Francia, dilaga l'infibulazione: ora diventa una piaga sociale

La pratica diffusa in Africa, adesso prende piede in Francia anche tra i migranti di seconda generazione: l'infibulazione ha tutto l'aspetto di una nuova grave piaga sociale

L’infibulazione è una delle pratiche più barbare che possano esistere: consiste, come si sa, della mutilazione dell’apparato genitale femminile, con il fine di proibire alla donna di provare piacere durante l’atto sessuale e dunque conservarla “pura”.

Una pratica diffusa in Africa ed anche se associata all’Islam, essa in realtà risale a convenzioni sociali diffuse nel continente nero prima dell’avvento della religione musulmana. Nel Corano non si fa alcun cenno all’infibulazione, per di più essa viene praticata anche in alcune comunità cristiane e non islamiche.

La sua diffusione nell’Africa sub Sahariana è da sempre uno degli elementi che preoccupa maggiormente: Somalia, Kenya, Eritrea, Sudan, ma anche Guinea e parte dell’Egitto vivono con all’interno diverse comunità dove l’infibulazione appare un qualcosa di normale da praticare a bambine anche in tenera età.

Ma adesso c’è un dato destinato a sconvolgere l’opinione pubblica francese: oltralpe sono sempre di più le donne che subiscono l’infibulazione.

Così come riportato dall’istituto di previdenza nazionale, il dato è molto più che allarmante: più di 120.000 donne francesi all’inizio degli anni ’10 di questo secolo convivono con la piaga dell’infibulazione.

Una cifra raddoppiata in pochi anni, visto che nel 2006 risulta ferma a poco più di 60.000, numero comunque di per sé molto elevato. La Francia deve quindi fare i conti con la presenza di una delle pratiche più barbare all’interno dei propri confini, mentre fino a pochi anni fa l’infibulazione appare un qualcosa di molto lontano dalla propria società.

Un elemento importato, così come risulta sempre dalle ricerche dell’istituto di previdenza nazionale: a praticare l’infibulazione sono quelle comunità oramai radicate in Francia, ma le cui origini sono dei paesi dove questa macabra usanza caratterizza le rispettive società.

Ed è questo un altro dato che fa riflettere: chi vive stabilmente in un paese europeo, in questo caso la Francia per l’appunto, non abbandona quelle pratiche lontane dalla cultura del vecchio continente o considerate come lesive per l’integrità fisica e morale della persona. Al contrario, si continua a praticarle anche all’interno della seconda generazione di migranti.

Quel che più sconcerta, è il fatto che il problema non viene affrontato adeguatamente: non si contano molte denunce, a Parigi come in altre città francesi, né tanto meno le autorità sembrano intervenire in modo energico contro la diffusione di questa pratica.

Mentre cioè, come sottolinea Mauro Zanon su Libero, il ministro francese delle pari opportunità intraprende una crociata contro la presenza di ragazze per premiare i ciclisti sul podio del Tour de France, da Parigi nulla si dice contro la diffusione dell’infibulazione e contro dati che appaiono, anno dopo anno, sempre più allarmanti.

Commenti
Ritratto di Pilsudski

Pilsudski

Mar, 30/07/2019 - 12:58

Al tempo degli ultimi due governi PD ricordo che si era discusso di consentire la pratica, purche' eseguita da un medico, per rispetto della "diversita' culturale" delle risorse.

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 30/07/2019 - 13:22

che bello la multiculturalità e permessivismo dei mangiaranocchie!!!

agosvac

Mar, 30/07/2019 - 13:55

E dire che la Francia, una volta, era conosciuta per la libertà che avevano le donne in campo sessuale, cioè nel dare e ricevere piacere. Purtroppo nell'Islam questo non è consentito, almeno nell'Islam franco/africano. Che poi l'infibulazione sia una pratica più africana che islamica, credo abbia poca importanza visto che, in Africa e nel mondo, il cristianesimo non contempla neanche lontanamente l'infibulazione.

27Adriano

Mar, 30/07/2019 - 14:07

per me è aberrante. Ma ..La boldrina, cosa ne pensa??

