"Io, italiana e con due bambine. E la Germania vuole cacciarmi"

Il racconto di una italiana in Germania che rischia di essere rimpatriata per aver perso il lavoro dopo la gravidanza

Gli italiani ospiti "sgraditi" in Germania? A quanto pare diversi nostri connazionali avrebbero subito pressioni per tonarnare "a casa" da parte dell'ufficio per gli immigrati tedesco. Come ha ricordato ilGiornale su Radio Colonia sono state raccolte le testimonianze dei rappresentanti dei patronati sindacali che sono alle prese con le norme che regolano la permanenza degli stranieri in Germania. E a far discutere, come riporta ilFatto, è anche il racconto di una donna italiana che dopo aver smesso di lavorare in seguito ad una gravidanza ha chieso il sussidio. Tre mesi dopo aver inoltrato la richiesta arriva la convocazione proprio dall'Ufficio immigrazione che le comunica un vero e proprio ultimatum: "Mi hanno comunicato che avevo quindici giorni di tempo, visto che non potevo provvedere a me stessa, per trovare un lavoro: altrimenti mi avrebbero rimpatriato e avrebbero pure pagato il viaggio a me e alle bambine, se non fossi stata in grado di poterlo pagare io".

Di fatto questo giro di vita nasce dall'applicazione di una norma che va a penalizzare chi è straniero ed è in cerca (o ha perso) il lavoro in Germania. La norma è nata per dare un freno all'erogazione dei sussidi "generosi" per gli stranieri. Ma questo atteggiamento di Berlino va totalemnete contro i principi europei e il sottosegretario agli Esteri, Merlo sottolinea: "Se fosse vero, l’atteggiamento della Germania sarebbe molto grave e andrebbe a colpire l’essenza stessa della Ue. Sarebbe un paradosso: l’Italia sotto accusa perché cerca di difendere l’Europa dall’immigrazione illegale e la Merkel che starebbe colpendo un diritto fondamentale dei cittadini Ue".


La replica di Radio Colonia

E sul caso arriva la replica di Radio Colonia: "A chi vengono inviate le lettere? In base alla vigente normativa tedesca, dopo un anno di lavoro, si matura il diritto al sussidio di disoccupazione, che ha la durata di 6 mesi. Per altri 6 mesi, nel caso se ne faccia richiesta, si possono percepire prestazioni di sostegno sociale. Superato questo periodo, se non si risiede in Germania da almeno cinque anni, o si svolge una prestazione lavorativa di almeno 10,5 ore settimanali, non vengono più erogate prestazioni assistenziali". "Succede quindi -prosegue la nota di Radio Colonia - che alcuni comuni, dopo aver ricevuto l'informazione da parte dei Jobcenter (gli uffici del lavoro locali) di richieste di rinnovo di aiuto sociale, oltre i 6 mesi garantiti, venendo a mancare i requisiti previsti dalla legge (come detto, 5 anni di residenza o prestazione lavorativa di almeno 10,5 ore settimanali), "consiglino" agli italiani, e agli altri stranieri di origine europea, di lasciare il Paese, a meno che non dimostrino di essere alla ricerca di un lavoro".

Commenti

SpellStone

Lun, 24/09/2018 - 11:52

L'ITALIA SAPRA' PRENDERSI CURA DI TE!!!!

Ritratto di Blent

Blent

Lun, 24/09/2018 - 11:52

loro cacciano chi non ha lavoro e nel contempo pretendono che l'italia accolga chi arriva clandestinamente senza soldi ne documenti ne libretto sanitario. complimenti

SpellStone

Lun, 24/09/2018 - 11:58

VORREI CHE LA NOSTRA CONNAZIONALE SENTISSE IL TOTALE SOSTEGNO DEI SUOI FRATELLI ITALIANI. NON SEI SOLA! Indipendentemente dal fatto che hai ragione su tutta la linea.... NON abbiamo nulla da chiedere, seppure nel giusto, a quel POPOLO che già' una volta ci ha attaccato economicamente.

Massimom

Lun, 24/09/2018 - 12:02

La culona fa sempre il c.... che vuole.

Renee59

Lun, 24/09/2018 - 12:11

Deve far posto agli invasori!

Divoll

Lun, 24/09/2018 - 12:11

Voglio sapere se adesso applicano la stessa severita' agli extracomunitari.

