No al minuto di silenzio, le scuse dell'Arabia Saudita

La Federazione calcistica dell'Arabia Saudita ha presentato le scuse ufficiali per non avere partecipato al minuto di silenzio in memoria delle vittime di Londra: "Siamo profondamente rammaricati"

In colpevole ritardo, la Federcalcio dell'Arabia Saudita ha presentato le sue scuse ufficiali per quanto successo giovedì nel prepartita della sfida contro l'Australia, valida per le qualificazioni ai Mondiali del 2018 e vinta dalla squadra oceanica per 3-2. Il risultato del match era stato offuscato dalla decisione della squadra saudita di non partecipare al minuto di raccoglimento (clicca qui per il video) che la Federcalcio australiana aveva disposto per commemorare le due vittime australiane dell'attentato al London Bridge.

Il massimo organo calcistico del Paese arabo si è detto "profondamente rammaricato" e si è scusato "senza riserve" per i giocatori che non hanno "formalmente" osservato il minuto di raccoglimento. "I giocatori non avevano alcuna intenzione di mancare di rispetto alle vittime, né alle loro famiglie, agli amici o a qualsiasi individuo colpito dalla tragedia", ha aggiunto.

"La Federcalcio dell'Arabia Saudita condanna tutti gli atti di terrorismo e di estremismo ed estende le sue più sincere condoglianze alle famiglie di tutte le vittime, al governo e al popolo del Regno Unito", ha spiegato la Federazione al termine del suo comunicato.

La vicenda del mancato rispetto del minuto di silenzio aveva colpito tutto il mondo occidentale e non solo. Prima dell'inizio della partita, gli undici giocatori della Naizonale australiana si erano raccolti e abbracciati al centro del campo per rivolgere un ultimo saluto ai loro connazionali uccisi durante l'attentato di Londra. Il tutto mentre i giocatori sauditi rimanevano sparpagliati per il campo, facendo finta di nulla e aspettando la fine del minuto di silenzio per cominciare il match.

Finalmente le scuse ufficiali della Federcalcio saudita, che appaiono però tardive e poco convincenti.

Commenti

epc

Ven, 09/06/2017 - 11:44

Scuse tardive ed inutili, evidentemente dovute alla paura di rimanere fuori da un giro di soldi.... In realtà hanno fatto bene a non rispettare il minuto di silenzio perchè NON E' NELLA LORO CULTURA!!! Loro difendono la loro cultura. Siamo noi occidentali che SBAGLIAMO! Siamo noi che sbagliamo quando invitiamo degli islamici in chiesa per il ramadan: dovremmo invece dir loro: mi spiace, questi digiuni farlocchi li fate da un'altra parte perchè NON SONO NELLA NOSTRA CULTURA! Siamo noi che sbagliamo quando permettiamo alle loro donne di andare in giro impaludate come a carnevale; dovremmo invece dir loro: mi spiace, ma NON E' NELLA NOSTRA CULTURA, quindi levati quella mascherata.

epc

Ven, 09/06/2017 - 11:44

Scuse tardive ed inutili, evidentemente dovute alla paura di rimanere fuori da un giro di soldi.... In realtà hanno fatto bene a non rispettare il minuto di silenzio perchè NON E' NELLA LORO CULTURA!!! Loro difendono la loro cultura. Siamo noi occidentali che SBAGLIAMO! Siamo noi che sbagliamo quando invitiamo degli islamici in chiesa per il ramadan: dovremmo invece dir loro: mi spiace, questi digiuni farlocchi li fate da un'altra parte perchè NON SONO NELLA NOSTRA CULTURA! Siamo noi che sbagliamo quando permettiamo alle loro donne di andare in giro impaludate come a carnevale; dovremmo invece dir loro: mi spiace, ma NON E' NELLA NOSTRA CULTURA, quindi levati quella mascherata!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 09/06/2017 - 11:48

Siamo ancora qui a discettare, stupiti, di questi argomenti? Abbiamo tanto buon tempo...da perdere.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 09/06/2017 - 11:50

I; FIGLI DI ALLAH SE NÉ FREGANO DEI MORTI UCCISI DAI LORO ACCOLITI!.

polonio210

Ven, 09/06/2017 - 11:52

La squadra australiana avrebbe dovuto rifiutarsi di giocare abbandonando il campo.Va bene lo sport la voglia di giocare e vincere ma,davanti ad un fatto del genere,dirigenti giocatori e pubblico sarebbero dovuti uscire dal campo e dallo stadio.

