Brexit, la May ora trema: "Irlanda del Nord rimane nell'unione doganale"

Il parere legale del procuratore Goeffrey Cox stronca il piano di Theresa May. Il partito unionista dell'Irlanda del Nord è su tutte le furie e afferma di votare contro la ratifica dell'accordo per la Brexit

Per Theresa May le cose si fanno dure sul fronte Brexit. Ieri il paralemmto ha approvato la mozione Labour che ha obbligato l'esecutivo a pubblicare il testo integrale il parere del procuratore generale Geoffrey Cox sull'accordo di divorzio con l'Ue. Un voto che ha rappresentato una sconfitta durissima per la premier conservatrice, visto che anche l'alleato nord-irlandese del Dup si è schierato con le opposizioni.

Il parere di Cox ora è stato pubblicato. E per la May le cose si mettono male, soprattutto per quanto riguarda la questione Irlanda del Nord. Il procuratore generale si rivolge infatti al governo dicendo che il cosiddetto 'backstop' potrebbe "durare indefinitamente" fino a un nuovo accordo fra Londra e Bruxelles. Secondo il parere legale, il backstop, cioè la clausola di salvaguardia per evitare il ritorno del confine fisico fra Irlanda del Nord e Repubblica d'Irlanda, prevede il mantenimento dell'unione doganale. E questo comporta che la Gran Bretagna rischia di rimanere impantanata in "protratti e ripetuti negoziati" con la Ue se vorrà svincolarsi dal regime di backstop.

Il parere del procuratore indica che l'Irlanda del Nord potrebbe correre un pericolo: ritorvarsi all'interno dell'unione doganale, rimanere ancorata ai vincoli della regolamento imposta dalla Corte europea di giustizia e di dover considerare la madrepatria, cioè il Regno Unito, come un Paese terzo.

Per gli unionisti, questa è la goccia che fa traboccare il vaso. Il vicepresidente del partito Dup, Nigel Dodds, ha definito il parere di Cox "devastante" e ha annunciato che il suo partito voterà contro la ratifica della proposta di accordo della premier nel voto dell'11 dicembre.

Commenti
Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 05/12/2018 - 17:04

Come volevasi dimostrare. Uscire dall'Unione Europea, per la GB, è una cosa problematica e difficilissima, e lo sarebbe ancora di più per l'Italia. E' probabile che facciano un nuovo referendum, e che questa volta il popolo inglese, più consapevole dell'altra volta, finisca per votare a maggioranza per il remain.

frabelli1

Mer, 05/12/2018 - 17:17

Non poteva essere altrimenti. Gli irlandesi per sentirsi diversi dagli inglesi fanno scelte diverse. Ovvio.

lorenzovan

Mer, 05/12/2018 - 17:19

e nel frattempo hanno perso una barcata di soldi..a cominciare dai dipartimenti EU nel frattempo assegnati ad altri paesi e alla delocalizzazione di banche e imprese finanziarie

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 05/12/2018 - 17:35

Nord Irlanda intelligente..

schiacciarayban

Mer, 05/12/2018 - 17:39

Ma quell'idiota ce ha pensato di fare un referendum slla Brexit è ancora a piede libero? Ma che danni ha fatto? Riuscirà a dormire la notte?

Ritratto di pietrom

pietrom

Mer, 05/12/2018 - 18:09

Io mi auguro che la Brexit finisca nel modo migliore possibile per la Gran Bretagna, e che la cosa serva da esempio per tutti gli altri. Che faccia capire che le cose cosi' come sono non vanno, e che e' possibile tirarsi indietro. E che se si vuole che la UE continui ad esistere, senza che solo uno dei suoi membri ne abbia benefici, la si deve riformare profondamente.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 05/12/2018 - 18:41

liberopensiero77, non la buttare i"filosofia"gli irlandesi hanno fatto i loro conti, da soli nella ue senza l'inghilterra saranno più i saldi che avranno, che quelli che daranno "lla nisciuno e fesso". i referendum li dorovanno fare all'infinito fino a che esce il risultato che piace ai "comulaburisti"?

Ritratto di pietrom

pietrom

Mer, 05/12/2018 - 19:19

Io mi auguro che la Brexit finisca nel modo migliore possibile per la Gran Bretagna, e che la cosa serva da esempio per tutti gli altri. Che faccia capire che le cose cosi' come sono non vanno, e che e' possibile tirarsi indietro. E che se si vuole che la UE continui ad esistere, senza che solo uno dei suoi membri ne abbia benefici, la si deve riformare profondamente..

Ritratto di Sniper

Sniper

Mer, 05/12/2018 - 21:40

frabelli1 - franco-a-trier_DE - giovinap, NON avete capito l'argomento, astenetevi. L'Irlanda del Nord NON ha scelto nulla. Sono l'UE e il Regno Unito che hanno negoziato che l'IdN rimarra` nell'Unione Doganale "per il momento", un momento pero` che non potra` essere interrotto dal RU unilateralmente, ma solo con l'accordo dell'UE. Si da` poi il caso che l'IdN in se' e` profondamente divisa tra Cattolici Repubblicani che prediligono un'annessione all' Irlanda, e Unionisti che vogliono rimanere col RU. Quindi NON esiteuna posizione IdN. Cercate di capire le cose prima di sparare commenti a capoc.chia...

ghorio

Mer, 05/12/2018 - 21:44

Il più grande errore di Cameron, politico adulato in Italia dall'area di centrodestra e adesso scomparso, come avviene per il vero in Gran Bretagna sia per conservatori che per i laburisti e i liberali, è stato quello di indire il referendum

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 06/12/2018 - 09:27

spiner, chiedo scusa se la mia ignoranza non è pari alla tua! io ho solo risposto al post di liberopensiero77