Orlando come il Bataclan. E l'Isis rivendica l'attentato

Un trentenne americano, di origine afghana, ha ucciso 50 persone in un locale per gay. Si indaga per terrorismo

I jihadisti stanno celebrando sul web la sparatoria di Orlando come "il miglior regalo per il Ramadan". Lo twitta Rita Katz, direttrice del Site, il sito di monitoraggio delle attività jihadiste in rete. I jihadisti, riferisce il Site, lodano il killer: "Possa Allah accogliere l’eroe che lo ha fatto e ispirare altri a fare lo stesso". Tuttavia, riferisce la stessa Katz, non ci sono al momento rivendicazioni della strage.

A far fuoco è stato Omar Seddique Mateen, ucciso dalla polizia, aveva 29 anni, lavorava come guardia privata per la sicurezza, era stato sposato e aveva un figlio di tre anni. Poco prima di entrare nel locale e sparare all'impazzata, ha telefonato al 911 dicendo all'operatore di voler giurare fedeltà al leader dell'Isis, Abu Bakr al-Baghdadi.

L'Isis rivendica il massacro di Orlando

"Omar era uno di noi", ha scritto l'agenzia dell'Isis, Amaq, di fatto rivendicando la paternità dell'azione o quanto meno ha cogliendo l'occasione per farla propria. Nel testo della rivendicazione tradotto dall'arabo in inglese da Site, l'organizzazione Usa che monitora i siti jihadisti, si legge: "L'attacco che ha avuto come obiettivo un nightclub per omosessuali a Orlando in Florida e che ha causato oltre 100 tra morti e feriti è stato opera di un combattente di Isis"

Omar Mateen e i legami con l'Isis

Il giovane viveva a Fort Pierce, il capoluogo della contea di St. Lucie, in Florida. Secondo quanto riferisce il Daily Beast, Mateen era nato a New York e la donna con la quale è stato sposato per un breve periodo era del New Jersey. Il killer era noto all’Fbi ed era una delle cento persone sospettate di essere simpatizzanti dell’Isis sul radar dell’Fbi in Orlando. Mateen divenne "persona di interesse" nel 2013 e poi nuovamente nel 2014. Ad un certo punto, l’Fbi aprì anche un’indagine su di lui, ma poi chiuse la pratica quando non comparve nulla che suggerisse il proseguimento delle indagini. Inoltre a quanto pare durante la strage il killer avrebbe anche giurato fedeltà all'Isis. "È chiaramente un atto di terrorismo", ha poi aggiunto, ascoltando il resconto delle indagini, il governatore della Florida, Rick Scott.

Il "Bataclan" di Orlando: 50 morti

La dinamica non è stata molto diversa da quella della strage al Bataclan di Parigi. Un’unica certezza: una serata di allegria che si trasforma in tragedia, spezzando la vita di decine di persone. Teatro dell’ennesima follia è stata la città di Orlando, nota finora per il celebre parco di divertimenti Disney, che si trova in Florida. Alle due di notte (ore 8 in Italia), mentre gli ultimi ospiti prendevano l’ennesimo ’shot’ e si scambiavano chiacchiere e ballavano l’ultimo pezzo, si sono sentiti i primi spari.

La notte d’inferno all’Orlando Pulse, noto night club gay, inizia quindi così: sulla pagina Facebook del locale, appare un primo messaggio "tutti escano fuori e correte". C’erano più di 100 persone all’interno del locale, fortunatamente la folla andava scemando visto che si erano registrati, secondo alcune fonti, addirittura 320 ingressi in tutta la serata. Un uomo comincia a sparare all’impazzata contro il soffitto e contro la folla che balla sulla pista. Chi si trova accanto al bancone del bar, riferiscono i testimoni, riesce a scappare dalle uscite posteriori. Ma all’interno, restano parecchie persone, che subito si distendono a terra con il viso rivolto al pavimento in preda al terrore.

