I caccia francesi in volo sulla Siria. Londra: "Useremo di nuovo i droni"

Il ministro della Difesa di Cameron difende la posizione del governo sull'uccisione mirata di due jihadisti. Rafale in missione dal Golfo

I francesi non hanno perso tempo. Dopo alcuni giorni di dibattito sulla possibilità di dare il via a una campagna di attacchi aerei in Siria contro il sedicente Stato islamico, i primi caccia Rafale si sono alzati in volo insieme ai velivoli della coalizione internazionale.

È il ministero della Difesa ad annunciare la prima missione siriana dell'Armée de l'air, decollata da una base nel Golfo persico in mattinata, per un volo di ricognizione su possibili obiettivi dell'Isis. Nei prossimi giorni gli aerei potrebbero tornare a sorvolare la Siria.

Al momento i francesi non hanno ancora condotto attacchi veri e propri, ma ieri il presidente Hollande ha assicurato che l'Eliseo è pronto a entrare in campo, convinto che una soluzione alla quadriennale crisi non possa che passare dall'allontanamento dal potere di Bashar al-Assad.

Ad attaccare in Siria pensano anche gli inglesi. La Camera dei comuni dovrà discutere a breve sull'opportunità di allargare l'azione di contrasto all'Isis. Nel frattempo il ministro della Difesa, Michael Fallon, ha ribadito alla Bbc che Londra è pronta ad autorizzare nuovi attacchi drone mirati.

Ieri il primo ministro Cameron ha confermato la morte di due jihadisti di origine britannica, Reyaad Khan e Abdul Raqib Amin, uccisi da un drone mentre si trovavano nell'area di Raqqa, la capitale de facto del sedicente Stato islamico in Siria.

Nell'informare i parlamentari, il premier inglese ha spiegato che i jihadisti preparavano attacchi contro il loro Paese, giustificando così l'azione. Khan e Amin erano comparsi in un video di propaganda dell'Isis in cui invitavano altri a raggiungerli, unendosi alla causa del jihad. Con loro c'era anche un terzo britannico, Nasser Muthana.

Originario di Cardiff, il 20enne Nasser ha lasciato la Gran Bretagna per la Siria, insieme al fratello Aseel. Il padre, Ahmed, arrivato in Gran Bretagna dallo Yemen quando era adolescente, ha difeso sulla stampa la scelta di Cameron di autorizzare l'attacco in Siria. "Sono preoccupato che i miei figli faranno la stessa fine - ha aggiunto - ma se ciò che dice il governo su possibili attacchi terroristici è vero, allora hanno fatto bene".

@ACortellari

Commenti

Massimo25

Mar, 08/09/2015 - 16:25

Ma chi crede più alle balle che racconta questo inglese...lui su ordine del nero e con il puttaniere francese cercheranno di abbattere Assad credo che sarà dura con i Russi in mezzo.

tuttoilmondo

Mar, 08/09/2015 - 16:48

Una volta cacciato via Assad il nuovo "leggittimo" governo siriano dirà ai russi: "Ora ve ne andate". Prima però bisogna cacciare via Assad. Si ripete lo sempre lo stesso gioco pericoloso. Ieri l'Afganistan, poi l'Irak, poi la Libia, poi l'Ucraina, poi la Siria. Ma in Ucraina e in Siria c'è il terzo incomodo: la Russia. Forse la Siria sarà sacrificata per un pezzo di Ucraina o forse no. Ne sapremo di più quando i caccia della triplice alleanza si saranno scontrati con quelli russi. Si tenga presente che un caccia di ultima generazione costa un patrimonio. Senza contare la perdita del dominio in cielo perdendo il quale le forze armate dei vari paesi ne uscirebbero fortemente ridimensionate. Dunque Mig contro F 22 e Mirage. Un film il cui finale potrebbe essere non a lieto fine. Anzi...

i-taglianibravagente

Mar, 08/09/2015 - 17:17

tutte balle. E comunque uccidendone "ben" 2 alla volta direi che...potrebbe non bastare. Non fate i modesti dai...usate i sistemi impiegati per l'11 settembre (..con le torri..).....dai che 3 o 4000 alla volta li sapete eliminare.

Zizzigo

Mar, 08/09/2015 - 17:26

Il proverbio recita: "meglio tardi che mai"... ma se si traccheggia e si pretende di arrestare un cancro con dei brodini, perché, dopotutto, non sono rischiosi...

paviglianitum

Mar, 08/09/2015 - 17:31

Massimo25, io di puttaniere ne conosco uno qui in italia, che guarda caso è amico di putin. Ha compreso?

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mar, 08/09/2015 - 17:43

se toccano Assad sarà guerra con la Russia, stanno accendendo la miccia della Terza Guerra Mondiale

Mizar00

Mar, 08/09/2015 - 17:46

Questi vogliono combattere solo contro Assad: non minaccia nessuno, non invade nessuno ma la soluzione deve "passare dall'allontanamento dal potere di Bashar al-Assad." (e migliaia di morti per arrivarci) . E nessuno che abbia il coraggio di dirci perchè (anche se lo sappiamo), fanno proprio schifo !

vince50_19

Mar, 08/09/2015 - 18:03

Appena la Russia ha iniziato ad "interessarsi" alla questione Siria, ecco i guerrieri inglesi e francesi che si danno da fare. Non certo solo per l'Isis che si può sconfiggere solo con truppe di terra (i rischi di perdite elevate sono più che evidenti e sarebbe un passo falso per quei governi, dato che l'opinione pubblica non comprenderebbe certi interventi militari e criticherebbe. Ma se fra qualche anno se li ritroverà in casa chissà, col senno di poi..), ma perché hanno le loro mire in quella terra ridotta "ecce homo" proprio dagli Usa, il cui scopo è finalizzato alla destabilizzazione del medio oriente per ricavarne vantaggi economici e far prosperare le lobby bancarie e delle armi che in Usa sono le vere leve del potere. Insomma un banchetto con molti "invitati"

Mizar00

Mar, 08/09/2015 - 18:25

@paviglianitum: monotematico, ha capito il tema della questione? Ma non vi annoiate voi stessi a ripetere le solite nullità da anni?

Ritratto di MARKOSS

MARKOSS

Mar, 08/09/2015 - 19:58

paviglianitum compagno statale tu conosci un puttaniere , io invece conosco molti che vanno a negri indovina di quale partito sono...

ziobeppe1951

Mar, 08/09/2015 - 20:08

@paviglianitum...al momento pensavo parlassi di Clint oride

Massimo25

Mar, 08/09/2015 - 20:14

paviglinitum lei é uno "sponsor"del criminale nero di Washington,il fautore delle primavere arabe,il finanziatore dell'ISIS,lo sponsorizzatore del colpo di stato in Ucraina..capito ci hai????bravo lei si che é uno che ne capisce.

Fradi

Mar, 08/09/2015 - 20:39

Questi bombardano la Siria di loro iniziativa, noi per affondare un barcone usato e vuoto in acque internazionali abbiamo bisogno della autorizzazione dell'ONU, della UE, e forse anche di Bengasi e Tripoli.

primair

Mar, 08/09/2015 - 21:03

UN CASINO !! QUESTA EUROPA E TUTTA MARCIA !COME ONU!! EU fallimento ci porteranno a breve alla guerra in europa!!

gianrico45

Mar, 08/09/2015 - 21:18

Se toccano Assad non ritroveranno la via del ritorno.