Berlino, l'Isis ora rivendica: "In azione un nostro soldato"

L'agenzia dello Stato Islamico: "Un soldato ha risposto alla chiamata". Intanto è caccia al killer: rilasciato il pachistano

Lo Stato islamico ha rivendicato la responsabilità dell'attacco condotto con un tir contro un mercato di Natale a Berlino, in Germania, in cui 12 persone sono morte e 48 sono rimaste ferite. Lo ha fatto attraverso l'agenzia di stampa e organo di propaganda Amaq. A quanto pare dunque dietro il terribile attacco nella capitale tedesca c'è la mano dello Stato Islamico. L’uomo che ha compiuto l’attentato - afferma il sito citato su Twitter da Rita Katz, responsabile di Site - è un "soldato che ha risposto alla chiamata dell’Isis".


A Berlino intanto prosegue lo stato d'allerta. La polizia ha rialsciato il pachistano fermato questa mattina con l'accusa di essere alla guida del tir che ha travolto decine di persone ieri sera facendo almeno 12 morti. E così prosegue la caccia all'uomo. La polizia ha sollecitato in un tweet gli abitanti di Berlino a "esercitare particolare allerta". "Abbiamo preso l'uomo sbagliato e quindi ci troviamo di fronte a una nuova situazione. Il vero esecutore dell'attentato è ancora armato, a piede libero, e può fare nuovi danni". E l'attentato di fatto agita e non poco la politica tedesca. La Merkel viene accusata da destra di aver spalancato le porte agli immigrati. La cancelliera però ha affermato che questo attentato non cambierà le politiche in tema di immigrazione da parte della Germania. La cancelliera, insieme ai ministri dell'Interno, Thomas de Maizière, e degli Esteri, Franz-Walter Steinmeier, e il sindaco di Berlino, Michael Müller, ha posato una corona di fiori vicino alal chiesa Gedächniskirche, il luogo in cui i cittadini hanno spontaneamente lasciato messaggi di solidarietà.

Commenti
Ritratto di OdioITedeschi

OdioITedeschi

Mar, 20/12/2016 - 23:40

Tutti fingono di non vedere che i veri mandanti di tutti gli atti terroristici (che avvengono sempre in modo sincronizzato in più parti del mondo) sono i capi della massoneria. È troppo facile dire di volta in volta che la colpa è sempre dei russi o sempre e solo dei mussulmani. Proviamo a chiederci chi è che dirige veramente questa orribile orchestra da dietro le quinte!

seccatissimo

Mer, 21/12/2016 - 00:28

Da iniziare subito: Stop categorico all'ingresso di islamici in UE. Controllo costante di tutti gli islamici abitanti nell'UE anche e soprattutto degli islamici oriundi. Fare una politica che porti ad una sempre maggiore riduzione di islamici nell'UE. Espulsione immediata di ogni islamico pregiudicato o che si dedichi ad attività poco chiare e sospette.

amicomuffo

Mer, 21/12/2016 - 06:16

sbagliato dire soldato, il soldato dovrebbe combattere contro un altro soldato, invece questi sono talmente vigliacchi da prendersela con gente inerme, con la complicità delle nostre forze politiche.

Ritratto di bobirons

bobirons

Mer, 21/12/2016 - 07:36

L'intento di questi pazzi è di terrorizzarci, prima di sommergerci. Poiché con i pazzi non si può discutere e a farsi pecore davanti al lupo si rischia essere mangiati, l'occidente deve attuare nuove strategie atte a terrorizzare loro, in modo che si calmino. Tanto si è visto che il buonismo viene usato abilmente ai nostri danni. Sia maledetta la Merkel e tutti coloro che ne condividono gli atteggiamenti disastrosi.