Germania, migrante accoltella donna incinta: morto il feto

I "fatti di Bad Kreuznach" hanno subito innescato duri attacchi nei confronti di Angela Merkel sia da parte degli avversari della cancelliera sia da parte di alcuni alleati di governo dell’ex leader Cdu

In Germania si è riaccesa in questi giorni la polemica circa gli effetti delle politiche attuate negli ultimi anni dalla Merkel in ambito migratorio. Feroci critiche all’indirizzo della cancelliera sono state infatti provocate da un recente episodio di volenza che vede coinvolto uno straniero residente nel Paese.

La vicenda ha avuto luogo nella cittadina di Bad Kreuznach, vicino Magonza. Una donna incinta di origini polacche, ricoverata nell’ospedale cittadino, è stata prima “insultata” e poi “accoltellata” da, a detta dei testimoni, “un soggetto dai tratti arabo-mediorientali”. Il raptus dell’immigrato ha provocato “lesioni gravissime” alla gestante venticinquenne, la quale, dopo essere stata soccorsa dal personale infermieristico, è stata subito “ricoverata in terapia intensiva”. Costei verserebbe attualmente in condizioni “quasi disperate”. Per il bambino che la donna portava in grembo, invece, non c’è stato niente da fare. I fendenti vibrati dallo straniero hanno infatti arrestato immediatamente ogni funzione vitale nel feto.

Dopo avere compiuto il folle gesto, il presunto colpevole è fuggito dall’ospedale per dirigersi verso la stazione ferroviaria cittadina. La polizia lo ha infine fermato poco prima che egli riuscisse a salire su un treno. L’individuo finito in manette sarebbe, in base alle prime informazioni filtrate da ambienti vicini alle forze dell’ordine, un “richiedente asilo afghano venticinquenne”. Quest’ultimo è stato quindi incriminato da un tribunale locale per “tentato omicidio”, “aggressione” e “illegale interruzione di gravidanza”.

L’arresto del migrante ha subito innescato duri attacchi nei confronti della Merkel sia da parte degli avversari della cancelliera sia da parte di alcuni alleati di governo dell’ex leader Cdu. I nazionalisti di AfD e diversi esponenti cristiano-sociali bavaresi si sono infatti ritrovati concordi nell’addossare la “responsabilità” dei “fatti di Bad Kreuznach” alla “scriteriata linea dell’accoglienza” perseguita dalle autorità di Berlino a partire dal 2015. In particolare, uno degli alleati della Merkel divenuto, all’indomani dell’arresto dell’Afghano, uno dei più feroci critici di quest’ultima è Gerd Müller, membro della Csu nonché attuale ministro per lo Sviluppo e la Cooperazione economica. Egli ha infatti accusato pubblicamente le decisioni prese finora dalla cancelliera in ambito migratorio come “dannose per la sicurezza dei cittadini tedeschi”.

Commenti

steacanessa

Lun, 14/01/2019 - 11:24

Evidentemente ai buonisti non bastano i delinquenti nostrani e ne vogliono sempre nuovi.

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 14/01/2019 - 11:29

La sbornia kattokomunista immigrazionista deve finire,costi quel che costi. Questi sono selvaggi e tali resteranno. È una guerra persa in partenza. La gente se n'è accorta,i politici no. Non ci vogliono solo porti o confini CHIUSI,ma anche portoni,finestre,serrande e tanti,tanti muri,alti,spessi e robusti. Se lo fa il Vaticano,perche' non dovremmo farlo noi????

ginobernard

Lun, 14/01/2019 - 11:32

io i tedeschi non li capisco proprio ... pazienza i francesi che avevano le colonie ... ma loro ... ma se hai bisogno di lavoratori prenditi dei polacchi ... in Norvegia ci sono un sacco di polacchi, rumeni, ecc. e lavorano sodo anche quando fa freddo. Mi sembra che si cerchino delle rogne per niente ... anche sta Merkel ... la fanno una grande politica ma a me pare abbastanza incapace.

