Di Maio accusa Renzi: "Con Regeni finirà come con i marò"

Il vicepresidente della Camera scrive su facebook i suoi timori sulla vicenda. "Le aziende hanno Renzi al guinzaglio"

Sono gli interessi economici a legare le mani al governo. O il governo a farsele legare. Lo scrive su Facebook Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera, convinto che "la verità sulla vicenda di Giulio Regeni farà la fine dei marò".

Il membro del direttorio grillino affonda il colpo, aggiungendo che "in India il governo italiano preferì le commesse di elicotteri Finmeccanica piuttosto che pretendere il rimpatrio dei nostri fucilieri di marina" e che anche per l'Egitto "si rischia di preferire gli interessi economici" rispetto alla risoluzione del caso Regeni.

"L'Eni ha interessi stratosferici ed Edison, Intesa Sanpaolo, Pirelli, Italcementi, Ansaldo, Tecnimont, Danieli, Techint, Cementir stanno piantando tende", aggiunge Di Maio, convinto "alcuni di questi gruppi hanno Renzi al guinzaglio", fatto che impedirà al governo di farsi sentire e pretendere una soluzione reale all'omicidio del giovane ricercatore italiano.

Con questo Governo, la verità sulla vicenda di Giulio Regeni farà la fine dei Marò. In India il Governo italiano preferì...

Pubblicato da Luigi Di Maio su Domenica 7 febbraio 2016
Annunci
Commenti
Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 07/02/2016 - 15:52

Di Maio:la "piccola differenza",all'origine dei due fatti non la noti??!!

fenix1655

Dom, 07/02/2016 - 18:06

Penso che Di Maio abbia centrato il cuore del problema. La sudditanza del PD e della sinistra in genere alle lobby bancarie ed industriali non ha eguali in nessun altro partito.E lo abbiamo visto. La sinistra, uscita intonsa dalle inchieste della prima repubblica grazie agli "amici", parecchi dei quali comodamente seduti in parlamento, è ormai così radicata nel tessuto economico, sociale, amministrativo, giudiziario ecc. ecc. ecc. che rimane bloccata ad ogni accadimento, senza nessun margine di manovra. Tanto da rendere inutile l'eventuale vittoria di qualsiasi altro partito alle prossime elezioni politiche o amministrative. Riuscirebbero a bloccare ogni governabilità agli avversari.E lo abbiamo visto. Questo il Berlusconi lo ha ben capito preferendo ormai un futuro da "miglior perdente" che da vincitore in compagnia.

maricap

Dom, 07/02/2016 - 18:14

Di Maio il fighetto a cinque stelle. Macché dice sto Belin ( Cazzon) Mischia il miele con la merd. I fucilieri sono militari italiani, che erano messi sulla nave per difenderla dai pirati, mentre Regeni era in Egitto, mandato da chi gli passava di che vivere, senza dover lavorare. Perseguire i mandanti no?

Tuthankamon

Lun, 08/02/2016 - 16:26

Beh, su questo non ci voleva l'opinione di DI Maio per capirlo. E' la normalità italica. Tante chiacchiere retoriche poi il silenzio tombale. Parlo del povero Regeni come cittadino italiano. Se era andato a "salvare il mondo" stile Sgrena, va comunque capito cosa è successo veramente. I Marò SONO STATI MANDATI, lui no!

giovannibid

Lun, 08/02/2016 - 18:10

paragone molto inappropriato SI VERGOGNI