Farage sfida l'Ue: "Anche io al tavolo della Brexit"

Il leader del Brexit Party chiede che sia inserito nelle trattative per il divorzio dall'Ue. E incontrerà Trump durante la visita del presidente Usa

Il Brexit Party di Nigel Farage è il primo partito del Regno Unito in queste elezioni europee. E adesso il redivivo leader del fronte pro Brexit sfida il sistema politico britannico e dell'Unione europea con una richiesta particolare: che il suo partito faccia parte dei negoziati per l'uscita del Regno Unito dall'Ue. "Insisto decisamente sul fatto che abbiamo il mandato ora per essere parte del team" ha detto Farage dopo il trionfo che lo ha condotto di nuovo nell'Europarlamento.

Con il risultato strabiliante di 27 seggi a Strasburgo (sui 73 destinati al Regno Unito) conquistati con quasi il 32% delle preferenze, Farage non ha dubbi: vuole entrare nelle trattative. "Sono felice di poter aiutare il governo a prepararsi per la data del 31 ottobre, diventando un componente di quella squadra" ha concluso il leader della Brexit Party alla Bbc. "La prossima data è il 31 ottobre", ha ricordato Farage, "se non usciremo dall'Unione europea quel giorno, allora aspettatevi di vedere lo stesso successo del Brexit Party anche alle prossime elezioni generali". E desso il prossimo obiettivo del leader brexiter è quello di entrare in Parlamento, con le elezioni generali che appaiono sempre più prossime. "Siamo più o meno a dove eravamo tre anni fa", ha commentato il capo degli euroscettici britannici, "la gente non ha cambiato idea" sulla Brexit. E ha detto che incontrerà il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, durante la sua visita in Gran Bretagna.

La sfida di Farage è molto interessante. Perché non riguarda soltanto la possibilità di entrare nelle trattative per la Brexit ma anche di orientare il possibile voto alle elezioni generali. Con le dimissioni di Theresa May, annunciate per il fallimento degli accordi sull'uscita dall'Ue, gli euroscettici britannici hanno ora due assi nella manica: non solo Farage ma anche Boris Johnson, che sta puntando alla guida dei Tory. Questo significa che in caso di elezioni, i movimento euroscettico britannico, che è trasversale, avrebbe da un lato il Brexit Party (che però paga il fatto che al voto generale ha un peso diverso) e dall'atra parte il Partito conservatore a trazione euroscettica. Con un'incognita: la sinistra di Jeremy Corbyn. Perché il Labour non è dichiaratamente filo-Ue. E il boom di Farage potrebbe anche essere un campanello d'allarme per quello strato del Regno Unito profondo che è euroscettico: non per forza conservatore.

Commenti
Ritratto di Koerentia

Koerentia

Lun, 27/05/2019 - 12:58

E bravo Farage. Il suo interesse per la Brexit e' direttamente proporzionale al suo tornaconto economico. Magari spingera' le trattative per altri 4 anni per maturare un vitalizio europeo piu' oneroso per una tranquilla e serena pensione. Un'individualista senza scrupoli come pochi a riprova che anche in UK la classe politica e' al ribasso.

agosvac

Lun, 27/05/2019 - 13:30

Questo risultato di Farage è stato permesso dall'UE balorda tedesco/francese che ha voluto che il Regno Unito partecipasse alle votazioni europee sperando che vincessero i no/brexit. Ennesima decisione sballata di questa UE che deve finire.

Klotz1960

Lun, 27/05/2019 - 13:41

L'unica spiegazione possibile dell'ignobile teatrino dei burattini della Brexit, del tutto inusuale per un Paese come la GB, e' che le elites inglesi -divise tra Conservatori e Laburisti - NON vogliono la Brexit, mentre il popolo inglese si. Ora Farage rimettera' le cose a posto, con buona pace delle elites e di chi andava invocando un secondo referendum, che sarebbe stato un vero einsulto per la democrazia.