Ritratto di Gianluca_Pozzoli

Gianluca_Pozzoli

Mar, 30/07/2019 - 15:00

purtroppo si sta verificando quello che già temevo tanti anni fa: l'africanizzazione dell'europa! con un decadimento della civiltà. La multietnicità non è una richezza culturale è una piaga sociale.

giac2

Mar, 30/07/2019 - 15:13

A presto le femministe in piazza. Forse. Non c'è Salvini ma Macron.

killkoms

Mar, 30/07/2019 - 15:19

le loro usanze saranno le nostre!

casela

Mar, 30/07/2019 - 15:28

Suggerirei al presidente Macron di rivolgersi alla onorevole Boldrini grande esperta Onu per l'africa e per l'accoglienza dei musulmani in Italia.

Ritratto di giangol

giangol

Mar, 30/07/2019 - 16:41

preziosa cultura di sinistra

Ritratto di Candidoecurioso

Candidoecurioso

Mar, 30/07/2019 - 16:57

Scusatemi : Sto suonando da ore al campanello "boldrini", ma non risponde nessuno .... che sia già a manifestare ???

Ritratto di Galahad12

Galahad12

Mar, 30/07/2019 - 17:07

Ma non c'era qualcuno che diceva "la loro cultura diventerà la nostra"?

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Mar, 30/07/2019 - 17:38

@27Adriano-Mar, 30/07/2019 - 14:07. E' meglio che non pensi!

giancristi

Mar, 30/07/2019 - 18:06

Pene severissime pe chi effettua questo intervento infame. Gli immigrati ci portano la loro barbarie. E noi dobbiamo tollerarlo per rispetto alle altre culture. Il PD è sempre all'avanguardia nel difendere gli immigrati che delinquono. Con la benedizione della Chiesa.

lagoccia

Mar, 30/07/2019 - 18:40

multicultura che schifo!!!!

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mar, 30/07/2019 - 18:46

Il punto è che se NON sono infibulate NESSUNO della loro etnia le sposa. Sono destinate alla zitellaggine. Pilsudki, avevano proposto anche un rito simbolico al posto dell'infibulazione reale. Pungere il clitoride per far uscire qualche goccia di sangue. Le femministe sono scese sul piede di guerra per la solita umiliazione alle donne.

Alfa2020

Mar, 30/07/2019 - 18:50

Questi sinistrati le dobbiamo cacciare

ectario

Mar, 30/07/2019 - 19:03

... e come disse una grande statista, ma profondamente ignorante oltre che arrogante, "sarà la nostra cultura"

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 30/07/2019 - 19:38

Metodo per sollazzare il maschietto perfetto..

baronemanfredri...

Mar, 30/07/2019 - 19:45

COLPA DI MACRON TACITAMENTE CON LA SUA POLITICA LI APPOGGIA. LA FRANCIA COME SEMPRE E' STATA E' E SARA' LA ROVINA DELL'EUROPA.

baronemanfredri...

Mar, 30/07/2019 - 19:46

NON E' STATO UNO CHE HA DETTO LA LORO CULTURA SARA' LA NOSTRA, MI PARE BOLDRINI HA DETTO QUESTO, MA ALTRI UTILI IDIOTI RIDENDO E CON GIOIA.

ziobeppe1951

Mar, 30/07/2019 - 20:13

Dove sono quelle...dell’utero è mio e lo gestisco io...

venco

Mar, 30/07/2019 - 20:48

Dimostrazione chiare che i "migranti" vengono per invaderci e poi sottometterci non certo per integrarsi.

cir

Mar, 30/07/2019 - 20:53

qualche coglio pensa su "suggerimenti" ad HOC che sia una pratica legata ad una religione.in america e' pieno di donne che si sottopongono ad interventi simili..Solo la circoncisione ha origini relgiose ebraiche ,

Divoll

Mar, 30/07/2019 - 21:40

Questi vivono nell'eta' della pietra.

Rottweiler

Mar, 30/07/2019 - 22:44

"...portatori di usanze e culture, che presto saranno le nostre".

Marguerite

Mer, 31/07/2019 - 07:48

In Francia si rischia 20 anni di carcere....solo che tra Africani...molti Egiziani....non si denunciano....tra loro e esce solo quando c’è un controllo medicale a scuola. L’article 222-10 du Code pénal aggrave la peine à 15 ans de réclusion criminelle si la mutilation est commise sur un mineur de moins de 15 ans. Le même article prévoit que la peine encourue est portée à 20 ans de réclusion criminelle lorsque l’infraction est commise sur un mineur de 15 ans par un ascendant légitime, naturel ou adoptif ou par toute autre personne ayant autorité sur le mineur.