINCIOLO

Sab, 04/02/2017 - 11:07

""Questa - ha fatto eco su twitter il governatore dello stato di Washington, Jay Inslee - è una vittoria enorme per noi. Dovremmo sentirci rincuorati da questa vittoria e più convinti che mai che stiamo combattendo dal lato giusto della storia". Acne Pirro parlava di vittoria! Aspettiamo una riedizione del 11 settembre poi ne riparliamo!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 04/02/2017 - 11:10

La solita anima bella sinceramente democratica. Fortunatamente la maggioranza degli americani, intervistata, è con Donald e non vuole metastasi islamiche in grado di riprodurre sul territorio americano gli immani casini già visti in medio oriente.

sordo

Sab, 04/02/2017 - 11:13

Tutto il mondo è paese.Basterebbe mandare i "clandestini" nel paese di questo giudice.Li difende ,se li tenga.

FRANGIUS

Sab, 04/02/2017 - 11:18

SPERO CHE TRUMP METTA FINE ALLA CARRIERA DI QUESTO GIUDICE IxxxxxxxE E NON SI COMPORTI COME IN ITALIA DOVE I GIUDICI IN MALAFEDE FAN CARRIERA...SPECIE SE SON DEL PD !

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 04/02/2017 - 11:20

----per fortuna questo giudice federale che ha raccolto l'istanza del procuratore-è un giudice repubblicano di ferro--cosicchè i destricoli che amano ammantarsi con l'ormai logora litania delle toghe rosse si tacciano un pò---anche in america -dove i poteri del presidente sono infiniti esistono dei limiti invalicabili che sono dettati dai vincoli costituzionali---qualche matricola di giurisprudenza volenterosa spieghi al trumpone che se vuole far passare alcune leggi limite deve prima cambiare il dettato costituzionale----hasta

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 04/02/2017 - 11:22

Sembra di essere in itaglia. Stesse cose stesso andazzo stesso metodo. Si vede che la sinistra mondiale è fatta con lo stampino, antidemocratici a prescindere.

carpa1

Sab, 04/02/2017 - 11:40

Non solo in USA ma anche in europa questo è il momento di non mollare assolutamente l'osso. Avanti con l'avversione a questa pseudo democrazia che cerca di sopravvivere con personaggi che se ne fregano, ogni giorno di più, di come pensa la maggioranza dei cittadini. Le istituzioni, le costituzioni e tutte le invenzioni cosiddette democratiche, quando vanno contro, per meri interessi di partito, ai voleri e desideri dei cittadini perdono qualunque valore anche se si ergono a paladini di quelli che continuano a sbandierare come "i nostri valori". Ma quali valori: avete distrutto tutto ciò che le persone oneste e di buon senso hanno contribuito a creare col loro lavoro e la loro dedizione. Abbiate almeno il coraggio di guardarvi intorno come avete ridotto la società! Sapete solo riempirvi la bocca di belle parole che non hanno ormai più alcun senso per la realtà che ci circonda.

Ritratto di jasper

Anonimo (non verificato)

guardiano

Sab, 04/02/2017 - 12:07

Se dovessimo visionare l'albero genealogico di questo giudice, sono sicuro che scopriremmo dei legami di parentela con certi giudici italiani.

lupo1963

Sab, 04/02/2017 - 12:12

i giudici ...

btg.barbarigo

Sab, 04/02/2017 - 12:13

Un altro rompiglione di marca svizzera che si vuole mettere di traverso.Trump fai come dicono a Napoli: futtatenne.

Il giusto

Sab, 04/02/2017 - 12:20

Dura la vita percTrump se anche la dx gli rema contro.Ricordo ai disinformati che anche Obama fu ostacolato dai repubblicani,ovviamente se leggete solo questo giornale non potrete mai essere obbiettivi...

MEFEL68

Sab, 04/02/2017 - 12:20

Ma gli americani hanno eletto Trump o quell'oscuro giudice federale? Possibile che anche negli USA, come in Italia, nessun giurista abbia recepito quello che i Romani già dicevano 2.000 anni fa "Ubi maior minor cessat"?

gio777

Sab, 04/02/2017 - 12:24

la democrazia intesa come negli ultimi 70 anni si sta esaurendo. La delegittimazione sistematica dell'avversario porterà inevitabilmente alla dittatura. (che non è quella di Trump come credono)

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Sab, 04/02/2017 - 13:02

MEFEL68: hai detto bene "Ubi maior minor cessat". Ma forse ti sfugge che al vertice della gerarchia non ci sta il presidente bensì la legge. E anche un presidente USA è sottoposto (è "minor") alla legge. Che è sempre "maior".

