Ivanka Trump, l'incredibile successo della figlia di Donald

Il successo della figlia preferita del Presidente degli Stati Uniti sta diventando dirompente: abiti, profumi e marketing, nonostante i tentativi di boicottaggio, Ivanka Trump sta sbarcando il lunario

Ivanka Trump, in realtà, Ivana Marie Trump, secondogenita del Presidente degli Stati Uniti d'America, è attualmente protagonista di un'incredibile serie di successi nei suoi campi lavorativi. Quella che da molti è indicata come la vera first lady della Casa Bianca, del resto, sembra aver preso proprio dal padre il fiuto per gli affari. Se non proprio first lady, in un ruolo per ora abbastanza atipico, Ivanka Trump è sicuramente considerata la first daughter, la prima figlia della politica americana. Un ruolo marcato, molto di più rispetto a quello che fu di Chelsea Clinton, ad esempio. Per l'età, certo, ma soprattutto per una naturale predisposizione.

Si pensi, esemplificativamente, che nonostante i vari tentativi di boicottaggio subiti, la sua linea di abiti continua ad aumentare il numero degli acquisti da parte degli utenti. Nello specifico, secondo Lyst, la community inglese che interessa la maggior parte dei marchi, Ivanka Trump ha incrementato le vendite dei suoi vestiti del 346%. Certo, l'attenzione continua dei media costituisce un aiuto decisivo, ma Ivanka aveva già dato prova di avere notevoli qualità da imprenditrice sin dall'ingresso nel gruppo del padre risalente al 2005.

Non solo vestiti, però. Ivanka sta spopolando anche nel campo dei profumi: tra i Best Sellers di Amazon Usa, figurano 'Ivanka Trump Eau de Parfum Spray For Women, 3.4 Fluid Ounce' (72,95 dollari, il prezzo) e il Roller Ball 'Ivanka Trump For Women 0.20 EDP'. Questo, dopo che la piattaforma Nordstrom, 350 negozi negli States, aveva comunicato lo scorso 3 Febbraio la decisione di non distribuire più il marchio di Ivanka Trump. La guerra mediatica alla famiglia Trump, insomma, passa dagli strumenti tradizionali, ma arriva sino alle grosse catene di vendita che starebbero cercando di mettere i bastroni tra le ruote anche alla figlia del Presidente, la quale, tuttavia, prosegue indomita lungo la sua serie di successi commerciali.

Il 2 maggio, inoltre, uscirà nelle librerie “Women Who Work: Rewriting the Rules for Success”, ( Donne che lavorano: Riscrivere le regole per il Successo) il secondo libro di Ivanka Trump. La first daugher non è insolita alle pubblicazioni di questo genere: già nel 2009 aveva pubblicato un libro sulle sue strategie aziendali. The Trump Card, infatti, n The Trump Card, come spiegato in questo articolo di Formiche.net, è un'opera che cerca di estendere le competenze di Ivanka anche a chi non è "figlio di". Di Donald Trump, in questo caso, lo stesso che avrà certamente contribuito ad infondere in Ivanka questa identità positiva e vincente. Qual è, però, l'orgine di questa mentalità imprenditoriale? I ben informati sapranno che per Donald, quindi anche per Ivanka Trump, un ruolo centrale lo hanno giocato alcune personalità del mondo neopentescostale, dalla pastora Paula White, nota per la sua “teologia della prosperità”, al pastore Samuel Rodríguez, presidente della National Hispanic Christian Leadership Conference, primo evangelico latino partecipante ad un’investitura di un Presidente degli Stati Uniti.

Se il padre queste guida spirituali rappresentano un ruolo centrale, però, Ivanka Trump, ha dichiarato di essersi ufficialmente convertita all'ebraismo, seguendo le orme del marito, Jared Kushner, un altro enfant prodige nel mondo dell'economia americana. Anche in questo caso, però, i soliti detrattori hanno voluto porre dei dubbi sulla reale veridicità della conversione di Ivanka. Insomma, l'attacco dei media progressisti coinvolge la figlia quasi quanto il padre, Ivanka Trump, però, tira dritto e consolida il suo ruolo nell'economia americana.

Commenti

alox

Dom, 12/03/2017 - 20:46

Inatteso successo? La lista si allunga delle compagnie che scaricano i prodotti di Ivanka...solo qualche settimana fa' le minacce di Trump (con l'eco di Kelly Conway) erano in prima pagina...

alox

Dom, 12/03/2017 - 20:55

Cosi' ieri Trump si e' vantato del calo della disoccupazione in USA a meno del 5% merito suo; peccato che due mesi fa' lo stesso Trump diceva di non credere agli stessi numeri e diceva che allora era del 30% o 40%; in poche settimane i numeri sono veritieri...QUANDO UN BUGIARDO DICE IL VERO NON E' CREDIBILE!

gpl_srl@yahoo.it

Lun, 13/03/2017 - 09:56

Alox dovrebbe essere gia engli USA e prepararsi a diventare lui presidente ! certamente lui saprebbe far meglio di trump e certamente lui, incapace di mentire, saprebbe imporsi agli USA con destrezza e grandi doti da condottiero non viva trump ma viva ALOX

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Lun, 13/03/2017 - 09:57

....ne vorremmo qualcuno di questi "INCREDIBILI BUGIARDI".....lol

Ritratto di Sampras

Sampras

Lun, 13/03/2017 - 10:26

Notizia futile.

alox

Lun, 13/03/2017 - 10:53

@gpl NO no, MIKE PENCE FOR PRESIDENT! Togliere dalla sala dei bottoni il babbuino arancione: ber il bene di tutti! @SEXYBOMB una volta al giorno, anche un orologio rotto segna l'ora esatta.

ziobeppe1951

Lun, 13/03/2017 - 11:16

alox ...non perderti d'animo..continua a rosicare..quanto ti passa Soros per sparar minkiate

alox

Lun, 13/03/2017 - 23:21

ziopeppe1951 mi sembri pimpante oggi hahahahah; Da persona di centro-DESTRA, da Repubblicano non ho mai e poi mai visto un voltafaccia, un voltabandiera, un personaggio cosi' contraddittorio come Trump MAI VISTO! E' sotto gli occhi ed orecchi di TUTTI