VittorioMar

Lun, 24/09/2018 - 12:16

..fa' esattamente l'interesse della GERMANIA !!..cosa che da noi ci impediscono di fare: SEMPLICE !!

machimo

Lun, 24/09/2018 - 12:20

Vivo in Germania e so come ci odiano. Loro amano i turchi e tutti gli altri musulmani e non li cacceranno mai.

maxxena

Lun, 24/09/2018 - 12:30

...per la serie..due pesi e due misure...

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 24/09/2018 - 12:34

A leggere i documenti rilasciati dall'Italia napolitanizzata la signora é come la Kyenge.

Ritratto di TreeOfLife

TreeOfLife

Lun, 24/09/2018 - 12:42

@blent: le do assolutamente ragione su suo pensiero sui flussi migratori, Italia è abbandonata da UE. Ma questo episodio è altra storia. È giusto la politica della Germanya. Da noi in Norvegia funziona uguale maniera anche se non siamø in UE. Non è buono che gli autoctoni paghino tasse per mantenere chi lavoro non trova dopo scadenza termini di legge. I sussidio vanno a disoccupati nazionali né å cittadini UE o peggio altri Stati stranieri.

agosvac

Lun, 24/09/2018 - 12:47

Finora la signora Merkel ha sempre fatto i comodi suoi perché i burocrati dell'UE li ha scelti lei con l'ausilio della Francia. Dal 2019 le cose dovrebbero cambiare!!!

carlottacharlie

Lun, 24/09/2018 - 12:48

Sai la novità? : Son tedeschi.

rawlivic

Lun, 24/09/2018 - 13:13

e fanno bene! perche' un contribuente dovrebbe pagare i benefici di un welfare a cui il beneficiario non ha versato quasi nulla? In quanti, italiani e non, si sono approfittati in modo predatorio di questo stato sociale? La stessa cosa accade in UK e Svezia, per citarne due. E' una questione di giustizia sociale, esattamemnte come in Italia dovrebbero essere prima tutelati gli italiani.

miki017

Lun, 24/09/2018 - 13:14

cosa c'è di strano ? che non vogliono più dare i "sussidi" ai cittadini non - tedeschi ? ma... il reddito di cittadinanza del M5S (voglio ben sperare !) non è indirizzato ai solo italiani ? e così dev'essere, e va bene così : ognuno pensi ai poveri SUOI ! BASTA il turismo economico di chi vuole raccattare più vantaggi sociali, senza fare una beata mazza (tranne una nidiata di figli, tanto ci pensa Pantalone a nutrirli )

leopard73

Lun, 24/09/2018 - 13:18

Sono crukki piu duri del legno EBANO.

sirio50

Lun, 24/09/2018 - 13:32

Per la Merkel litaliano anche se e nel europa vale meno di un emigrato QUESTA E LEUROPA MA CHI CE LO FA FARE RIMANERE

Franz Canadese

Lun, 24/09/2018 - 13:41

Assurdo. I cittadino europeo dovrebbe essere equiparato a quello nazionale, stesso trattamento, stesso accesso alle misure di supporto.

Ritratto di cokieIII

cokieIII

Lun, 24/09/2018 - 13:43

Bastava pronunciare la parola magica 'Asyl' e se i sussidi da rifugiato sono troppo bassi, basta accusare il burocrate di turno di essere un nazista e il gioco e' fatto!

Controcampo

Lun, 24/09/2018 - 13:45

Probabilmente una controrisposta a Salvini e Orban! Non è semplice espellere o costringere a lasciare la Germania una cittadina membro dell'UE. Temo che la Signora tenta di sfogarsi per qualch'cosa non andata a buon fine!

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Lun, 24/09/2018 - 13:45

in effetti i tedeschi adorano i turchi: li aiutarono anche nel genocidio degli armeni

alox

Lun, 24/09/2018 - 13:55

Un altra buona ragione dell'Italexit.

Malacappa

Lun, 24/09/2018 - 14:00

hanno una legge e la possono applicare come vogliono nel loro paese,noi dovremmo fare lo stesso infischiandocene della UE della Germania e della kulona.La signora con 2 figli non ha un marito?

Ritratto di aresfin

aresfin

Lun, 24/09/2018 - 14:00

Teteschi di m.