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 09/06/2017 - 11:53

Dovete capirli..per loro siete dei kafiruna cioè infedeli che non meritano rispetto. Salam Allalium per tutti

Renee59

Ven, 09/06/2017 - 12:10

Se conoscessero bene il Corano, con questi non ci dovrebbero neppure giocare. Ma tempo al tempo.

fedeverità

Ven, 09/06/2017 - 12:29

Fate schifo...i giocatori...da tagliarli le gambe! Bravi schiosi....MALEDETTI!!!

Giorgio Colomba

Ven, 09/06/2017 - 12:32

Solita dissimulazione consustanziale all'islam, per di più tardiva.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 09/06/2017 - 12:33

IO; APPOGGIO IL COMMENTO DI "POLONIO 210! AL 1000%!LA SQUADRA AUSTRALIANA AVREBBE DOVUTO LASCIARE IL TERRENO DI GIOCO INSIEME AGLI SPATTATORI!PERCHE CHI NON RISPETTA I MORTI DEGLI ALTRI! NON MERITA DI GIOCARE CON ESSERI UMANI MA SOLO CON I PORCI!.

ennio78

Ven, 09/06/2017 - 12:46

Ipocriti

RexMastrin

Ven, 09/06/2017 - 12:48

La solita Taqiyya dei cani islamici.

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 09/06/2017 - 13:11

Andrebbero espulsi dalla fifa. Alla fine hanno certificato che l'islam moderato non esiste.

cabass

Ven, 09/06/2017 - 14:27

L'islam moderato e pacifico è come un governo di sinistra serio ed efficiente. Non esiste.

clamaster

Ven, 09/06/2017 - 14:44

Scuse non contano nulla ci prendono per i fondelli, sono loro che aiutano e organizzano attentati contro i crociati. Sanno che siamo deboli e divisi e ne approfittano. Aspetto persona forte e decisa che prenda decisioni definitive nei loro confronti.

Jesse_James

Ven, 09/06/2017 - 15:25

E' la prova, semmai fosse servita che l'islam moderato non esiste. Anche il migliore di loro gode quando l'occidente subisce un attentato. E noi siamo ancora qui ad accoglierli....pazzia completa! Ci vorrebbe un muro alto 3 chilometri tra noi e loro.

Ritratto di VladoGiulio

VladoGiulio

Ven, 09/06/2017 - 15:35

QUINDI FACENDOLA BREVE LA LORO CULTURA NON E' COMPATIBILE CON LA NOSTR CIVILTA'.

rokko

Ven, 09/06/2017 - 15:54

clamaster e stenos non scrivete minchiate, per Trump l'Arabia Saudita non è un paese di terroristi, quindi sono moderati e non organizzano attentati. E guai a voi se osate dubitarlo !

Treviso

Ven, 09/06/2017 - 16:37

Prima di tutto condoglianze alle famiglie secondo i calciatori no a un minuto di silenzio non e niente al confronto di quello due settimana fa Americani che ano dichiarato che più di 300 civili uccisi per sbaglio e che nessuno non a fato un minuto di silenzio la mia domanda e chi a sbagliato secondo voi quali vittime valgono di più quei a Londra o quelli in Siria secondo me tutte sono azioni Terroristiche i primo sono Terroristi i secondi sono Terroristi Professionisti

VittorioMar

Ven, 09/06/2017 - 17:06

.....E LA FIFA (NON LA PAURA) HA NULLA DA DIRE ??...FANNO COMODO E GOLA I PETRODOLLARI !!

liberoromano

Ven, 09/06/2017 - 17:11

Resta il fatto che noi non commemoriamo con minuti di silenzio i loro morti per terrorismo e men che mai per bombe occidentali. Come dargli torto?

rudyger

Ven, 09/06/2017 - 17:24

quando succedono queste cose, i giocatori umiliati dovrebbero uscire dal campo. Oppure il portiere appoggiato ai pali fare entrare ogni tiro. si perde la partita ? e chissenefrega.

rudyger

Ven, 09/06/2017 - 17:48

VOTA PD - vota PD - vota PD - vota PD . mondo occidentale melma.