Anonimo (non verificato)

agosvac

Sab, 04/02/2017 - 13:22

Non mi risulta che la Costituzione degli Usa preveda l'entrata di potenziali terroristi! Vero è che quando è stata redatta il terrorismo neanche esisteva, però esistevano i pericoli per la giovanissima America confederata!!! E' alquanto strano che il partito democratico Usa pur di andare contro Trump arrivi addirittura a permettere ai terroristi di potere entrare negli Usa! A questo punto bisognerà vedere quale sia la reale forza di Trump: vincerà chi vuole un'America in balia dei terroristi o chi, come Trump, la vuole libera ed indipendente???? Si vedrà nel prossimo futuro.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Sniper

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Sniper

Sniper

Sab, 04/02/2017 - 13:37

MEFEL68 - Ha ragione: "Ubi maior minor cessat". Davanti alla Costituzione , i ratti coi capelli ossigenati e la marmaglia che li osanna vanno a ramengo.

Jron

Sab, 04/02/2017 - 14:28

Il "danno irreparabile" è quello di non poter islamizzare gli USA. Chissà come mai questi schifosi di "giudici" saltano fuori dalle fogne tutti assieme solo ora

nonnaisa

Sab, 04/02/2017 - 14:34

Si vuol togliere i confini agli stati .... bene !! Quando ci sarà da pagare le tasse, essendo un paese senza confini, andate a chiederle fino al polo sud. Così è dimostrato che i confini servono solo se fanno comodo !!

Malacappa

Sab, 04/02/2017 - 14:41

Giudice traditore presto ti cacceranno a lavorare in Iran.

lambi65

Sab, 04/02/2017 - 15:32

Bob Ferguson "democratico" nel 2013 durante il mandato di Obama viene nomitato Procuratore Generale. Non è come in Italia!

giuseppe1951

Sab, 04/02/2017 - 15:34

Trump, licenzia tutti sti parassiti creati dalla sinistra di Obama, e poi vieni a fare pulizia anche in Italia!

Ritratto di Sniper

Sniper

Sab, 04/02/2017 - 15:50

Il solito Giudice Comunista! Ah no, l'ha nominato Bush... Allora vuol dire che Belli-Capelli l'ha proprio fatta fuori dal vaso. Eppure c'e` una Costituzione, sulla quale ha giurato. Mi rendo conto che per le truppe cammellate di un altro belli-capelli che in Italia con la Costituzione ci si puliva...le unghie, quella carta non abbia valore. Ma negli USA, ancora profondamente ancorati a certi valori fondamentali e irrinuciabili, malgrado certe marmaglie rozze che hanno votato questo futuro pregiudicato, quella Carta viene difesa. Alla fine il bene vince e i cattivi rosicano. Cominciate pure!

Ritratto di jasper

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Sab, 04/02/2017 - 17:09

Mi sa tanto che Trump morirà per eccesso di bile.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 04/02/2017 - 17:30

Non me ne intendo,ma un giudice federale ha più potere del presidente degli Usa?

Mannik

Sab, 04/02/2017 - 17:32

Massacrato, dovrebbe essere giunta anche fino a lei la notizia che non è vero che prima di Trump aveano impedito l'immigrazione...

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 04/02/2017 - 17:36

ci sono sempre i cre.tini, ovviamente di sinistra, disseminati lungo la linea di comando tra trump e il destinatario finale....stessa identica cosa accaduta con berlusconi

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 04/02/2017 - 17:37

@Sniper:.....vada lei a dire ",marmaglie rozze"a coloro che a maggioranza,hanno votato Trump!!Lei è giù di testa!!!...Purtroppo in italia,di "marmaglia rossa" come lei,c'è n'è tanta,governa,e si vedono i risultati!!!

Tarantasio.1111

Sab, 04/02/2017 - 17:41

...bloccare l'ordine su base nazionale, sostenendo che, altrimenti, potrebbe provocare "un danno irreparabile", gli USA hanno bisogno di musulmani?...QUESTE PAROLE DETTE DA UN GIUDICE AMERICANO MI FANNO RABBRIVIDIRE...un giudice comunista, credevo che questi stavano solo a casa nostra!

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 04/02/2017 - 17:44

Questo è il BELLO dell'America,che un giudice qualsiasi puo "bloccare" un Presidente ,magari l'avessimo potuto fare anche NOI ai tempi di NAPO!!!! AMEN.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Sab, 04/02/2017 - 17:45

GLI ULTIMI RANTOLI DEL MORENTE SOROS E CONFRATELLI RESISTETE PERCHE' IL MALE MUORE E LA GUERRA DEL TEMPO FINISCE J E S U S AKBAR SEMPER IN AETERNO

Ritratto di cape code

cape code

Sab, 04/02/2017 - 17:48

Ma si, facciamo che Bataclan, Charlie Hebdo, le torri gemelle accadono un giorno si e uno no, almeno fin quando in occidente non ci sara' la sharia e saremo tutti buzzulmani...lol i sinistrati\liberals sono la peggior piaga del 21 secolo. Satanisti\massoni votati alla distruzione del cristianesimo.

