I killer di Londra ripresi mentre scherzavano e ridevano

Un video pubblicato dal Times immortala Khuram Butt, Rachid Redouane e l'italo marocchino Youssef Zaghba, i tre autori dell'attentato di Londra dello scorso 3 giugno, mentre si raccontano barzellette cinque giorni prima dell'assalto al London Bridge

Ridevano e scherzavano come se nulla fosse: ma in realtà stavano progettando il barbaro attentato al London Bridge costato la vita a 8 persone. Rachid Redouane, Khuram Butt e l'italo marocchino Youssef Zaghba, i tre killer di Londra, sono stati ripresi dalle telecamere di sorveglianza fuori da una palestra della città appena cinque giorni prima di compiere la strage. (Clicca qui per vedere il video).

Nel video si vedono i tre attentatori scambiarsi due chiacchiere in amicizia fuori da una palestra di Barking, zona est di Londra, dove Butt lavorava. Il primo a spuntare nel filmato è Redouane. Lo si vede armeggiare con un cellulare che appoggia su alcuni materiali da lavoro abbandonati in un cortiletto posizionato nei pressi dell'ingresso della palestra. Redouane rientra nell'inquadratura nel video una decina di minuti dopo, questa volta in compagnia di Butt e Zaghba. I tre cominciano a parlare e scherzare parlando di non si sa cosa. Viene spontaneo immaginare che stessero progettando gli ultimi dettagli della strage che avrebbero commesso soltanto cinque giorni dopo. Sempre con un inquietante e sinistro sorriso sulle labbra.

Il video prosegue sulla stessa falsariga per diversi secondi, fino a quando i tre amici si congedano scambiandosi delle pacche sulle spalle. A quel punto Butt, Redouane e Zaghba lasciano definitivamente il cortiletto della palestra per tornarsene a casa. Nel filmato registrato dalle telecamere di sorveglianza spicca il contrasto tra il clima di amicizia che circonda i dialoghi tra i tre attentatori e ila bassezza del contesto in cui avviene l'incontro tra Butt, Redouane e Zaghba, dove dominano sporcizia, materiali abbandonati e una sensazione di generale solitudine.

Il luogo ideale dove progettare una strage. All'oscuro di tutto e di tutti, tranne una banale telecamera. Un dettaglio non trascurabile, che la polizia britannica utilizzerà per proseguire le indagini e tentare di ricostruire gli ultimi giorni di vita dei tre autori del terribile atto terroristico del London Bridge.

Commenti

antonmessina

Gio, 08/06/2017 - 10:52

sono ISLAMICI fatevene una ragione

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 08/06/2017 - 10:59

Forse stavano sghignazzando a proposito delle leggi occidentali. Quelle stesse che, in nome della "libertà di culto", della "società multietnica", della "multiculturalità" e dei "fondamentali diritti umani", consentono ai figli di Allah il misericordioso di organizzare e perpetrare, impuniti, i più disgustosi crimini nei confronti delle comunità ospitanti. Ben vengano , a questo punto, leggi speciali e restrizioni alle libertà (meglio sarebbe chiamarle: licenze) vigenti. Con buona pace dei consueti Soloni da strapazzo sempre pronti ad imperversare in politica e sui blog.

Ritratto di gioc.

gioc.

Gio, 08/06/2017 - 11:01

Ora non ridono più'..

Fjr

Gio, 08/06/2017 - 11:13

La bassezza del contesto,e dove pensavate di trovarli a progettare disastri forse al Ritz?il fatto che se la ridano è un chiaro segno di quanto conti per loro la vita di chi eliminano ,nel mentre a Ventimiglia cattolici e muslim magnano insieme,se la chiesa non realizza che questi non hanno alcun rispetto per i cattolici , ma a questo punto poco importa ,la guerra è iniziata e non saranno di certo i dieci comandamenti a porvi fine l'unica fine la decide una buona arma ben oliata e carica,sembra che quello sia l'unico comandamento che queste bestie capiscono e non serve nemmeno l'interprete

mariobaffo

Gio, 08/06/2017 - 11:27

C'è qualcosa che non quadra ,perchè dopo ogni attentato si sa e si sapeva tutto di questi energumeni ?spuntano filmati come mosche ,allora erano già controllati ?

karpi

Gio, 08/06/2017 - 11:47

Su questa vicenda capita anche di leggere qualche cosa di positivo, come alcune dichiarazioni della sorella di Youssef Zaghba. Straordinaria!!! Profonda ammirazione per lei, grande ragazza. Continua così.

AndyFay

Gio, 08/06/2017 - 12:21

Ridevano, perchè erano imbottiti di ideologia e droga. Sono morti, meglio cosi'. Dolore e cordoglio solo per le vittime della nostra società.

Malacappa

Gio, 08/06/2017 - 13:37

Ride bene chi ride ultimo salutatemi allah.

Ritratto di Mike0

Mike0

Gio, 08/06/2017 - 13:40

Vigliacchi senza morale! Questa è una definizione più corretta rispetto al termine "terroristi" o "killer" per questa gente dalla mente bacata.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 08/06/2017 - 19:48

Malacappa per ogni ucciso ce ne sono altri 10 pronti.

bobots1

Ven, 09/06/2017 - 00:33

Ripeto. Vogliamo porre un freno a questi criminali? Colpire le famiglie...far loro sapere che dopo la loro morte le loro famiglie perderanno tutto il possibile: e se possibile espellerle dal paese europeo. Questa è una guerra: vigliacca, brutta e paurosa come sono le guerre. Un petardo genera panico: vogliamo continuare a vivere così?