Germania, asili mettono al bando la carne suina per "rispetto verso l'islam"

Proteste contro la messa al bando della carne di maiale sono state promosse dalle associazioni dei genitori e dai principali partiti della Germania

Ha suscitato feroci polemiche in Germania la decisione di diversi asili pubblici di bandire nelle loro mense le “pietanze a base di maiale.

Tale recente iniziativa è stata promossa inizialmente da alcune scuole per l’infanzia di Lipsia, nell’est del Paese, per poi essere rilanciata da altri istituti sparsi qua e là per il territorio federale. A denunciare la scelta delle strutture educative è stato in questi giorni il quotidiano Bild.

Secondo l’organo di informazione, i dirigenti scolastici incriminati avrebbero emesso delle circolari che interdicono al personale delle mense di servire agli alunni non solo “salsicce e salumi di origine suina”, ma persino le “caramelle gommose”, in quanto costituite da gelatina animale ricavata principalmente dalla cotenna di maiale.

La sortita degli amministratori degli asili sarebbe motivata dall’esigenza di salvaguardare le “diverse sensibilità religiose” presenti nella popolazione scolastica. I presidi degli istituti per bambini in questione avrebbero infatti presentato la messa al bando della carne suina dal servizio-mensa come un “gesto di rispetto verso gli iscritti di fede musulmana. Nel credo coranico, il maiale viene appunto considerato un “animale impuro”.

A dimostrazione della valenza pro-islam della recente decisione delle scuole incriminate, Bild ha pubblicato il testo di una circolare adottata dalla dirigenza di un asilo di Lipsia, che, nel vietare la somministrazione di pietanze preparate con ingredienti di origine suina, sentenzia: “La nostra società sta cambiando, essendo interessata soprattutto da una costante crescita della comunità musulmana. È quindi giusto che il sistema educativo, a cominciare dalle strutture per l’infanzia, adegui al variegato contesto culturale della Germania contemporanea i ricettari alla base dei rispettivi servizi di refezione”.

Dopo la pubblicazione dell’inchiesta condotta dal quotidiano, numerose associazioni nazionali di genitori hanno esternato, tramite post sui social network e comunicati-stampa, la propria disapprovazione verso l’iniziativa nata a Lipsia e poi estesasi ad altre città, bollata come un’imposizione ideologica. All’indignazione delle organizzazioni in questione si è presto unita quella di tanti cittadini comuni, molti dei quali sarebbero persino giunti a “minacciare di morte” i funzionari scolastici che hanno messo al bando la carne suina.

Feroci critiche all’indirizzo della controversa sortita pro-islam sono state lanciate anche dal partito nazionalista AfD, che, per bocca della deputata Beatrix von Storch, ha additato la mossa dei presidi come il primo passo verso la “sottomissione del Paese alla legge coranica”. La parlamentare sovranista ha poi tuonato: “Quei dirigenti scolastici vogliono che la Germania venga soggiogata da una cultura estranea, che si rafforza ogni giorno di più sull’onda dell’immigrazione di massa. Eliminare dalle scuole per l’infanzia gli ingredienti derivati dal maiale, caratteristici della cucina tradizionale tedesca, significa arrendersi alle pretese avanzate da una minoranza aggressiva e intenzionata a stravolgere le storiche abitudini alimentari di un intero popolo. Se ai musulmani non piace la nostra cucina tipica, allora sloggino a Riad o a Teheran”.

Irritazione per la messa la bando dei prodotti suini è stata manifestata anche dai partiti attualmente al governo a Berlino, con la Cdu che ha definito “inaccettabile” l’iniziativa dei presidi e la Spd che ha etichettato quest’ultima come un esempio di “finta integrazione degli immigrati”.

A detta dell’agenzia di stampa teutonica Deutsche Presse-Agentur, le proteste popolari e partitiche, incentrate sulla denuncia dell’“illogicità” della scelta operata dagli asili pubblici, avrebbero già costretto al “dietrofront” i dirigenti scolastici sostenitori delle “mense rispettose dell’islam”. Le circolari contenenti il divieto di servire carne di maiale sarebbero state infatti tutte revocate.

Commenti
Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 25/07/2019 - 11:40

....La Svezia è vicina!

BoycottPolitica...

Gio, 25/07/2019 - 11:48

Ecco, togli il maiale ai tedeschi (l'equivalente di togliere la pasta agli italiani) e anche i crucchi più politicamente corretti finalmente si sveglieranno. Avanti così che ove il buon senso non è riuscito ad abbattere le piaghe sociali politicamente corrette ci riusciranno le pance.

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Gio, 25/07/2019 - 11:49

Che buffo! Anche la religione ebraica vieta il consumo di carne di maiale ma, sebbene gli ebrei siano presenti da secoli in germania, nessuno si è mai posto il problema. Anzi, invece di eliminare la carne di maiale, hanno provato ad eliminare gli ebrei!

dredd

Gio, 25/07/2019 - 11:51

A me piace il prosciutto

cir

Gio, 25/07/2019 - 11:54

secondo hanno visto gli allevamenti dell' emilia e temono che arrivino da li' le carni...

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Gio, 25/07/2019 - 11:54

....BOOhh!!

