Il Senato non trova l'accordo e manda l'America in shutdown

Fallite le trattative su bilancio e migranti. Ora la macchina federale si ferma

Non è nel modo migliore che Donald Trump ha festeggiato il primo anniversario del suo giuramento da presidente. Nella notte, con una stretta di mano tra i Democratici che siedono al Senato, è arrivato infatti lo "shutdown" per il governo americano, dopo che l'accordo sulla legge di bilancio per autorizzare la spesa pubblica (e sul tema dell'immigrazione) non è stato raggiunto.

Gli uffici amministrativi federali si fermano così, nella notte americana, a distanza di anni dall'ultima volta. Era allora il 2013 e nello Studio ovale c'era Barack Obama, ma a rendere quell'occasione diversa era il colore dell'amministrazione. Oggi i due rami del Congresso sono entrambi in mano al Partito repubblicano, ma la risicata maggioranza del Senato non è bastata a garantire che lo shutdown si evitasse.

Furente la reazione di Trump, che sui social media pochi minuti prima dello scadere del tempo utile, aveva già accusato i suoi avversari di voler "sminuire il grande successo dei tagli alle tasse, e ciò che stanno ottenendo per la nostra economia in forte espansione".

Diametralmente opposta l'opinione dei Democratici, che invece accusano la Casa Bianca di non avere cercato di mediare, soprattutto sulla questione dei Dreamers, i figli di immigrati arrivati irregolarmente negli Stati Uniti da bambini. Chuck Schumer, leader della minoranza, aveva malvolentieri ventilato anche la possibilità di accettare un finanziamento del muro al confine messicano, se una soluzione fosse stata trovata. E ora punta il dito: "La responsabilità è del tutto sulle spalle di Trump".

"I democratici - è tornato poi ad attaccare Trump - sono molto più preoccupati per gli immigrati illegali che per i nostri grandi militari o per la sicurezza ai nostri pericolosi confini meridionali".

Commenti

claudioarmc

Sab, 20/01/2018 - 08:44

Ricordo quando, a parti invertite, la nostra corrispondente Botteri, quella per intenderci di "Michelle è sempre più bella", con voce rotta dall' emozione affermava come la decisione degli opposotori del presidente Obama portasse alla chiusura di scuole, musei, ospedali e altri uffici pubblici. Aspetto oggi analogo appello nei confronti dei Democratici.

VittorioMar

Sab, 20/01/2018 - 09:01

...IN QUESTI POCHI MESI DI PRESIDENZA TRUMP ,LA BORSA USA HA GUADAGNATO IL +42% !!...QUALCUNO DIRA': E' POCO !!...MIMI ACCONTENTEREI!...MI ACCONTENTEREI!!

Ritratto di FoxMulder

FoxMulder

Sab, 20/01/2018 - 09:13

I Repubblicani hanno 51 senatori contro 49 democratici per cui significa che qualche repubblicano ha tradito!!

Andrea_Berna

Sab, 20/01/2018 - 09:17

Magari se si spiegasse che la trattativa si è arenata per il rifiuto da parte di Trump di accettare l'amnistia richiesta dai democratici per 3,5 milioni di inmigrati illegali, si renderebbe un servizio ai lettori...

giovanni PERINCIOLO

Sab, 20/01/2018 - 09:23

...."serve intesa bipartisan".... Dove per "intesa" si intende sottomttersi ai ricatti della mafia liberal dei soros, clinton, obama e soci.....

Andrea_Berna

Sab, 20/01/2018 - 09:48

Servono 60 voti per evitare la chiusura quindi la maggioranza attuale non basta. Triste e meschino che la sinistra americana ricatti un paese intero in cambio di una gigantesca amnistia per 3.5 milioni di clandestini. Trump vuole interrompere la tradizione obamiana di far entrare milioni di irregolari per poi amnistiarli. Quegli irregolari tolgono lavoro agli americani e ne abbassano i salari. La sinistra su questo non concede sconti: glielo chiedono i giganti californiani dell'high tech, i loro sponsor principali, che vogliono manodopera immigrata a costi sempre più stracciati. Saranno puniti alle elezioni di mid term, i democratici: i sondaggi mostrano che gli americani non ne possono più

