Berlino, polizia in un centro per rifugiati: si indaga fra i profughi

Le teste di cuoio indagano fra i richiedenti asilo ospitati a Tempelhof. Ma la polizia da tempo denuncia: "Centinaia di migliaia di profughi non registrati"

La polizia federale tedesca è al lavoro per ispezionare un centro di accoglienza per rifugiati a Berlino dopo l'attentato che ieri sera ha sconvolto la capitale tedesca.

Alle 4 di questa mattina gli agenti delle forze speciali del commando di intervento Sek sono entrati nel centro allestito all'aeroporto di Tempelhof, adibito ad hub per ospitare i migranti sin dall'annno scorso. Inoltre le autorità tedesche hanno fermato un immigrato 23enne pachistano che sarebbe entrato nel Paese da quasi un anno e che ad ora è il principale indiziato per la strage in cui sono morte 12 persone e ne sono rimaste ferite 48.

L'agenzia di stampa Dpa ha riferito, citando fonti della sicurezza, che l'uomo sarebbe arrivato in Germania passando dalla rotta balcanica ed utilizzando varie identità. Registrato presso le autorità a febbraio 2016, era alloggiato in un centro per rifugiati proprio a Berlino. La polizia ha interrogato diverse persone ma per ora non ha arrestato nessuno.

La denuncia della polizia: "Centinaia di migliaia fuori controllo"

Nonostante la dinamica dell'attentato rimanga ancora da chiarire con precisione, se le prime ricostruzioni dovessero essere confermate, si riproporrebbe una volta di più il problema della sicurezza legata anche all'afflusso incontrollato di grandi masse di persone.

Esattamente un anno fa ilGiornale aveva raccolto la denuncia dei sindacati federali delle forze di polizia tedesche, che lamentavano come nell'autunno del 2015 l'apertura indiscriminata delle frontiere avesse consentito a centinaia di migliaia di persone di entrare nel Paese senza essere identificate in alcun modo dalle autorità germaniche.

Commenti

Angelo664

Mar, 20/12/2016 - 09:53

Follie che pagheranno care. L'unico vantaggio dell'Angelino è che dell'Italia non gliene frega niente a nessuno. Quindi non ci fanno attentati.

Ritratto di MLF

MLF

Mar, 20/12/2016 - 09:54

Welcome refugees eh? Tutti sono beneaccetti e nessuno sara' respinto eh?

Lapecheronza

Mar, 20/12/2016 - 09:55

La prima versione della Merkel era non possiamo accoglierli (ricordo una bambina che piangeva per tale frase). Poi lungo un'autostrada austriaca ritrovano un camion con i cadaveri di una dozzina di clandestini. Da li il messaggio chi vuole venire venga:"ce la faremo". Dopo arrivano a milioni e li teniamo sul portafoglio e sulla pazienza. Ma se ritrovano una dozzina di cadaveri tedeschi sotto il camion (e non nel) si porta pazienza.

MarcoTor

Mar, 20/12/2016 - 09:56

"profughi"... "clandestini" è meglio.

carpa1

Mar, 20/12/2016 - 09:57

Già, perchè da noi invece ....! E' da sempre che lo andiamo dicendo:

blackbird

Mar, 20/12/2016 - 09:59

Non solo in Italia, quindi. Ma non lameniamoci è la politica voluta da mamma UE, e noi italiani siamo europeisti convinti!

Ritratto di roberta martini

roberta martini

Mar, 20/12/2016 - 10:00

Domanda: quando finiremo di fare entrare gente strana? I muri ci vogliono, eccome! Siamo come i lemmings che corrono verso la morte! Pakistani? In Pakistan! Siriani? In Siria! Magrebini? Nel Magreb! E cosi' via! Nel Mediterraneo flotte schierate e basta! Poi si potrà ragionare!

Ritratto di Svevus

Svevus

Mar, 20/12/2016 - 10:13

Teteschi ! Accogliete ! Accogliete seguendo i dettami della vostra presidenta Merkel ed i suoi collaboratori in concorso esterno in terrorismo ! Votate pure la presidenta che sorrideva con il sarkozza : gli islamici distruggeranno la vostra Cermania !

Ritratto di Flex

Flex

Mar, 20/12/2016 - 10:18

Gli Euroburocrati con la loro insipienza stanno portando l'Unione Europea alla catastrofe e la guerra si avvicina sempre più sul nostro suolo.

Ritratto di veronika

veronika

Mar, 20/12/2016 - 10:36

azzen, e l'infallibilità dei crukken?

Gius1

Mar, 20/12/2016 - 11:00

facciamoli entrare. Pagano la nostra pensione. Lo spiega bene anche la boldrina

DuralexItalia

Mar, 20/12/2016 - 11:42

Centinaia di migliaia non registrati? Entrati da dove? E qualcuno non vuole sentire la parola "invasione"...

agosvac

Mar, 20/12/2016 - 11:50

Ma come?Tempo fa cruccolandia accusava l'Italia di non "sapere" registrare i profughi, che poi sono nient'altro che clandestini che rifiutano di essere registrati. Ora si scopre che anche loro non riescono a registrare la massa di clandestini che lasciano entrare in cruccolandia!!!

giovaneitalia

Mar, 20/12/2016 - 17:47

Merkel, Holland, Napolitano, Boldrini, Alfano ecc. ecc. tutti complici di questi attentati. Fatevi un esame di coscienza e dite con sincerità di chi é la colpa di questa ammasso di gentaglia arrivata sulle nostre coste. Vergogna.