Cheyenne

Sab, 04/02/2017 - 17:49

purtroppo i giudici hanno in tutto il mondo occidenatle occupato abusivamente il potere. Ci stanno portando alla rovina

Ritratto di tulapadula

tulapadula

Sab, 04/02/2017 - 17:50

Questo è quasi peggio della Raggi ahahahah...

lorenzovan

Sab, 04/02/2017 - 17:52

un nuovo nemico komunista per i Trumpati italici...a proposito..quando inizia il Trumpla guerra all'Isis ??? finora l'ha iniziata all'Iran e ai sciiti...che sono gli unici che si sono opposti ai tagliagola..senz DI LORO NON CI SAREBBE IN TUTTO ILMEDIOORIENTE UNA CHIESA IN PIEDI O UN CRISTIANO...MA VOI NON ERAVATE QUELLI CHE SI PREOCCUPAVANO TANTO DEI "FRATELLI CRISTIANI" ????

Ritratto di perigo

perigo

Sab, 04/02/2017 - 17:53

Avranno mica chiesto lumi alla magistratura italica, "esperta" di sgambetti al potere esecutivo e legislativo? Ma in America è molto diverso, il potere esecutivo del Presidente degli USA è enorme. E su questioni di sicurezza nazionale ben più ampio di quello di un qualsiasi giudice nominato. Aspettiamo gli eventi, credo che quel giudice sarà presto smentito e non so quanto potrà durare ancora in carica dopo che si è frapposto al Presidente degli Stati Uniti...

steacanessa

Sab, 04/02/2017 - 17:54

Anche negli usa i magistrati fanno danni.

Ritratto di bock084

bock084

Sab, 04/02/2017 - 17:56

Spero che Trump licenzi immediatamente questo schifoso giudice comunista maledetto. Avanti cosi Trump contro la feccia democratica pro clandestini.

Ritratto di cape code

cape code

Sab, 04/02/2017 - 17:59

ElPirl..ma hai letto bene cosa ha fatto e detto durante un processo alla polizia di Seattle questo giudice "repubblicano "?? Che sia repubblicano poi lo dici te, si sa solo che fu scelto da Bush per il distretto di Washington lasciato vacante, e se lo fosse e' sicuramente un Algerino Afgano made in Usa in procinto di passare alla sponda dei traditori.

Ritratto di sepen

sepen

Sab, 04/02/2017 - 18:00

Chiaramente non mi illudevo che i giudici americani fossero meno stupidi dei nostri, però che il sistema USA fosse un po' più democratico del nostro, beh, quello forse sì. Se quello che a volte viene definito 'l'uomo più potente del mondo' deve fare i conti con le paturnie di un giudice direi che farebbe prima a dimettersi subito.

Stepas2

Sab, 04/02/2017 - 18:00

Basta che smettano di rilasciare visti, o rendano piu' severi i criteri per il loro rilascio.

Edmond Dantes

Sab, 04/02/2017 - 23:47

Ri-riprovo, c.. perdindirindina. E vi pareva che tutto il CPC (Coretto Politicamente Corretto) delle nostre abituali voci bianche "de sinistra", da un po' di tempo in stato agonico, non traesse da questa notizia l'energia per uno sprazzo di vita (che poi per loro significa solo l'ennesimo rigurgito di bile) ! Vabbè, non è una cosa inconsueta, prima della fine di solito c'è sempre un momento in cui il malato sembra riprendersi. Ma è bene non illudersi, con sano realismo conviene cominciare a ordinare la corona per le (naturalmente metaforiche) esequie.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 05/02/2017 - 09:46

Se un qualunque giudice può bloccare una nazione, mi sembra una deformazione della democrazia. Se lo avesse fatto un giudice della parte avversa (come ora) con Obama impedendogli di bombardare Siria, Libia, Yemen, ecc. il quale si è preso così il nobel per la pace, che ridere), guai. I finti e falsi democratici, radical chic, esistenti solo in Europa e Usa, sarebbero stati in piazza a sostenere una tesi all'opposto di quella che stanno sostenendo ora. Quanta ipocrisia.

Paolo Perticaroli

Dom, 05/02/2017 - 10:17

Il confronto in atto fra poteri costituzionali nel sistema americano è quanto di più "bello" e democratico si possa auspicare.Stiamo infatti assistendo allo svolgersi di una procedura dialettica e conflittuale fatta di decisioni e ricorsi e destinata a sfociare in una decisione cui tutti dovranno inchinarsi:ubi maior.....come veniva tanto enfatizzato sopra dai raffinati e dotti commentatori sinistrorsi.Guarda caso gli stessi che nel loro paese si sono ben guardati dall'alzare il ditino quando per 4(diconsi quattro) governi consecutivi la costituzione più bella del mondo è stata bellamente (gioco di parole voluto)piegata ai voleri ed agli interessi dei padroni del vapore.Com'è che si dice? Ah sì:ubi maior,minor cessat. Solo che qui il maior è rappresentato dagli interessi della ditta bersani&co.Nessun confronto avrebbe potuto essere più impietoso. P.S.grazie per l'autogol, companeros.E state sereni:tra non molto la trave che avete nell'occhio verrà riposizionata a dovere.

nerinaneri

Dom, 05/02/2017 - 10:52

...komunisti anche là...qua, invece, pensionati...

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 05/02/2017 - 11:45

@nerinaneri:....cambi specchio!!!