ClioBer

Lun, 24/09/2018 - 14:23

La Merkel si è già commossa per Aylan, non si può pretendere che si commuova tutti i giorni. Specie se si tratta di (fastidiosi) bambini europei Comunque, inutile girarci intorno, perché se a una personalità viene assegnato il premio "Carlo Magno", istituito in onore e memoria del conte Kalergi, vuol dire che è funzionale al progetto della Paneuropa meticcia, teoria elaborata dal detto conte. Quindi, ovvio, che privilegi i bambini africani, rispetto a quelli di etnia caucasica europea.

cabass

Lun, 24/09/2018 - 14:45

In cambio, noi potremmo spedire alla Merkel i sudtirolesi disoccupati, con la scusa che sono "ethnic Germans"... Tra l'altro, se lo facessimo, scommetto che ai suoi fratellini di Vienna passerebbe subito la voglia di regalare passaporti!

Dyn11

Lun, 24/09/2018 - 14:49

La regola tedesca è di buon senso, semmai andrebbe applicata anche in Italia. Con questo non significa che il caso specifico non meriti sussidi. È impensabile licenziare una madre causa parto; men che meno farle mancare sussidi minimi se gli spettano. Tuttavia lÉuropa che ne è venuta fuori ormai è fuori controllo ed inutile agli europei. Tanto vale invocare subito l'art. 50, e se serve anche un bel default, così si scordano pure i soldi.

Ritratto di Arduino2009

Arduino2009

Lun, 24/09/2018 - 15:05

Ormai anche la Germania sta al tubo del gas.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Lun, 24/09/2018 - 15:05

Basterebbe questa iniziativa per far saltare il banco europeo. La Germania può avere le sue ragioni e magari fa anche bene, ma come mai se l'Italia non vuole degli immigrati clandestini tutti che si schierano contro e con la Germania tutti zitti.

Ritratto di babbone

babbone

Lun, 24/09/2018 - 15:12

ricostrure il muro e farsi restituire i soldi per la riunificazione.

Ritratto di OdioITedeschi

OdioITedeschi

Lun, 24/09/2018 - 15:15

Dopo l'ennesima pugnalata alla schiena da parte della Germania ho capito che questa UE è una gran presa per i fondelli ed ho quindi deciso due cose: di non comprare mai più prodotti tedeschi ma solo prodotti italiani (dalle biciclette alle auto) e di andare a vivere in Svizzera dove almeno sono più coerenti e meno falsi dei tedeschi. Naturalmente non mettero mai più piede in Germania (neanche per vacanza) dove abita il popolo più freddo e noioso di tutto il pianeta al punto da non sembrare neanche umani. Viva l'Italia e viva anche la Svizzera.

NotaBene

Lun, 24/09/2018 - 15:21

Quel che è giusto è giusto. In questo caso hanno ragione. E io pure conosco qui in Belgio italiani che approfittano delle elargizioni dello stato sociale, quando potrebbero benissimo andare a lavorare. Senza fare di ogni erba un fascio, ma quelli che conosco personalmente sono italiani del sud.

ilbelga

Lun, 24/09/2018 - 15:23

i nazisti esistono ancora e governano la germania, e poi hanno il coraggio di criticare Savini...una bella faccia da c__o complimenti al fotografo.

ex d.c.

Lun, 24/09/2018 - 15:35

La Merkel, indiscussa statista, ha perso moltissimi consensi a causa dei migranti. Chi non ha mezzi di sostentamento è giusto venga aiutato dal proprio Stato

Happy1937

Lun, 24/09/2018 - 15:47

Ma a Hitlerina deve sfuggire che gli Art. 43-48 del Trattato della Comunità Europea sanciscono la libertà di stabilimento di un cittadino di uno Stato europeo in uno qualsiasi degli altri Stati membri della stessa. Il Signor Moavero ne è al corrente?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 24/09/2018 - 15:57

Quest'Europa è impazzita. Pretendono dagli italiani, ma li cacciano contro ogni convenzione, preferiscono i clandestini, pur se violenti. Pretendono pure che gli stessi italiani si prodighino per la falsa e pelosa accoglienza a tutti costi e a tutti i clandestini, ossia i lconrtario di quello che stanno facendo loro a noi italiani. Che faccia di Merkel.