L’uomo quindi si barrica all’interno del locale, tenendo in ostaggio diverse persone per circa tre ore. Interviene La polizia, a quanto pare sono almeno nove agenti che cercano di sbloccare la situazione. Alle 5 di mattina, appare quindi un tweet della polizia della Florida che riferisce della morte del killer. Finisce l’incubo ma il bilancio è pesante: almeno 50 i morti, 53 i feriti. Sono invece 30 le persone tratte in salvo. Nella conferenza stampa, il capo della polizia ha riferito che l’uomo era armato di un fucile d’assalto, di una pistola e di un altro tipo di ordigno non identificato. Probabilmente, c’era anche un altro ordigno nell’auto dell’uomo.

Follia per un bacio gay

Il padre di Omar Mateen si è scusato per il folle gesto del figlio, autore della sparatoria all’Orlando Pulse, eha sottolineato che a suo giudizio la sparatoria pianificata dal ragazzo non ha, tra i motivi, quello della religione. Non solo, ma come riportano alcuni media statunitensi, non si sarebbe accorto di nulla di strano nel comportamento del figlio che potesse prevedere un’azione del figlio. Qualche mese fa, però, ha rivelato di aver visto il ragazzo accigliarsi dopo aver visto per strada due uomini che si baciavano.

Commenti

wing125

Dom, 12/06/2016 - 18:14

il solito frocio che si ribella alla sua natura in modo violento , pigliandosela con chi ritiene colpevole per i suoi istinti. matto furioso.

paolonardi

Dom, 12/06/2016 - 18:21

Tranquilli: fra poco pioveranno commenti che e' tutta una montatura della polizia per coprire una loro azione punitiva o che il giovane Omar era uscito di senno.

Ritratto di fidene48

fidene48

Dom, 12/06/2016 - 18:22

sono ---20--- sono---50--- ?????????????

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 12/06/2016 - 18:25

Oppss, il fratello islamico ha sterminato 50 diversamente etero. Chissa il pd quando dovra' scegliere tra i suoi nuovi paladini, busoni e islamici, altamente incompatibili, da che parte stara'.

joecivitanova

Dom, 12/06/2016 - 18:26

..di sicuro è stato tutto organizzato da Trump, per cercare di vincere le elezioni; ha pagato qualche organizzazione mafiosa (i soldi non gli mancano), per drogare ed armare questo ragazzo islamico fanatico, per poi convincerlo a commettere questa strage. Adesso aspettiamoci la feroce reazione di Donald che speculerà sulla tragedia e anche di tutti i commentatori sinistretti del Giornale che sicuramente sapranno già la verità fino in fondo e ce la spiegheranno fin nei minimi dettagli. g.

michetta

Dom, 12/06/2016 - 18:35

Chissa' perche', ogni volta, che vedo due uomini o due donne, con i bassi istinti, che li contraddistinguono chiaramente, mi giro dall'altra parte!? Ecco, forse, invece di ammazzarne cinquanta, sarebbe stato meglio, se quel ragazzo 29enne, isis-dipendente, si fosse girato dall'altra parte, o non fosse entrato affatto in quel locale di gay. Bah! DOMENICA TUTTI AL MARE !!!

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Dom, 12/06/2016 - 18:38

Salvini, citando fonti USA, ha chiarito che terroristi musulmani, ISIS o non ISIS, arrivano con i barconi. E pongo una domanda: oggi, quanti terroristi musulmani ci sono in Italia? Quanta paura dobbiamo avere di andare in posti affollati, locali, stazioni ferroviarie, eventi sportivi, spettacoli. Quanto deve cambiare la nostra vita per evitare di venire massacrati? Perché renzi e la boldrini ignorano l'allarme lanciato da Salvini? Che chi ha compiuto la strage sia " l’eroe che lo ha fatto (il massacro) e ispirare altri a fare lo stesso" sarà certamente conforme alla loro cultura, come dice la boldrini, ma ciò non toglie che simili azioni siano da condannare e che si debba cercare di prevenirle, e questo indipendentemente dalla religione che professano i terroristi.

zingozongo

Dom, 12/06/2016 - 18:40

ah ma bene,era nella lista dei sospetti fbi eppure lavorava come vigilantes? e quindi porto d'armi e poligono etc..etc..etc..??? ma siamo pazzi????