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Gio, 25/07/2019 - 11:55

A dimostrazione delle motivazioni di Breivik.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 25/07/2019 - 12:10

@saròfranco 11:49...già,e pochi,pochini si sono opposti!

ectario

Gio, 25/07/2019 - 12:13

Ma il rispetto verso i Cristiani quando.?

valerie1972

Gio, 25/07/2019 - 12:18

Fantastico! Diversamente dal fumetto distopico della sinistra, nel mondo vero il forte vince e il debole soccombe. Loro vincono, noi abbiamo il trojan horse della debolezza iniettato nel midollo e soccombiamo. Solo con questa realtà spiattellata tutti i giorni c'è l'ormai remotissima speranza che i servi plagiati dalle menzogne rosso-arcobaleno si sveglino, fosse anche solo per un sussulto di lucidità e dignità prima di essere soppressi.

valerie1972

Gio, 25/07/2019 - 12:20

saròfranco, sei un grande :)!

jenab

Gio, 25/07/2019 - 12:20

sono impazziti anche i tedeschi!!

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 25/07/2019 - 12:23

uuuaahhuahhhhaaaah non ci posso credereeeeee!!che dice il migrante de trier che diceee???niente più wustel,piedini,cotica,costine,braciole..solo crauti e kartoffen!!uuahhuahhhuahhahhh

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 25/07/2019 - 12:27

domani fagioli e cotica + braciolata e costine ai ferri..mmmhhhhh che buone,alla faccia dei crucchi amanti dei culinaria

Ritratto di bimbo

bimbo

Gio, 25/07/2019 - 12:28

Un ottima idea ma la devono vendere a caro prezzo e con lo scontrino..

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Gio, 25/07/2019 - 12:35

Egregio saròfranco, in realta'agli ebrei non e' consentito mangiare carni di anamali il cui ventre strisci per terra. In effetti in Israele oggi i maiali li allevano in appositi porcili sopraelevati...

claudio faleri

Gio, 25/07/2019 - 12:55

presto la germania si accorgerà che non è l'italia il peggior nemico ma l'islam, infatti in germania la chiesa cattolica sta retrocedendo come i gamberi

Ritratto di Walhall

Walhall

Gio, 25/07/2019 - 13:02

A dire il vero, Bild ha riportato delle strutture dove infatti questo divieto è presente, ma è comunque circostanziato a delle aree dove le amministrazioni sono ovviamente di sinistra. Esempio: Lipsia, Burkhard Jung=SDP. Dove c'è sinistra c'è il diritto per tutto ciò che non è autoctono e identitario.

Ritratto di Artù007

Artù007

Gio, 25/07/2019 - 13:13

e il rispetto verso la cultura occidentale dove sta??? Ognuno a casa sua rispetta le proprie tradizioni!!!

frapito

Gio, 25/07/2019 - 13:14

E il rispetto a tutto il resto del MONDO, quando?

Ritratto di bimbo

bimbo

Gio, 25/07/2019 - 13:17

E' evidente che tra i tedeschi si fanno schifo, cmq anche in italia non è seconda in questo!

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 25/07/2019 - 13:32

saròfranco - 11:49 "Tosta" ma ci voleva. Come cambiano i tempi..

marygio

Gio, 25/07/2019 - 13:33

Ahhhhhhhhhhhhh

dagoleo

Gio, 25/07/2019 - 13:37

ma no ma perchè l'avete revocata? era una disposizione civilissima e rispettosa dei poveri bimbi musulmani, preziose risorse del futuro islamico della grande CCCermania. io sono d'accordo e bandirei il maiale da tutta la cucina teutonica perchè effettivamente offende la tradizione e la sensibilità dei poveri muzzulmani. ma bisogna prendere atto che il futuro tedesco sarà islamico, per cui preparatevi. il provvedimento è solo rimandato. quindi stop maiale (tra 20 anni) e stop birra ed oktoberfest (tra 30). Aufederseen

vince50

Gio, 25/07/2019 - 14:11

Baffetto avrà esagerato oppure sbagliato metodo,però una via di mezzo non sarebbe affatto male

SpellStone

Gio, 25/07/2019 - 14:25

E rispetto x gli altri?

arilibellula

Gio, 25/07/2019 - 14:25

A quando vieteranno l'iscrizione a bambini di religione ebraica e cristiana per non urtare la sensibilità di quelli mussulmani? O il divieto alle campane dei campanili di suonare?

Italy4ever

Gio, 25/07/2019 - 14:44

Quindi se un bimbo volesse mangiare un nodino di maiale, NO! Per rispetto agli islamici??? Basta che ai bimbi islamici non dai il maiale, non devono per forza subire tutti!!! Questa è la dimostrazione di come stiamo diventando sempre più succubi dell'islam penalizzando tutti gli altri!

roberto67

Gio, 25/07/2019 - 14:58

E' giusto fornire ai bambini musulmani un menù senza maiale, ma toglierlo agli altri è un sopruso. Meno male che anche in Germania qualcuno si sta svegliando, le proteste lo dimostrano.

ziobeppe1951

Gio, 25/07/2019 - 14:59

Il maiale, ringrazia per lo scampato pericolo..il cammello...pure

tatoscky

Gio, 25/07/2019 - 15:21

Ma perché non eliminano anche la birra, questi rincitrulliti.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 25/07/2019 - 15:30

poveri crucchi come faranno senza wurstel.

Ritratto di babbone

babbone

Gio, 25/07/2019 - 15:39

dateje la carne rossa.....ma spetta un pò.....carne rossa? non sara mica carne di comunista; noo no non la voglio.

effecal

Gio, 25/07/2019 - 15:43

Che meravigliosa notizia, i nostri comunistelli sono entusiasti.

Malacappa

Gio, 25/07/2019 - 16:57

Mio figlio lo mando con un panino al prosciutto alla faccia dell'islam

Sceitan

Gio, 25/07/2019 - 17:52

A Durazzo, Albania, paese a maggioranza islamica, durante il ramadan, di fronte alla moschea, tutti gli anni c'e' la festa della birra organizzata dal Municipio. Se i popoli il coraggio non ce l'hanno, nessuno glielo puo' regalare.