Germania, bimbo muore sotto un treno dopo essere stato spinto

Secondo il Frankfurter Algemmeine Zeitung il presunto assalitore sarebbe un uomo di origine africana senza alcun legame con il piccolo ucciso e la madre (rimasta illesa). La polizia di Francoforte ha avviato un'indagine per omicidio

È morto dopo essere stato spinto sotto a un treno. È accaduto, in queste ore, a Francoforte, in Germania, dove un bambino di otto anni è deceduto dopo essere stato lanciato verso i binari, nel momento in cui un convoglio si stava avvicinando. Il fatto si è verificato nella stazione centrale della città e a riferire dell'incidente sarebbe stata la polizia, che, poco dopo l'accaduto, avrebbe fermato un sospetto.

Secondo le prime testimonianze raccolte degli agenti, che hanno già avviato un'indagine per omicidio, un uomo avrebbe spinto il bimbo e la madre che si trovavano all'altezza del binario 7 della stazione. La donna, di 40 anni, sarebbe riuscita a mettersi in salvo ed evitare l'impatto con il regionale ad alta velocità. Il piccolo, invece, è stato travolto. Un portavoce delle autorità ha fatto sapere che è in corso "una massiccia operazione di sicurezza" nella stazione della città tedesca.

A riferire del decesso del bambino, il Frankfurter Allgemeinte Zeitung che, citando un portavoce della polizia, avrebbe anche aggiunto dettagli sul sospettato. Il presunto assalitore, hanno poi raccontato i testimoni, sarebbe un uomo di origine africana, senza apparenti legami con la donna e il piccolo. Le indagini sono in corso e la circolazione dei treni è bloccata e colpita da ritardi e variazioni sui percorsi.

Commenti
Ritratto di Evam

Evam

Lun, 29/07/2019 - 18:41

Fategli fare la fine che hanno fatto fare alla tigre che in India ha ucciso una persona e ferite otto. Questo però è molto peggio della tigre che oltre a rischiare l'estinzione, agisce per impulsi, senza premeditazione come invece questi satanisti musulmani che si fanno credere pazzi, mentre seguono fedelmente il corano e la sua filosofia satanista.

BoycottPolitica...

Lun, 29/07/2019 - 19:03

Povero bimbo, poveri genitori e povera Europa. Causa ignobili e disumani affari dei faccendieri ue tra immigrati affogati in mare e vittime innocenti provocate dai medesimi sul continente il conto dei morti è ormai quello di una guerra. Ben magra consolazione che personalmente non sono mai stato complice di questo eccidio col mio voto.

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 29/07/2019 - 19:40

ma stì Valtellinesi....

ambrodeambris

Lun, 29/07/2019 - 23:38

Ormai in germanistan spingere gente sotto ai treni sta diventando negli ultimi anni uno sport nazionale, maledizione che adesso si tratta di un povero bambino di appena otto anni, perfino i loro giornali autoctoni di regime hanno dato la notizia specificando stranamente che si tratta di un Eritreo , di solito non ne parlano o se lo fanno, senza specificare la nazionalita' .

Riccardo111

Mar, 30/07/2019 - 02:06

Condoglianze a quella povera madre.