Libero 38

Lun, 24/09/2018 - 16:17

La merkel fa gli interessi dei tedeschi cosa che non fanno i politici italiani.Non credo che la signora avra' problemi se sara'rimandata in italia dopo che l'ex vendinocelle di pomigliano ha promesso il reddito di cettidinanza.

acam

Lun, 24/09/2018 - 16:19

Blent Lun, 24/09/2018 - 11:52 loro hanno fatto una legge e a quella si attengono se la signor é da meno di cinque hanni la avra un'assistnza temporanea dopo cinque anni se la terrebbero capito pd?

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Lun, 24/09/2018 - 16:21

Se fosse vero sarebbe solo da attribuire al fatto del non rispetto verso i colleghi italici. I tadeschi sanno e sono abituati che i politici Italiani fin ora erano lecchini sottomessi allá germania e UE, dal 1994 con l´avvento di Silvio l´italia non conta piú un tubo, a differenza della turchia p.e. dove Erdogan si fá rispettare e si fa pure pagare con miliardi, mentre i renzusconi si accontentano dei rolex,e delle promesse. In tutti i modi per arrivare al punto che raccontate bisogna essere fautori di reati gravi sennó chi Ca*** ti muove dal suolo teutonico. oltre agli gli uffici del lavoro locali, esiste l´assistenza sociale specie quando ci sono bambini di mezzo. è l´Ufficio immigrazione, Ausländer Amt non ha un tubo a che vedere con i migranti europei, al massimo ti augurano buona giornata e buona fortuna.

Ritratto di Pictures

Pictures

Lun, 24/09/2018 - 16:32

niente di nuovo, sono regole comunitarie, sei liberissimo di risiedere in un altro paese comunitario a condizione che tu possa mantenerti. Logico e giusto. Verso l'inizio degli anni 2000, cioè quasi 20 anni fa, mi è arrivata la stessa lettera, ero laureando e vivevo lì da un paio d'anni. Ho ottenuto un contratto di lavoro, poi creato una start up, e tutto a posto. Forse non si sa, ma da ca. 6-7 anni c'é una vera e propria migrazione di italiani in Germania, specialmente a Berlino, deejays, programmatori, "artisti" che lavoricchiano, abitano in case sociali e vivono di sussidi... con una specie di passarola sono nel frattempo tantissimi, talmente tanti che le erogazioni del welfare sono probabilmente arrivate al limite. PS: In verità tedeschi ci adorano.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 24/09/2018 - 17:32

Beh, nel Bel Paese non è che si stia tanto sugli allori: c'è un sacco di gente, erede degli Eroi del Risorgimento del Piave e della Resistenza, che aspetta un alloggio pubblico e se lo trova già occupato da persone che non hanno mai pagato un centesimo di tassa e della Storia passata del paese ospitante la "superano" facendo lo gnorri e alzando le spalle.

honhil

Lun, 24/09/2018 - 17:50

E’ da anni oramai che ciò succede un po’ dovunque, in Europa. Con il Belgio che si mostra il più battagliero: anche quando si è in presenza di minori nati in Belgio.

killkoms

Lun, 24/09/2018 - 21:44

@direttoreemilio,l'Italia non conta un tubo grazie alla fecia rossa!perché sono cos' "avvelenati" i vari organismi europei e/o internazionali? perché non sono più al governo gli eterni "utili i()ti"!quelli dell'accogliamo tutti a scapito degli italiani!basti pensare a quando,una nave carica di profughi siriani,fu bloccata da un guasto al largo del peloponneso (grecia)!le autorità greche,per competenza,iniziarono le manovre per portare la predetta nave in un loro porto,ma subito i profughi dissero che loro "volevano andare in Italia"!detto fatto!un paio di telefonate,e la nave viene rimorchiata verso l'Italia (sicuramente anche a nostre spese)!

killkoms

Lun, 24/09/2018 - 21:57

@dyn11,gli italiani in germania ci vanno dagli anni 50,e lavorano duramente!e i tedeschi (che ci "amano" ma non ci "apprezzano") lo sanno benissimo!la norma,varata nel 2017,è diventata così restrittiva,e perché anche la congiuntura economica tedesca non è tanto favorevole sul fattore previdenziale,e perché i crucchi si sono accorti che molti dei nuovi migranti (i soliti comunitari euro-orientali) lavoravano il minimo indispensabile per sfruttare il welfare!