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 27/05/2019 - 13:43

Speriamo demolisca tutto. Fuori uno, ne seguiranno altri.

kyser

Lun, 27/05/2019 - 13:55

il primo partito del regno....e dicono che si sono pentiti....seeee

pinco_shi

Lun, 27/05/2019 - 14:45

qualcuno si e` accorto che la probabile alleanza PPE+PSE+ALDE ha preso 436 seggi su 750?? I sovranisti dove stanno?

Robdx

Lun, 27/05/2019 - 15:46

E i média dicevano che gli inglesi erano pentiti...ahahahah

pinco_shi

Lun, 27/05/2019 - 16:09

i partiti dichiaratamente pro brexit hanno preso il 34.9%, mentre quelli dichiaratamente pro remain hanno preso il 40.4%. Di conservatori e laburisti, senza una posizione unitaria si e` persa ogni traccia. "take all the pro-Brexit parties – Farage’s party and Ukip – and compare that against the pro-remain parties, taking in Change UK and the Scottish and Welsh nationalists. That gives you 5.8 million voting unambiguously pro-Brexit – or 34.9% – and 6.7 million voting for remain parties, including 753,000 from the Scottish and Welsh nationalists, or 40.4%"

maxmado

Lun, 27/05/2019 - 17:48

Per pinco_shi: il fatto è che il Parlamento Europeo non conta un bel nulla, quello che importa è la Commissione Europea, e la prossima sarà decisa dai Governi attualmente in carica in Europa, … chi vivrà vedrà !!!

Ritratto di Clastidium

Clastidium

Lun, 27/05/2019 - 17:59

io avevo comperato un ottima bottiglia di prosecco millesimato per festeggiare brexit, ma questi inglesi dei miei stivali non se ne vogliono andare, speriamo che questo qua riesce a toglierceli dalle scatole una volta per tutte.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Lun, 27/05/2019 - 18:20

e questa volta, SPAKKAGLI IL CUBO!!!

Ritratto di Sniper

Sniper

Lun, 27/05/2019 - 18:31

Farage, come i suoi pari in altri Paesi, e` guidato principalmente dall'IGNORANZA. Per essere al tavolo del Governo con l'UE deve prima essere al Governo. E per essere al Governo nel Regno Unito occorre prima essere un Parlamentare. (Lui ci ha gia` provato OTTO volte, otto elezioni, otto legislature, e ancora non c'e` riuscito).

Ritratto di Sniper

Sniper

Lun, 27/05/2019 - 18:35

agosvac - Il Regno Unito ha DOVURO partecipare alle elezioni europee perche' finche' non esce e` uno Stato Membro. Quando ci sono leggi e regole funziona cosi`. Quando ci sara` l'anarchia da Far West, si fara` come dice lei. Per il momento studi e si adegui.

Ritratto di Sniper

Sniper

Lun, 27/05/2019 - 18:45

Klotz1960 - Se lei fosse piu` informato su come vanno le cose nel Regno Unito saprebbe che Brexit e` stato un progetto concepito a tavolino proprio da un'elite ben identificata, con nomi e cognomi, che ha usato il popolo (o dovrei dire il popolino), per eseguire operativamente una strategia basata sulla menzogna (Boris Johnson, che fino a un minuto prima era per per REMAIN, e` INDAGATO da Scotland Yard per queste menzogne, proprio come un delinquente comune). Le dico anche che ne' Farage ne' Boris Johnson potranno evitare il referendum (situazione complicatissima che non posso spiegare in mille caratteri). Che non e` un "secondo" referendum, ma e' IL referendum che mettera` sul piatto della bilancia diverse verita` che la FALSA propaganda di tre anni fa aveva taciuto. E questo spiega anche perche' i brexittari NON desiderano questo referendum. Se pensa che le abbia citato NON-FATTI dica pure, posso precisare ulteriormente.

Ritratto di Nahum

Nahum

Lun, 27/05/2019 - 18:51

Solo se va al governo, cosa improbabile, e poi per fare cosa, visto che vuole il brexit duro?