Ritratto di tulapadula

tulapadula

Sab, 20/01/2018 - 09:51

Capita quando si ha una maggioranza risicata al senato e si vuole far politica in modo autoritario e arrogante che poi ci si trovi a dover fare i conti con avversari politici (e qualche repubblicano scocciato pure) poco accomodanti. Chissà che questo non porti consiglio e che in futuro non si veda una politica più equilibrata è ragionata da parte di the Donald.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Sab, 20/01/2018 - 09:59

Negli USA vige il regime presidenziale quindi Trump può ignorare lo stop temporaneo del Senato. Nessuno può opporsi alle sue decisioni ed alla sua volontà, questo è il grande vantaggio dei regimi presidenziali su quelli parlamentari (ad esempio in Italia il parlamento troppo spesso è un pollaio di chiacchiere inutili che bloccano l'esecutivo). Per fortuna nel nostro programma (punto voluto fortemente da Berlusconi) c'è l'elezione diretta del Presidente della Repubblica e questo vorrà dire: unità di comando, rapidità nelle decisioni, prontezza nella attuazione, sostanziale insignificanza del voto parlamentare. Se ne parla poco, ma è tra i punti più qualificanti del nostro programma.

tosco1

Sab, 20/01/2018 - 09:59

I Dem,ovunque,che sia in USA,in Italia, od altro,se sono all'opposizione,si comportano da indignati oppositori del legittimo presidente o governo:il potere spetta a loro di diritto.Che il popolo non li abbia votati, non viene considerato.Quando,invece,sono al governo, richiamano alla responsabilita' democratica per avere i supporti giusti per le loro abituali malefatte politico-economiche,contro i cittadini. Mettiamo che l'ignobile job act di Renzi l'avesse fatto Berlusconi: una rivoluzione francese era scontata.Lo fa Renzi, e parte la Fake News renziana dell'interesse dei lavoratori per quell'obbrobrio di Legge.E tutti zitti.Sono fatti cosi',dalla nascita.

rudyger

Sab, 20/01/2018 - 10:08

Il danno lo hanno fatto agli americani. I democrat americani sono come i comunisti del PD. Si tagliano le palle per far dispetto alla moglie e come la sinistra italiana si decelebrano se gli toglie il potere (satanico quello dei nostri).

MOSTARDELLIS

Sab, 20/01/2018 - 10:13

Caro claudioarmc: come sa i sinistri hanno sempre due pesi e due misure, per cui,c ome già sa, la Botteri difficilmente darà la notizia con le lagrime agli occhi, anzi sarà esattamente il contrario, come sempre quando deve dare una brutta notizia su Trump, che sprizza allegria da tutti i pori. Purtroppo la RAI, i Ministeri, i posti chiave delle istituzioni italiane sono in mano a questi beceri sinistri che non hanno ancora capito che, oltre alla loro visione, c'è anche un altro mondo, fatto di cose reali e di persone reali, ben lontani dal loro squallore di radical shick.

Arch_Stanton

Sab, 20/01/2018 - 10:20

Esito votazione Camera: 230 SI - 197 NO Al Senato i repubblicani hanno 51 voti su 100, non controllano un bel niente perché ne servivano di più per approvare il bilancio. Non sono bastati neanche i voti favorevoli di 4 senatori democratici.

Arch_Stanton

Sab, 20/01/2018 - 10:23

Quando nel 2013 sotto Obama ci fu uno shutdown, la colpa era dell'opposizione. Oggi con Trump la colpa è della maggioranza. Insomma è sempre colpa dei repubblicani cattivi. I democratici hanno preferito gli immigrati clandestini al rinnovo dell'assistenza sanitaria per i bambini americani (CHIP).

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 20/01/2018 - 10:25

L'importante è avere a disposizione un pretesto al giorno per creare problemi al cattivone...

Arch_Stanton

Sab, 20/01/2018 - 10:25

La questione è molto semplice, su 100 senatori la maggioranza assoluta non basta ma bisognava arrivare a quota 60. Dunque servivano i voti dei democratici che però chiedevano in cambio la regolarizzazione degli immigrati clandestini. Ovviamente sapevano bene che Trump non l'avrebbe mai concessa.

Michele Calò

Sab, 20/01/2018 - 10:28

Ovunque sia la presenza lib-dem ovvero la massoneria ashkenazita sionista dei Rockfeller e Soros agli ordini dei Rothchild è sempre la solita storia. Iniziò con la Dottrina Monroe del 1830 per arrivare a Bretton Woods ed al Britannia. Siamo in mano ad una setta di appena 2000 insividui.