FRANZJOSEFVONOS...

Dom, 12/06/2016 - 18:42

ESEMPIO PER NON VOTARE SALA ALTRIMENTI CI SARANNO IN ITALIA TANTE SALE MORTUARIE CAUSATE DAGLI AMICI DI MOGHERINI E DI BOLDRINI

Ritratto di pravda99

pravda99

Dom, 12/06/2016 - 18:44

Eh si`, solo in America un civile ha la possibilita` di procurarsi legalmente un "Assault Rifle", ossia un'arma da guerra automatica con calibri terrificanti e ripetizioni altrettanto surreali: un arma che non e` certamente per DIFESA PERSONALE. E il buon Trump, adeguatamente foraggiato dalla lobby delle armi, fara` di tutto per aumentare ancora questa liberta`. Gia` oggi persino gli studenti universitari sono autorizzati a portare armi nei campus. "Per difendersi" (sic!). Evviva i pistoleri col pistolino sempre in mano del forum del Giornale.

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Dom, 12/06/2016 - 18:45

Non credo che l'autore possa essere associato ad una organizzazione. Che abbia simpatie verso un certo gruppo ideologico-religioso non è determinante. Probabilmente non riusciva ad accettare certi fatti che stanno progredendo un modo accelerato. Non è tanto diverso di quanto ha fatto Breivik in Norvegia, anche se le motivazioni sono completamente opposte. Il vedere succedere cose inaccettabili può creare un atto di disperazione. Chi creda che rovesciare alcuni concetti fortemente radicati possa essere accettato facilmente sbaglia.

Massimo Bocci

Dom, 12/06/2016 - 18:47

Chi festeggia anche l'abbronzato??? O festeggiare per lui, sarebbe un conflitto di interessi del suo padronato Meticcio, comunque potrà sempre festeggiare privatamente.

blackbird

Dom, 12/06/2016 - 18:52

Ma quale terrorista! Questo era un omofono! Infatti essere islamici non garantisce di non essere omofobi. Scopriranno che era mambo di una qualche associasione neo-nazista-omofoba, magari avendo tendenze omosessuali. Tipiico degli omofoni.

Tuthankamon

Dom, 12/06/2016 - 18:57

Sembra che fosse una guardia giurata. Questo la dice lunga su come vengono fatti i controlli del background per la sicurezza nei Paesi occidentali. Siamo veramente dabbene!

Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 12/06/2016 - 19:02

Mentre in Siria le defezioni continuano ed i terroristi scappano come lepri dall'inferno del santone Al Bagdadi, c'è chi, nel resto del mondo, giura fedelta' al macellaio nero.....cosi va il mondo......

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 12/06/2016 - 19:02

Festeggiate questi "eroi" che sanno uccidere persone indifese?????????

Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Dom, 12/06/2016 - 19:13

Anche se penso che gli omosessuali maschi oppure femmine, siano delle persone inutili alla società, dispiace sempre per questi ragazzi morti violentemente.

scimmietta

Dom, 12/06/2016 - 19:25

Ai "soliti" che hanno commentato la notizia, appena appresa, in modo "politicamente corretto" consiglierei almeno prudenza....

alberto_his

Dom, 12/06/2016 - 19:28

La Katz, quindi...

Royfree

Dom, 12/06/2016 - 19:32

Il prezzo che si paga a dare rifugio e ospitalità a gente che non ha assolutamente niente in comune con la civiltà occidentale. Quanti morti ancora ci vogliono per capire che viviamo in mondi diversi? Perchè io indigeno devo subire le scelte di un governo decadente e ottuso?

Ritratto di bandog

bandog

Dom, 12/06/2016 - 19:39

A priori che Io non darei in mano a muslim in genere ed arabi e mediorientali in particolare , neanche uno stuzzicadenti,il Mondo è sempre più strano: in usa strage di gay a Roma gay pride...mahhh!

