Non solo petrolio. Così si finanzia l'Isis

Un professore americano spiega come, per arricchirsi, l'Isis sfrutti contrabbando e pornografia

Un'organizzazione terroristica costa parecchio. È necessario, per mantenerla viva, motivare gli uomini, addestrarli e fornire loro i mezzi per colpire i nemici, che - nel caso dell'Isis - sono gli occidentali tutti.

Lo stato islamico, oltre al petrolio, usa canali alternativi per monetizzare e, quindi, finanziare i terroristi, tanto che Louise Shelley, professore alla George Mason University, in un'intervista a Der Spiegel (ripresa anche dall'Herald), ha definito lo stato islamico una "diversificata operazione criminale".

Secondo il professore, ogni operazione terroristica di successo nasce da un business economico fruttuoso. Ai tempi di Osama bin Laden i soldi arrivavano principalmente dall'enorme fortuna della famiglia del capo di al Qaeda, mentre l'Isis si finanzia attraverso le donazioni degli stati del Golfo (che, però, cominciano a defilarsi, almeno dal punto di vista economico) e attraverso il commercio di sigarette di contrabbando e - incredibile a dirsi - di pornografia.

Un'altra forma di guadagno dell'Isis è la vendita - attraverso Ebay - di beni artistici trovati e poi sottratti alle città e ai paesi assoggettati allo stato islamico. È questa, in verità, una fetta di mercato che non rende molto perché, come rileva Shelley, sono pochi i clienti disposti a sborsare cifre da capogiro per le opere d'arte.

Secondo Shelley, inoltre, l'Isis promette ai criminali di purificarli, di lavare i loro peccati con la jihad, la guerra santa.

Ma - tiene a precisare Shelley - ciò che predica l'Isis, come aveva già rilevato il leader di Hezbollah, "non è Islam. I terroristi hanno reinterpretato l'Islam per i loro fini, usando questo Islam distorto per giustificare le loro azioni. Fanno molte cose che sono contro l'Islam".

Commenti

polonio210

Dom, 11/01/2015 - 13:34

Usano la pornografia?Cosa producono di pornografico?Magari un bel filmetto in cui una volta raggiunto(sempre troppo tardi) il loro paradiso trovano,invece delle 70 vergini,un nutrito numero di energumeni che se li vogliono sodomizzare ed una voce dice loro:ragazzi vi ho fregato,pensavate davvero che dopo quello che avete fatto vi avrei pure premiati?Poveretti:coglionati da vivi a farsi ammazzare per nulla e coglionati da morti a credere a tutto quello che c'è scritto nel loro libricino frutto dei deliri del cammeliere pedofilo(ha sposato una bambina)

Ritratto di mina2612

mina2612

Dom, 11/01/2015 - 15:03

Non solo petrolio. Ma anche i riscatti ottenuti con i ricatti! Finchè nel mondo ci saranno degli inutili idioti che pagano con milioni di € il rilascio di persone sventate che si recano nei loro Paesi per esibizionismo (v. le due cretine), avranno sempre un bancomat a portata di mano.

mauriziosorrentino

Dom, 11/01/2015 - 15:50

Scusi giornalista,ma come lo pagano i compratori il petrolio? Con valigette di contanti?No di certo! Come passano la petroliere dai luoghi conquistati fino ai luoghi di consumo,attraverso delle finestre spazio-temporali? Non serve essere il commissario Meigret per capire che chi ha:il controllo degli"SWIFT",i satelliti,le comunicazioni internet ecc. sotto totale controllo,sta ignorando completamente la possibilità di fermare il finanziamento di questi"utili idioti" dell'ISIS...forse perché ne è anche il padre e la madre.