Ritratto di I1-SWL527

I1-SWL527

Sab, 20/01/2018 - 10:36

ma che bel presidente che vi piacerebbe avere cari lettori comunisti

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 20/01/2018 - 10:36

Andrea_Berna:concordo!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Sab, 20/01/2018 - 10:41

I "DEMOCRATICI" AMERICANI HANNO BLOCCATO IL GOVERNO?!ALLORA CHE TRUMP STOPPI IL PAGAMENTO DEI SALARI DEI PARLAMENTARI "DEMOCRATICI" PER MANCANZA DI FONDI!É POI VEDIAMO COSA DIRANNO QUESTI QUANDO A FINE MESE NON VERRANNO I SOLDI SUI LORO CONTI?!É SE UN GOVERNO ELETTO DAL POPOLO VIENE BLOCCATO DA DEI IRRESPONSABILI ALLORA QUANDO AGLI OSPEDALI!AZIENDE TRANVIARIE!LINEE DI BUS!ASILI INFANTILI!ESERCITO! NON POTRANNO ESSERE PAGATI CHE QUESTI ANDASSERO DAI "DEMOCRATICI" A PRETENDERE I LORO SOLDI!.

Ritratto di tulapadula

tulapadula

Sab, 20/01/2018 - 10:44

Prima che le solite malelingue commentino aggiungo che lo stesso errore di arroganza politica lo fece Obama a suo tempo, la mia non è una critica solo a Trump. Dalle mie parti si dice "Se non hai il fisico stai a casa"... traslando oil concetto: se nono hai una maggioranza solida abbassa le orecchie e fai politica per portare a casa il risultato, invece di mostrare i muscoli. Lo shutdown è la conseguenza di un'incapacità politica del presidente, nero o biondo esso sia.

Pippo3

Sab, 20/01/2018 - 10:49

i democratici alle prossime elezioni pensano di ottenere il voto di quelli che si sono visti bloccare lo stipendio?

idleproc

Sab, 20/01/2018 - 11:18

La battaglia "globale" che è una battaglia chiave per il futuro dell'umanità è con schierati da una parte un'alleanza eterogenea di stati-nazione, popoli, culture, democrazie occidentali sempre più compromesse all'interno, dall'altra una banda organica ideologica e operativa che li sta cancellando trasformandoli in plebe indifferenziata etnicamente e culturalmente e servitori della gleba. E' una battaglia contro le oligarchie oconomico-finanziarie che occupano i punti chiave e gestiscono l'informazione del pensiero unico e taroccano da posizione di monopolio attivamente la "rete". In effetti è anche una battaglia contro la "corruzione" lobbistico-monopolista. "America First", non è una chiusura verso gli altri "First", è una bandiera comune di battaglia.

magnum357

Sab, 20/01/2018 - 11:26

Qualche giuda pronto ad accoltellarti per 30 denari c'è sempre !!!!! Anche Trump non è immune da cio' !!

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 20/01/2018 - 12:00

----con il DACA----circa 800 mila all'epoca ragazzini di genitori irregolari-arrivati in usa non per loro decisione-dopo uno screening di sicurezza--hanno potuto studiare in america--lavorare in america --godere della copertura sanitaria in america--la maggior parte di essi ha potuto espletare pure il servizio militare nell'esercito americano-servire il paese dunque--tutti con fedina penale ultrapulita--insomma--hanno partecipato alla vita civile e sociale della nazione e dato il loro contributo-non conoscono altro paese che l'america perchè sono arrivati da piccoli---ora--dopo 15 anni---trump --piuttosto che ringraziarli e conferire loro la tanto agognata cittadinanza che si sono strameritati--vuole rispedirli nelle loro patrie e tanti saluti--è sensato tutto ciò?--lo shutdown è quasi ovvio--e vorrei chiedere al pippuzzo secondo lui questo quasi milione di persone chi voterà prossimamente su questi schermi?-

