La Nato non difenderà Israele in caso di attacco iraniano

Dopo l'escalation di queste ultime settimane, il segretario generale dell'Alleanza Atlantica Jens Stoltenberg ha dichiarato che, in quanto semplice stato partner, Israele non potrà essere difeso dalla Nato in caso di attacco iraniano.

Jens Stoltenberg durante il meeting dei ministri degli Esteri della Nato tenutosi a Bruxelles il 27 aprile scorso.

La Nato decide di smarcarsi da una possibile altra guerra nel Medio Oriente. In un'intervista al settimanale tedesco Der Spiegel, il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg ha infatti dichiarato: "Nel caso venisse attaccato dall'Iran, l'Alleanza Atlantica non interverrà per difendere Israele. Israele è un partner, ma non un membro dell'organizzazione, e le garanzie di sicurezza di quest'ultima non si applicano allo stato ebraico". Solo poche settimane fa, la repubblica degli ayatollah aveva attuato la già annunciata vendetta in risposta agli attacchi israeliani contro le postazioni di Teheran in Siria, lanciando una ventina di missili sulle alture del Golan, quasi tutti prontamente neutralizzati.

Affermazioni quelle di Stoltenberg che puntano a stemperare il clima sempre più teso tra le due nazioni, acuitosi anche dopo le mosse di Donald Trump di ritirare gli Stati Uniti dall'accordo nucleare con l'Iran e di trasferire l'ambasciata americana da Tel Aviv a Gerusalemme. Si cerca così di togliere ad Israele il pretesto per nuove azioni militari contro l'esercito iraniano nel teatro della guerra civile in Siria. Nelle ultime settimane, il governo di Gerusalemme si è infatti come già detto reso protagonista di alcuni raid aerei in territorio siriano in cui sono state bombardate presunte basi iraniane, incursioni che il presidente israeliano Benjamin Netanyahu ha così commentato: "L'Iran vuole servirsi della Siria come base avanzata contro Israele. Siamo determinati a impedire che stabiliscano lì le loro basi. Reagiremo con potenza, il nostro esercito è pronto". Sempre all'interno dell'intervista, Stoltenberg ha successivamente affermato che Israele sta conducendo una campagna per impedire all'Iran di stabilire una presenza permanente in Siria e in Libano.

I trattati Nato dunque, prevedono che per poter essere difeso militarmente un paese debba essere membro effettivo dell'alleanza, e non un semplice partner, questo nonostante le nazioni partner contribuiscano attivamente alle operazioni Nato nel mondo, come ad esempio a quella in Afghanistan o alle missioni navali sulle coste della Somalia e del Mar Mediterraneo. Tra il 2010 e il 2016 Israele, partner della Nato dal 1994, ha più volte avviato le procedure per aprire una propria missione ufficiale presso il quartier generale Nato di Bruxelles, trovando però ogni volta l'opposizione della Turchia, che ha posto il veto su qualunque tentativo dello stato ebraico di diventare un membro ufficiale.

Commenti

dot-benito

Dom, 03/06/2018 - 17:37

VORREI RICORDARE A QUESTO ENTE INUTILE CHE ISRAELE NON HA BISOGNO DI AIUTI CASO MAI SAREBBE L'IRAN CHE NE AVREBBE BISOGNO

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Dom, 03/06/2018 - 18:00

Il trattato dice anche che l'Italioa dovrebbe intervenire a sostegno della Turkia in caso di attacco da parte della URSS- L

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Dom, 03/06/2018 - 18:02

La NATO deve attualizzarsi, la Turkia é di fatto uno stato islamico governata da un tiranno. Cosa si aspetta a buttarla fuori dalla NATO ??????

Ritratto di MyriamZ.

MyriamZ.

Dom, 03/06/2018 - 19:24

Come se Israele si aspettasse qualche aiuto esterno. Per fortuna, ora, non ne ha bisogno.

tosco1

Dom, 03/06/2018 - 19:38

La Nato quindi non difende Israele che e'solo uno stato associato, ma e' andata in Libia a difendere i ribelli islamici,combinando quello che abbiamo visto.Ma a cosa cavolo serve la NATO.? Comunque questa e',senza dubbio, una notizia che fara' schiantare dalle risate gli abitanti dello stato di Israele.

Rebolledo

Dom, 03/06/2018 - 19:40

Codardo norvegese

Ritratto di comunistialmuro

comunistialmuro

Dom, 03/06/2018 - 22:38

Posso solo immaginare le sonore risate degli israeliani nel sentirlo parlare,anzi,penso che se la NATO se ne lava le mani,gli fa un piacere,cosi' cancellano tutto il Medio Oriente dalla faccia della terra una volta per tutte e,onestamente,credo che dovremmo pure ringraziarli.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 03/06/2018 - 23:59

ALmeno dirlo in privato. Detto così sembra una provocazione oppure un invito all' Iran di attaccare. Scoppierebbe la terza guerra mondiale e sarebbe nucleare. Forse è meglio stare un pò abbottonati, o vi puzza la salute?

6077

Lun, 04/06/2018 - 04:05

mah, non so come interpretare. forse davvero si sono accorti che israele cerca grane e gli stanno dicendo di arrangiarsi, o forse la dichiarazione serve invece a dargli mano libera per l'uso delle atomiche. oppure, tra intervista e traduzione un semplice ragionamento teorico è stato frainteso per una dichiarazione di neutralità, dopotutto finora la nato non si è tirata certo indietro da intervenire in ogni dove pur non essendo tenuta a farlo. il vero articolo quinto recita "chi l'ha in mano l'ha vinto".

Ritratto di Pilsudski

Pilsudski

Lun, 04/06/2018 - 07:30

Per caso sono in vacanza in Israele e qui non vedo nessuno che si straccia le vesti per la mancanza di protezione da parte dell'Europa filoislamica, della NATO ecc. Il popolo ebraico ha imparato a difendersi da solo e gode del pieno appoggio degli USA. Qui dovrebbero piuttosto emanciparsi dalla political correctness per cui si accetta di mettere la museruola all'esercito pur di evitare le critiche di "Drunker" e della Mogherini, che stranamente in Israele prendono ancora sul serio.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 04/06/2018 - 09:51

Ovvia conseguenza dell'islamizzazione coatta dell'occidente. Chi è quel pazzo che vuole intensificare il jihad in Europa. Ma manco se l'Iran bombardasse Londra o Parigi interverrebbe la NATO. Vigliacchi sì, ma mona mai.

moichiodi

Lun, 04/06/2018 - 10:53

Che significa ADESSO avverte?

Ritratto di SAGITT33

SAGITT33

Lun, 04/06/2018 - 11:25

dot-benito - Pienamente daccordo com Lei.

dagoleo

Lun, 04/06/2018 - 13:34

La Turchia governata da un dittatore tiranno è membro NATO ed Israele, l'unico paese democratico che possa definirsi tale in medio oriente, non lo è perchè la Turchia si oppone. Ma ci rendiamo conto che follia sia tutto questo? Ma la NATO oggi è ancora una cosa credibile?

opinione-critica

Lun, 04/06/2018 - 21:23

La Nato che accetta il veto della Turchia merita di essere distrutta se non si riforma entro 48 ore