Ritratto di woman

woman

Lun, 14/01/2019 - 11:46

La Merkel non è incapace, è ambiziosa, è al servizio dei potenti di turno;le avevano prospettato il Nobel per la pace, se avesse aperto all'immigrazione i discriminata.

emigrante

Lun, 14/01/2019 - 12:23

Nel 1529, e poi ancora nel 1683, i Maomettani giunsero ad assediare Vienna. Attacchi, fortunatamente falliti, al cuore dell'Europa, dai quali non abbiamo imparato granché. Ben prima, Omero notò e insegnò che le guerre si vincono più con l'astuzia che con la guerra. Anche da questa lezione non abbiamo appreso nulla. Però, purtroppo per noi i Maomettani questo l'hanno imparato, e i nostri aureferenziati "migliori intelletti", mentre continuano ad ubriacarsi di "integrazione" e di accoglienza, a noi che rimaniamo perplessi di fronte a queste farneticazioni, dicono che il nostro è egoismo e imbarbarimento. Ebbene, preferisco imbarbarirmi, che essere vittima dei barbari. E sto con chi chiama all'arme.

Ritratto di giovinap

giovinap

Lun, 14/01/2019 - 12:49

non leggo il commento di franz-il-tedesco_pezzottato!

rawlivic

Lun, 14/01/2019 - 12:58

gli afghani li raccomando vivamente per accellerare il processo di distruzione della nostra civilta'...sono peggio dei paki, che e' tutto dire...

cicocichetti

Lun, 14/01/2019 - 13:00

franco a trier DOVE SEI ?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 14/01/2019 - 13:34

La Merkel va cacciata via dagli elettori tedeschi. Gli italiani possono solo pregare il Dio d'Israele che lo facciano al più presto possibile.

honhil

Lun, 14/01/2019 - 14:05

«Egli ha infatti accusato pubblicamente le decisioni prese finora dalla cancelliera in ambito migratorio come “dannose per la sicurezza dei cittadini tedeschi”». Che dire? Si spera che molto presto qualche politico di rango (e sarebbe ancora meglio che a perseguire questa strada fossero dei magistrati) si rivolgesse con lo stesso cipiglio ai tanti protagonisti della Sinistra e della Chiesa, per l’enorme buco creato nella rete di sicurezza dei cittadini italiani.

Ritratto di woman

woman

Lun, 14/01/2019 - 14:14

La battaglia di Vienna è solo l'ultimo importante capitolo della millenaria storia della lotta degli europei contro le invasioni orientali. In particolare iniziarono i Greci a combattere eroicamente contro i Persiani,per difendere i loro valori: democrazia e monogamia contro la negatività della organizzazione sociale persiana, basata sulla tirannide e sulla poligamia.

Ritratto di TreeOfLife

TreeOfLife

Lun, 14/01/2019 - 14:36

@ginobernard: sono d'accordo con lei. Aggiungo inoltre che da noi in Norvegia oltre ai migranti da lei citati, vi sono pure italiani, tedeschi, svedesi, islandesi, finlandesi, danesi, inglesi, ungaresi, estoni e lituani, tutte persone perbene e lavoratori ricercati. Mentirei se le dicessi che gli islamici e africani non sono bene integrati, sono brave persone, ma a differenza degli europei, va detto che sono sempre i primi a chiedere i sussidi. Basta sapere usare le porte per lo scopo cui sono state inventate, selezionare le domande di ingresso, e tragedie come queste possono essere evitate. Ha det godt!

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 14/01/2019 - 14:51

dovete capirlo,il muslim non voleva che nascesse un nuovo kafir

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Lun, 14/01/2019 - 15:02

Non sembra essere una notizia eclatante. Nell'Era Nefasta c'è di meglio o di peggio. Quando non si è in grado di contrastare e di opporsi ad una realtà che, per qualsivoglia ragione, non piace, c'è un solo modo per riuscire a non essere condizionati o addirittura schiacciati da essa: consolarsi. Nella fattispecie di un feto accidentalmente ucciso, ci si consoli pensando che quel feto, se avesse proseguito nella sua fisiologica crescita, avrebbe potuto tramutarsi in un maturo, compiuto mostro della nequizia potenzialmente in grado di cagionare danni ben più gravi di quello limitato derivante dalla sua stessa, involontaria soppressione avvenuta, appunto, durante lo stadio indefinibile di mero feto.