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Sab, 20/01/2018 - 12:01

Gentile lettore rispettoso del "Popolo Sovrano" ora si ha la "prova provata" che ben al di sopra degli interessi del "Popolo Sovrano" vi sono i cultori degli interessi del NWO! Il Partito Democratico Usa rinnovella l'antico "Muoia Sansone con tutti i Filistei"! Secondo il NWO gli States debbono scomparire dal novero della Libertà! le Elite si profondono per la Dittatura NWO ed esaltano la Cina di Xi! Sereno anno ... Libertà o cara

MA22

Sab, 20/01/2018 - 12:30

Nessun repubblicano ha tradito dato che al senato ci vogliono 60 voti su 100. Comunque inutile criticare i democratici quando gli stessi repubblicani hanno “bloccato” gli Stati Uniti nel 2013 (con Obama)

umbertoleoni

Sab, 20/01/2018 - 12:46

credo che presto dovro' prendere la pasticca anti vomito ed ascoltare (e soprattutto vedere) le corrispondenze della BOTTERI le quali ci mostreranno le tragiche e vergognose consegenze della presidenza Trump con le orripilanti ricadute sui poveri disgraziati cittadini americani ! Nonostante il serio rischio di vomito, ci sara' sicuramente da sbellicarsi !

umbertoleoni

Sab, 20/01/2018 - 12:52

ANDREA BERNA, non so se i media americani, i quali notoriamente agiscono in coro contro Trump, HANNO DIFFUSO LA NOTIZIA DI QUESTO VERGOGNOSO RICATTO, ma se lo hanno fatto, gli americani non sono scemi come gli antitrampiani "botteriani" italiani ... e sapranno ricordare...

umbertoleoni

Sab, 20/01/2018 - 13:00

TULAPADULA, il tuo e' un commento da prendere ad esempio sul come deve essere un commento sciagurato ! Secondo quello che scrivi, seA MAmbrerebbe che Trump a casua di una maggioranza risicata, NON HA MOSSO UNA MAZZA in questo suo anno di presidenza ! I fatti direbbero l'esatto contrario a giudicare da come sono imbestialiti i democratici USA (ed i nostrani compagni) a causa delle sue riforme epocali in essere !

DRAGONI

Sab, 20/01/2018 - 13:03

IL VIRUS ROSSO HA IMPESTATO ANCHE GLI USA!!

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 20/01/2018 - 13:04

anche in America quelli di sinistra amano i clandestini. Chissà cosa ci trovano di speciale.

Totonno58

Sab, 20/01/2018 - 13:38

Che goduria

Tuthankamon

Sab, 20/01/2018 - 14:21

Non diciamo fesserie per favore. La macchina federale NON si ferma. Come non si fermò nel 2013 con Obama. Il meccanismo è diverso. E molto diverse sono le implicazioni politiche di Trump rispetto ad Obama. Trump sta cambiando lalinea politica USA, Obama era "allineato con l'establishment liberal".

Gianni11

Sab, 20/01/2018 - 14:45

Come in tutte le nazioni occidentali bianche, la sinistra preferisce i clandestini non-bianchi ai cittadini. Lo scopo? Distruggere l'etnia, identita' e cultura della nazione. La sinistra e' sovversiva, da sempre, in tutto.

pier1960

Sab, 20/01/2018 - 14:57

tutto il mondo è paese, però gli USA hanno un presidente con le palle...noi? lasciamo perdere.....

umbertoleoni

Sab, 20/01/2018 - 15:12

EL KID: fonte inesauribile ed insostituibile di sapienza, saggezza e cultura. Purtroppo pero, c'e'questo problma con le canne che non riesci proprio ad afrontare e quindi, a risolvere. Ma il dramma maggiore, e'perla gente perbene che frequesta questi paraggi, perche'NON TI ASSENTI PIU'DI UN QUARTO D'ORA !!! Ma di che campi ... olre che di canne ?

ILpiciul

Sab, 20/01/2018 - 15:42

Presidente eletto, non faccia progionieri!

greg

Sab, 20/01/2018 - 15:43

FOXMULDER - si, il primo è John McCain, ormai accecato d'odio contro Trump, che al contrario di lui è stato eletto Presidente alla sua prima prova elettorale. IO sono e resto amico di McCain, per una questione di amicizia antica, ma gli ho scritto una lettera e gli ho detto che sta chiudendo la parabola della sua vita comportandosi in modo vile verso la sua stessa patria, che pure ha servito come militare

Pippo3

Sab, 20/01/2018 - 15:58

@elkid sei proprio un pirlacchione, se hanno la cittadinanza che problemi ci sono? Se non ce l'hanno non votano.

