Boston, condannato a morte l'attentatore della maratona

Pena capitale per il 21enne Dzhokhar Tsarnaev dopo quattordici ore di camera di consiglio

Per arrivare a una sentenza ci sono volute quattordici ore di camera di consiglio. I giudici ne sono usciti con un verdetto di colpevolezza, come era inevitabile, e una sentenza di condanna a morte per Dzhokhar Tsarnaev, il 21enne che fu uno dei due attentatori della maratona di Boston.

Colpevole di tutti i 30 capi di accusa che gli erano imputati, Tsarnaev uccise in quei giorni - era l'aprile 2013 - tre persone, servendosi di ordigni improvvisati, piazzati sulla linea del traguardo della corsa cittadina, e ne ferì altri 260, in un attentato che si concluse solo dopo una lunga caccia all'uomo.

A poco è servita la tesi della difesa, che puntava a mettere in primo piano l'influenza del fratello maggiore di Dzhokhar, Tamerlan Tsarnaev, che rimase ucciso dalla polizia nella fuga. Al momento dell'attentato il più grande dei due, originari della Cecenia, aveva 26 anni, il minore solo 19.

Per arrivare a una pena di morte serviva l'unanimità della corte. Un percorso che ha richiesto tre giorni perché i dodici membri decidessero che diciassette dei capi d'accusa erano passibili di pena capitale. Tsarnaev dovrebbe essere ucciso con una iniezione letale. C'è comunque per lui la possibilità di un appello.

La punizione "è adeguata per questo orribile crimine", ha commentato il ministro della Giustizia, Loretta Lynch, aggiungendo che Tsarnaev ha agito "con freddezza e crudeltà" in "un attentato terroristico che ha ferito centinaia di americani, togliendo la vita a tre individui".

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 15/05/2015 - 22:19

Le nostre più sentite condoglianze al alberto_his e Raoul Pontalti.

alox

Ven, 15/05/2015 - 23:21

Bene ma purtroppo la data dell'esecuzione non e' stata fissata e a Boston sono 70 anni che non ne uccidono uno! Gli avvocati difensori faranno ricorso e questo farabutto vivra' per 20 anni alle spalle della societa'! Gli USA, con Obama e i democratici, sta' diventando come l'Italia! Che schifo!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 15/05/2015 - 23:35

Contro la peste nera islamica che sta invadendo tutto il mondo bisognerebbe ripristinare la pena di morte. IL BUONISMO SINISTROIDE FA SOLO IL GIOCO DEGLI ASSASSINI ISLAMICI.

timoty martin

Ven, 15/05/2015 - 23:41

Finalmente una buona notizia. Questo almeno non potrà ricominciare.

Pelican 49

Sab, 16/05/2015 - 00:03

Siamo in attesa delle proteste italiane dei "nesuno tocchi Caino" ....

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 16/05/2015 - 00:39

Magari avessimo anche qui la pena di morte!

game_over

Sab, 16/05/2015 - 06:21

Questo è quello che fa un Paese serio e con le palle come gli USA....difesa del proprio popolo dagli estremisti e dalla feccia!

NON RASSEGNATO

Sab, 16/05/2015 - 07:30

Tra appelli e menate varie c'è sempre il rischio che muoia di vecchiaia

Ritratto di VT52na

VT52na

Sab, 16/05/2015 - 07:35

... in ITALIA (invece) sarebbe uscito dopo qualche anno ??? ...

umberto nordio

Sab, 16/05/2015 - 07:43

Gli USA sono uno Stato Civile ed hanno leggi serie e magistrati che le fanno rispettare. Non come da noi,purtroppo.

istituto

Sab, 16/05/2015 - 08:33

Eh in America non come da noi dove c'è comprensione per chi ha "sbagliato". Ho appena sentito su radio 1 una "esperta" parlare di OSTENTAZIONE riguardo quella ragazzina italiana AGGREDITA e PESTATA da un coetaneo senegalese ISLAMICO perché a lui dava fastidio il crocifisso. No gli americani hanno tanti difetti ma poi non se la fanno poi addosso come quelli che da noi si arrampicano sugli specchi pur di non condannare i loro amici islamici.

maricap

Sab, 16/05/2015 - 09:19

Pena equa e solidale. Ma per completare, si dovrebbe cercare anche la sua famiglia..... . Gli emuli, ci penserebbero bene, prima di piazzare bombe a destra e a manca. A la guerre, comme a la guerre, con il buonismo si finisce schiavi.

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Sab, 16/05/2015 - 09:22

Quando un qualsiasi Tribunale su questa Terra di dolore sentenzia una condanna a morte è come se una piccola luce s’illuminasse all'improvviso nel buio di qualsiasi coscienza umana, anche in quelle in versione postesistenzialistiche. Naturalmente i benpensanti contrari alla pena capitale non ammetteranno mai l’accensione di questa lampadina di fiducia e di speranza, trafitti come sono dal dogma specioso del ‘la vita è sacra’! Consolano anche le parole del ministro americano: si sa, negli Usa la Giustizia è una cosa seria. L’unica pecca, non da poco, che si nota nella Giustizia Usa è il tempo troppo lungo - spesso passa qualche decennio - tra la sentenza e l’effettiva esecuzione della condanna. Insomma siamo lontanissimi dai tempi veloci di una Giustizia Cinese.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Sab, 16/05/2015 - 13:29

...A quando in Europa!

opinione-critica

Sab, 16/05/2015 - 18:41

Speriamo che non lo facciano soffrire nell'attesa del giorno dell'esecuzione; meglio avvicinare il giorno dell'esecuzione, meno spese per i cittadini USA.

Raoul Pontalti

Dom, 17/05/2015 - 02:04

Confratello mio Menabellenius Tu ignori che io in Consiglio comunale a suo tempo massacrai, ottenendone la modifica, una mozione del centrodestra pro Cecenia che fu presentata a causa dei riflessi pavloviani (Russia=URSS=comunismo e quindi chi si oppone alla Russia è democratico). E la massacrai quella mozione argomentando che questa era un cascame ripreso da stantia propaganda USA-SA (SA=Saudi Arabia) risalente ai tempi della guerra dei Sovietici in Afghanistan e rammentando che l'estremismo islamico di suggestione wahhabita aveva pervaso il separatismo ceceno. Questa reminiscenza per dirTi che l'estremismo islamico di creazione USA-SA l'ho sempre condannato anche in atti che stanno a verbale e se chi si è coltivato le serpi in seno e ne ha subito il morso (con mio sommo gaudio...) mostra resipiscenza e manda sulla forca certi assassini io non me ne dolgo di certo.