Ritratto di pascariello

pascariello

Lun, 14/01/2019 - 15:24

Afgani, Pakistani e Bangladeshi sono esseri infami a cui dovrebbe essere ritirata d' imperio lo status di esseri umani e relativi diritti, la loro cosiddetta "cultura" è la negazione di ogni umana caratteristica !

steffff

Lun, 14/01/2019 - 16:38

I fautori dell'immigrazionismo a ogni costo sostengono che la grande America e' frutto del contributo dei milioni di migranti che hanno creato il melting pot che tutti conosciamo, e che quindi dobbiamo favorire l'immigrazione in Europa per il beneficio che le nuove generazioni ne otterranno. Non posso far a meno di sottolineare che questo risultato e' stato ottenuto al prezzo della quasi completa obliterazione di tutte le civilta' americane autoctone. Non vorrei che Lombardi, Siciliani, Pugliesi, Friulani, Toscani e perche' no, Bavaresi Valloni e Renani, facciano la fine di Sioux, Cheyennes, Apaches, Navajos, Irochesi, Seminole eccetera.

Raoul Pontalti

Lun, 14/01/2019 - 17:43

Ohè bananas che vi stracciate le vesti per il migrante accoltellatore sappiate che i due (l'afghano e la polacca) erano entrambi immIgrati (e dunque migranti) in Germania ed erano amanti e conviventi. Soprassediamo inoltre sui motivi per i quali la signora si trovava da qualche tempo in una struttura sanitaria gestita da religiosi e ospitante persone problematiche (ubriaconi, drogati, etc.). Per informarsi leggere la stampa tedesca (Die Welt ad es.).

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Lun, 14/01/2019 - 18:20

Blocco navale, frontiere chiuse, neocolonialismo.

Ritratto di libere

libere

Lun, 14/01/2019 - 19:57

Per Pontalti è normale finire accoltellati, specie se donna incinta, quando si convive con un animale non addomesticato che si esprime in lingua pashtung. Incoraggiante.

Ritratto di Civis

Civis

Lun, 14/01/2019 - 20:02

"Illegale interruzione di gravidanza". Anche i tedeschi hanno qualche problema col definire gli omicidi, forse più di noi.

Ezeckiel

Lun, 14/01/2019 - 20:54

Lun, 14/01/2019 - 17:43 Pontalti, non preoccuparti c'eravamo arrivati senza leggere i giornali germanici, quello che invece mi ero domandato , é se lei voleva abortire oppure lo aveva lasciato e voleva crescere suo figlio da Cristiano , ne sai qualcosa tu? grazie

Valfedox

Lun, 14/01/2019 - 22:07

Continuiamo ad importare a palate ch ci odia e vuole impalarci dopo aver stuprato le donne e le bambine. All'orrore non c'é limite. Si parla di "situazione dannosa alla sicurezza" quando si dovrebbe pensare invece che si preparano i massacri degli Europei da parte di chi dice, scrive e afferma con le proprie azioni di odiarci.

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 14/01/2019 - 22:17

Purtroppo i tedeschi sono messi peggio di noi, soffrono ancora il complesso di colpa per il macello del nazismo e si lasciano umiliare da questi trogloditi.

uberalles

Lun, 14/01/2019 - 22:46

Vabbè, la Merkel ha vita facile: può sempre fare paragoni con Hitler...

uberalles

Lun, 14/01/2019 - 22:49

Caro Pontalti, Lei ha perfettamente ragione! Quanto prima vorrei provare a sterminare ubriaconi, drogati & disadattati vari...se Lei mi autorizza, ovviamente!