magnum357

Sab, 20/01/2018 - 16:58

Abbassare i costi della manodopera e schiavizzare i cittadini è un atto tipico e sogno perseguito dalla sinistra in tutto il mondo, in Italia lo stanno già facendo con risultati disastrosi per le nostre famiglie sempre più emarginate nel contesto sociale con lavori precari per milioni di persone, sempre più in difficoltà ogni giorno !!!!! Di voltaggabbana è pieno il mondo e anche negli Us.

pilandi

Sab, 20/01/2018 - 17:25

Trump non può pensare di fare sempre e solo ciò che vuole lui. Questi sono i risultati.

il nazionalista

Sab, 20/01/2018 - 17:29

La sinistra europea, pur con delle differenze fra Paese e Paese, ha SEMPRE tutelato gli stranieri a danno dei propri Connazionali - a parte l' Italia, la cui sinistra cerca in tutti i modi di CANCELLARE gli Italiani!! In America invece non era così, ma dopo il mandato presidenziale di barack ' abbronzato ' hussein, la sinistra USA si è uniformata in tutto e per tutto a quella europea!!

Ritratto di realbadpunisher

realbadpunisher

Sab, 20/01/2018 - 17:37

Mr. Lucio Di Marzo, I do understand that this is a right-wing newspaper, but can I ask you and everyone else on this forum, how many of you guys have ever visited here( the States)? And how on earth do you get this fake information about what the people want and our politics? I do have fun reading your rightwing agenda filled articles and responses from people on this forum that seem very incapable of making rational arguments. Now let's see, Italy is a country of Millions of people and it seems like every election cycle the only man that you guys see as your savior is Berlusconi. I am kinda wondering why all the people on this forum that seem to know a lot about what happens here in my country, why can’t you guys focus that same energy in your country and fix it instead? Let's see how many of you guys will respond to me. Grazie

perriv49

Sab, 20/01/2018 - 17:49

E' proprio vero che i democratici(che di democratico non hanno nulla)sono mxxxa uguale dappertutto.

Armandoestebanquito

Sab, 20/01/2018 - 18:15

Questo è quello che succede ai dilettanti allo sbaraglio come Trump, che dopo aver vinto le elezioni per poco margine, pensano di essere diventati Dio ... non riescono a capire che tutto ciò che ne entra, ne esce ... quello che ne sale , ne va giù e così elencando A prescindere dall'Italia in cui anche non vincendo rimani al potere per un bel po ', questo vuoldire democrazia

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 20/01/2018 - 18:15

Memphis35 Certo! E la cosa raccapricciante è che questo giornale, che dovrebbe essere di destra, si unisce al coro di quegli imbecilli che criticano Trump e Putin, senza capire che sono loro le uniche speranze concrete di salvare il nostro pianeta dalla catastrofe! Se crollano Trump e Putin, dopo pochi anni ci ritroveremo in un pianeta diviso fra cina e islam. E allora sì che sarà una bella festa!

michettone

Sab, 20/01/2018 - 18:46

DICIOTTESIMO INVIO.....! Ho solamente constatato che quando esisteva lo schiavismo ed i neri,venivano trasportati dall'Africa negli Usa, lo facevano solamente perché avessero mano d'opera a basso costo! Quando venne contestato ai padroni e proprietari degli uomini e donne neri, che non potevano considerarli schiavi e proprietà privata, SCATURI' la GUERRA DI SECESSIONE! Oggi, i democratici in Parlamento, stanno facendo proprio quanto praticato dai loro avi: non vogliono mollare, uomini e donne entrati illegalmente,che vengono sottopagati! Nulla di più! VOI DEL GIORNALE, VORRESTE DIRMI DOVE STANNO LE PAROLACCE, PER LE QUALI, NON PUBBLICATE I MIEI PRECEDENTI COMMENTI?

