Piange mentre danno la partita in tv: uccide di botte la figlia di quattro mesi

Condannato a tredici anni un padre che aveva ucciso la figlia perché lo disturbava mentre guardava una partita in televisione. La triste vicende ha avuto luogo nel Regno Unito

Ha ucciso sua figlia per poter guardare la partita in televisione in maniera indisturbata. Sembra che lo abbia ammesso egli stesso.
La condanna inflitta a Niel Smith, un papà neppure quarantenne che era balzato alle cronache in funzione dell'episodio in questione, che è avvenuto nell'estate di due anni fa, è finalmente arrivata. A questi terribili dettagli va aggiunto, come si legge su Il Messaggero, che la povera malcapitata era poco più di una neonata: i mesi di vita erano solo quattro.

Niel Smith, come si può notare sulla foto pubblicata pure da il Mirror, era stato vittima di un incidente che aveva comportato delle conseguenze sul suo cranio. Ma questo aspetto non è rilevante rispetto all'omicidio commesso. Il padre di Hope Sofia ha ricevuto una condanna che lo obbligherà a tracorrere i prossimi tredici anni in penitenziario. La mamma della vittima non è potuta intervenire: si era allontanata dalla sua dimora familiare, quando la piccola ha iniziato a piangere. Tanto è bastato per scatenare l'ira di un uomo che è originario di Birminghan, nel Regno Unito. Gli stessi luoghi in cui si sono svolti questi fatti. Non è servito neppure il monitoraggio compiuto mediante un'app che consentiva alla mamma di avere sempre presenti le condizioni della bambina. Pare che il condannato non riuscisse ad ascoltare l'audio del match proprio a causa delle lacrime della piccola. Non è la prima volta, purtroppo, che vengono riportati episodi facenti parte di quella che sembra essere divenuta una casistica. Il coma della bambina, che era stata ricoverata nell'ospedale della sua città, è durato qualche mese, ma non c'è stato nulla da fare.

Commenti

Divoll

Dom, 24/02/2019 - 13:32

Una faccia degna degli studi di Lombroso.

cgf

Dom, 24/02/2019 - 14:26

io lo condannerei ad ascoltare, no guardare, partite per 30 anni, 365 giorni all'anno, 19 ore al giorno. solo 5 per dormire

Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 24/02/2019 - 14:31

Probabilmente l'incidente non gli ha leso solo il cranio,ma anche il contenuto: non si spiega altrimenti come si possa ammazzare un fagottino innocente.

Ritratto di OdioITedeschi

OdioITedeschi

Dom, 24/02/2019 - 14:37

Io gli avrei dato l'ergastolo a pane ed acqua e il totale isolamento......oppure in compagnia di Giorgio Napolitano.

cir

Dom, 24/02/2019 - 16:21

OdioITedeschi , va be' l' ergastolo, ma poi non esageriamo !!!

Malacappa

Dom, 24/02/2019 - 17:11

cgf io invece lo condannerei alla ghigliottina

Divoll

Dom, 24/02/2019 - 20:28

Chi fa del male a bambini, animali e anziani non e' degno della vita

rosolina

Dom, 24/02/2019 - 23:12

ok diritto di cronaca, ma sapendo che la notizia influirà sul comportamento di tanti che sono sul filo...secondo me questo pensare sempre all'obiettivo e al risultato dell'ascolto o dell'attenzione del lettore porterà allo sfacelo del senso del limite

Ritratto di vraie55

vraie55

Lun, 25/02/2019 - 00:54

Napolitano in cella, no, è troppo. Martina con la class action