Ex spia russa, il Cremlino respinge l'ultimatum: "Accuse infondate"

Theresa May aveva chiesto alla Russia di dare spiegazioni entro mezzanotte di martedì all'Opac. Ora si pensa alla possibile nuova mossa di Londra

Il portavoce del presidente russo Vladimir Putin ha definito "accuse infondate" quelle della Gran Bretagna sull'avvelenamento dell'ex spia russa Serghei Skripal e della figlia Yulia. Il Cremlino ha inoltre respinto l'ultimatum del governo di Londra che chiedeva a Mosca di chiarire le sue responsabilità.

"Mosca non accetta accuse infondate che non sono basate sulle prove e (non accetta) il linguaggio dell'ultimatum", ha detto il portavoce Dmitry Peskov parlando ai giornalisti. "Speriamo che il buon senso prevalga".

Il premier britannico Theresa May aveva chiesto alla Russia di dare spiegazioni entro la mezzanotte di martedì all'Opac (Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche). Il capo della diplomazia russa, Sergey Lavrov, ha risposto ribadendo l'innocenza di Mosca e la possibilità di collaborare all'inchiesta "se il Regno Unito rispetterà i suoi obblighi internazionali".

La mossa di Londra

Ora che l'ultimatum è scaduto, si pensa alla possibile nuova mossa di Londra. Il governo britannico potrebbe varare alcune sanzioni nei confronti della Russia, a cominciare dalla chiusura di RussiaToday e dal boicottaggio dei Mondiali di Calcio.

Il Cremlino ha avvertito che Mosca prenderà contromisure contro i media britannici in caso Londra vietasse le trasmissioni al canale RT, come misura punitiva."Ogni azione illegale contro qualsiasi mezzo d'informazione della Federazione russa in Gran Bretagna porterà a contromisure, sulla base del principio di reciprocità", ha fatto sapere Peskov.

Commenti

roniks69

Mer, 14/03/2018 - 11:41

era un traditore,non una spia russa.era al servizio di servizi segreti inglesi,MI6

ohibò44

Mer, 14/03/2018 - 11:54

Per me non ci sono dubbi ma per May ci sono prove? Questo deve essere il punto. Se accettiamo che fra capi di Stato ci sia libertà di insinuazione e di accusa campate in aria significa che il primato della politica è sceso a livello di una discussione al bar dello sport.

Demy

Mer, 14/03/2018 - 12:53

Serghei Skripal non era più in "servizio" dal 1990, cosa avrebbe potuto confessare se ne era fuori? Ultimatum inglese alla Federazione Russa è come un verme che vuole azzannare un orso. Ridicoli oltre che pericolosi.

agosvac

Mer, 14/03/2018 - 13:45

La signora May ha, forse, dimenticato che l'Impero Britannico, quello che dettava le regole a tutto il mondo mandando le sue cannoniere per imporle, si è ormai dissolto da diversi decenni????? Ormai neanche comandano a casa loro , comandano di più gli islamici che li hanno occupati!!!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 14/03/2018 - 14:12

Ovviamente non è credibile sia stata la Russia perché 1) non ha alcun interesse a far fuori quel tizio, 2) non ci avrebbe certo messo la firma così. Siamo di fronte all'ennesimo FALSO creato dall'occidente per demonizzare la Russia. Il clima è da caccia alle streghe e di demonizzazione. E sono sempre queste le premesse delle guerre del regime occidentale.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 14/03/2018 - 14:14

La guerra totale e mondiale è l'unica carta rimasta al regime israeloamericano per impedire l'ascesa di un mondo da loro non controllato. Russia, Cina e altri sono altrimenti non arrestabili. Ma per Sion non è concepibile un mondo che non sia da loro dominato.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 14/03/2018 - 14:15

L'idiozia degli europei è immensa. Si stanno facendo trascinare nell'ennesima guerra per gli interessi di USA e Israele. E stavolta saremmo noi a crepare. Civili. E su vasta scala. Non solo 4 soldati mandati in Iraq.