greg

Sab, 20/01/2018 - 20:42

PILANDI - ma cosa ne vuoi capire tu di Trump e di Stati Uniti, che te ne stati acquattato come una pantegana nel tuo cento sociale. Trump non fa le cose come vuole lui, ma come gli chiede il popolo americano che lo ha votato e eletto Presidente

greg

Sab, 20/01/2018 - 21:14

@ Armandoestebanquito - A parte che a me ha dato la netta idea che chi si credeva un Dio era la Clinton, che pensava di avere già vinto le elezioni arrivandovi in carrozza, solo perchè protetta dalle banche d'affari, dai paesi mussulmani che facevano affari con Obama, e la Clinton, dalla sinistra americana, che è anche peggio dei comunisti italiani. Trump non si sogna neppure di credersi un Dio, ma solo delegato dal popolo americano per fare tornare forte ed efficiente l'Americ, che Obama ha ridotto a livello di cesso. PER FAVORI MI SPIEGHI QUESTA FRASE "non riescono a capire che tutto ciò che ne entra, ne esce ... quello che ne sale , ne va giù e così elencando" Chi non riesce a capire?? Lo sappiamo che in Italia, anche se non vinci rimani al potere!!E QUESTA NON E' DEMOCRAZIA

Dordolio

Sab, 20/01/2018 - 21:15

Elkid quello che non capisci è che non si tratta solitamente di giovani che nel tempo si sono conquistati "i gradi" sul campo per essere cittadini USA a pieno titolo. Spesso sono gente ai margini della società, che campano di malavita. E che quando lavorano - sottopagati - fanno il gioco del grande capitale (a cui appartengono Soros & C), che dispone così di schiavi a danno dei cittadini che invece non si fanno mettere sotto. E che per l'appunto hanno votato Trump......

Dordolio

Sab, 20/01/2018 - 21:22

@realbadpunisher: Dear friend, what we have understood here in Italy is why the American people voted for Trump. If you did not understand it, what you say you live in America, I'm afraid we can not help you ...

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Sab, 20/01/2018 - 21:30

BOICOTTAGGIO DEI COMUNISTI. IMMONDIZIA

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Sab, 20/01/2018 - 21:31

@ Andrea_Berna HA FATTO BENISSIMO. MA QUALE AMNISTIA RISBETTETELI A CALCI IN CxxO DA QUEI CESSI DI PAESI DA CUI PROVENGONO !!!!

faman

Sab, 20/01/2018 - 22:10

ma questo grande decisionista cosa sta facendo in politica estera? in Africa spadronegguia la Cina, in medio oriente la fa da padrone Putin, in Europa si è fatto tanti nemici ( è riuscito pure ad inimicarsi il grande alleato di sempre l'Inghilterra ), in Corea? grande inquietante incognita!

antonio.s.

Dom, 21/01/2018 - 01:12

Caro Andrea Berna di circa 16 ore fa. Secondo te i migranti (braccianti) clandestini messicani sono voluti dai giganti della hi tech californiana. Cioè Apple e Google hanno bisogno di giardinieri a basso costo? Toglimi una curiosità ma tu che lavoro fai, analista finanziario per caso?

Dordolio

Dom, 21/01/2018 - 09:16

Faman, non tutto quello che Trump sta facendo mi piace. Ma ho visto le tendine canadesi degli americani veri, accampati e senza lavoro con la bandierina nazionale sopra. E direi che PRIMA il Donald debba occuparsi di lavare i panni sporchissimi che in casa gli ha lasciato Obama con la sua cricca di parassiti milionari (Clinton e soci). Poi si dedicherà al resto....

faman

Dom, 21/01/2018 - 16:31

#Dordolio - premetto che in genere sono un ammiratore degli Stati Uniti e penso che i Presidenti agiscono coumunque per il bene ma anche e soprattutto per gli "intersessi" degli USA. Ci andrei piano a definire la "cricca" di Obama, ogni Presidente (Trump incluso) favorisce delle lobby e di conseguenza degli interessi che in America non sono milionari, ma miliardari, e Trump non fa eccezione.

Dordolio

Dom, 21/01/2018 - 20:45

Il punto faman, senza essere io un ammiratore di Berlusconi, è che Trump è ricchissimo. E come il Silvione nostro non è comprabile. E può tenere a distanza certe lobby. Entrambi invece - questo sì - sono ricattabili come il Berlusconi scoprì a sue spese quando nel giro di pochi minuti solo giocando in borsa (Soros?) fecero perdere a Mediaset il 5%. Ne parlò solamente - pensate - un deputato leghista... La cricca obamo-clintoniana è invece composta da professionisti assai benestanti (avvocati per lo più), ma acquistabili come ad un supermarket.