Ritratto di bracco

bracco

Dom, 12/06/2016 - 19:48

Per l'Italia se ne potrà parlare fra qualche anno, avanti di questo passo visto l'occupazione islamica dell'Italia in atto voluta e sponsorizzata dalla sinistra, non so che fine faranno i gay pride e gli esibizionisti che ci partecipano, mi risulta che qualche stato islamico li appende a qualche paletto.....di questo non ne parlano mai, per loro il male è rappresentato dalla famiglia con la F maiuscola formata da un uomo e una donna che così si chiama dalla notte dei tempi !!!

salvatore40

Dom, 12/06/2016 - 20:00

Non c'entra la religione ? La religione, specialmente l'islamica,è invasiva e pervasiva.Il cervello del seguace,del fedele,è ben lavato e dilavato. Non leggerà mai Voltaire ! Ergo...

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Dom, 12/06/2016 - 20:02

Io quando non cappisco non intendo giudicare ma, quello che sta succedendo nel moNDO è, SICURAMENTE OPERA DEL DEMONIO E, SE GUARDIAMO AGLI AVVENIMENTI CON OCCHIO SCEVRO DA PREGIUDIZI, NOTIAMO CHE LA MASSONERIA E' ORMAI A CAPO DEGLI IUSA E DELL'EUROPA. Non ci si può aspettare niente di buono in questa situazione a meno che il Signore non dica basta ora. Shalòm.

antipodo

Dom, 12/06/2016 - 20:09

Che il ns Dio si svegli e si dia da fare, altrimenti e' complice come lo fu con la strage degli ebrei da parte dei nazisti. O e' complice, disinteressato o troppo debole o iscritto al PD. MAH!o BOH?

venco

Dom, 12/06/2016 - 20:23

Da noi non sarebbe successo, perché gli islamici sono alleati ai gay e al partito di governo.

FRANCO1

Dom, 12/06/2016 - 20:26

Forse era proprio incavolato ... ma negli usa ormai hanno perso la testa.

f35

Dom, 12/06/2016 - 20:34

L'islam non c'entra. E colpa del troppo facile accesso ad armi di fuoco. Una cosa del genere non potrebbe mai succedere in europa.

blackindustry

Dom, 12/06/2016 - 20:45

No no, la religione non c'entra nulla, quando mai! Pero' che strano che siano tutti musulmani questi che fanno stragi. Islam religione di pace e fratellanza...

Godric_Gryffindor

Dom, 12/06/2016 - 21:03

Hillary, ripeti con me "Farewell White House"

Ritratto di Chichi

Chichi

Dom, 12/06/2016 - 21:22

In quest’Occidente crepuscolare tra «omofobia» e «islamofobia», gli occhiuti custodi del pensiero unico una messa a punto alle loro rotelle mentali da devono pur fare. È urgente che lo facciano, visto che il solo nominare la «cristianofobia» li precipita in una crisi isterica di panico. Già: tra fobie, isteria e panico siamo proprio ben messi!

ziobeppe1951

Dom, 12/06/2016 - 21:33

Mi ricorda tanto la strage in Norvegia nel 2011, stessi Nazisti

Fjr

Dom, 12/06/2016 - 23:01

Obama, peace and love?Come no!

antipodo

Dom, 12/06/2016 - 23:35

F35 ma che cosa fernetichi?

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 13/06/2016 - 00:04

Chi scrive qui che una cosa del genere,"NON POTREBBE MAI ACCADERE IN EUROPA" si è già dimenticato del BATACLAN e ciò è GRAVE!!!! Povera Italia e poveri Italiani che la pensano come Lui.!!!

internauta

Lun, 13/06/2016 - 00:14

@pravda99. Amico caro, i fucili d'assalto (è così che si chiamano in italiano e fare lo sborrone nominandoli in inglese ti rende ridicolo) si comprano facilmente su internet anche in Europa: Kalashnikov AK-47 di provenienza slovacca, maneggevoli e affidabili. Breivik c'è riuscito da solo, ma se vuoi qualche consiglio di prima mano, consulta qualche mussulmano di Maelbeek a Bruxelles. Piuttosto trovo strano che negli USA non ci sia alcun controllo all’ingresso di una discoteca. Io che ho vissuto in Brasile, dove puoi comprarti un trentotto col numero di serie limato al mercatino delle pulci sotto casa, ero sistematicamente perquisito fino alle palle prima d’entrare in un locale pubblico chiuso.

Linucs

Lun, 13/06/2016 - 02:42

Gli USA stanno diventando come la Norvegia, dove qualsiasi matto si può mettere a sparare.

Ritratto di scappato

scappato

Lun, 13/06/2016 - 03:49

@f35: no, in europa non e' possibile ucciderne 50, ma e' possibile ucciderne 130 (Parigi) o 34 (Bruxelles). Le città' e i Paesi possono cambiare, come il numero delle vittime, ma gira e rigira, dall'Europa all'Africa, dall'America all'Asia, sono al 99% sempre vittime del terrorismo musulmano.

Efesto

Lun, 13/06/2016 - 06:20

La statistica sola può dirci la verità. 999 casi di crimine terroristico su 1000 sono messi in atto da persone di fede islamica dichiarata o meno. Ne consegue che la religione islamica è violenta oltre che incontrollabile. Sempre per sillogismo se l'islam è l'attuazione del corano, in questo libro è riposta la chiave della violenza e del terrorismo.

cangurino

Lun, 13/06/2016 - 06:43

chiaro che il soggetto era squilibrato, ma affermare, come stanno facendo e faranno politici ed organi di informazione politicamente corretti, che la religione non c'entra nulla, cozza con l'osservazione di quanto avviene negli stati dove l'islam è maggioranza - legge. In questi stati, vedi wikipedia, si va dall'arresto più o meno lungo, fino alla pena di morte. Ma la fortissima lobby gay italiana e mondiale, transpartitica e che recentemente ha mostrato la sua influenza mediatica per affermare i diritti gay, in queste occasioni svanisce, come neve al sole.

cangurino

Lun, 13/06/2016 - 06:46

il problema delle armi è complesso. Se lo stato mi sapesse difendere adeguatamente, potrei concordare sul divieto al porto d'armi. In Italia sappiamo come funziona, stato assente e delinquenza dilagante, quindi sono per il porto d'armi. A chi afferma che la libertà USA al porto d'armi sia il problema, chiedo, ma quanto è difficile per un terrorista procurarsi le armi? Il Bataclan è situato ad Orlando?

Ritratto di ElioDeBon

ElioDeBon

Lun, 13/06/2016 - 07:10

I pagliacci non dovrebbero fare i Presidenti degli Stati Uniti d'America. Prima protegge l'islam...poi condanna quello che fanno..... Pagliaccio

rossini

Lun, 13/06/2016 - 07:41

Questo miserabile era nato da padre e madre afgani sul suolo americano. Perciò aveva la cittadinanza degli Stati Uniti perché lì vige il cosiddetto ius soli. La cittadinanza si acquisisce con la nascita sul suolo americano. Fosse stato diversamente, sarebbe stato cittadino afgano e sarebbe stato molto più facile espellerlo. Pensiamoci bene noi italiani, prima di introdurre anche da noi lo ius soli. Siamo già in troppi.

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Lun, 13/06/2016 - 08:31

Come al solito: la colpa principale della strage è la vendita di armi - poi: la vendita di armi è colpa dei repubblicani anche quando al governo degli USA ci sono Barak Hussein O. e la Clinton. Naturalmente si arriverà a mettere in mezzo Salvini. Come se uno stagista avesse difficoltà a procurarsi armi (vedi Brivik in Norvegia)! E intanto importiamo, in blocco, tanti clandestini sconosciuti che hanno l'ideologia "omofoba" incorporata nella loro credenza religiosa, violenta alla radice: quella di Maometto.

linoalo1

Lun, 13/06/2016 - 08:37

Essendo l'azione isolata di un Pazzo,visto il risultato,è ovvio che qualcuno se ne assuma la paternità!!!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 14/06/2016 - 10:03

F35 ma in che mondo vivi,il Bataclan ,Ebdo,non ti dicono niente?? Se nella discoteca ci fossero state persone armate avrebbero fatto fuori il pazzoide e ci sarebbero stati meno morti.Ed inoltre quelle bestie ci penserebbero due volte prima di attaccare gente inerme.