Russiagate, Trump licenzierà il procuratore speciale che indaga? Non gli conviene

Un amico di Trump, Christopher Ruddy, ipotizza che il presidente stia valutando di far saltare Robert Mueller, il procuratore speciale che indaga sul Russiagate. Ma è un'ipotesi che non sta in piedi. Sarebbe troppo rischiosa

A prima vista sembra una una voce messa in giro per screditare Donald Trump. Vediamo subito di cosa si tratta. Un amico personale del presidente, Christopher Ruddy, ha evocato l"ipotesi che The Donald possa muoversi per "licenziare" Robert Mueller, il procuratore speciale nominato di recente con il compito di fare luce sul Russiagate. "Io credo - ha detto Ruddy a NewsHour di PBS - che stia forse valutando di chiudere" con l'incarico del procuratore speciale. Credo che stia valutando questa possibilità". Ed ha poi confermato le sue affermazioni al Washington Post, senza fornire maggiori dettagli. Una mossa del genere, ovviamente, rischierebbe di scatenare l'effetto boomerang nei confronti dell'inquilino della Casa Bianca, dando la stura alle accuse di ostacolo alla giustizia.

Ma chi è questo Ruddy? Amministratore delegato di Newsmax Media e membro del Mar-a-Lago Club di Trump a Palm Beach, in Florida, è molto vicino a Trump. E si rende bene conto che compiere questo passo sarebbe "un errore molto significativo" da parte di Trump . Il portavoce della Casa Bianca, Sean Spicer, si è limitato a precisare che pur essendo stato alla Casa Bianca lunedì Ruddy non ha incontrato Trump: "Chris Ruddy parla per sé". Insomma, nulla di concordato. Qualcuno ipotizza che possa essere, invece, un ballon d'essai studiato ad arte, per misurare la reazione a livello mediatico (e non solo).

Nel suo intervento Ruddy ha spiegato di essersi espresso in questo modo basandosi sulle dichiarazioni fatte pubblicamente da Jay Sekulow, membro del team legale personale del presidente, intervenuto a "This Week" di ABC News. Il fatto che Trump starebbe considerando la possibilità di agire per allontanare Mueller "emerge in modo chiaro dalle parole di uno dei suoi legali in televisione di recente", ha detto Ruddy. L'avvocato Sekulow, in realtà, incalzato dall'intervistatore aveva detto di "non voler speculare" sull'ipotesi secondo cui il presidente potrebbe voler silurare Mueller.

Ma che poteri ha Trump?

Il presidente in effetti ha il potere di rimuovere il procuratore speciale. Mueller, infatti, è stato nominato dal vice ministro della Giustizia, Rod Rosenstein, e Trump può chiedere (ordinare) a questo di rimuoverlo, oppure licenziarlo di persona. Al di là di questo, però, è indubbio che una mossa simile sarebbe azzardata: un tentativo analogo da parte di Richard Nixon, in pieno Watergate, portò alle dimissioni di due alti funzionari del Dipartimento alla Giustizia. Rosenstein oggi depone nel corso di due udienze al Congresso: deve rispondere ad alcune domande sul Russiagate e a questo punto, alla luce delle dichiarazioni di Ruddy, sull'indipendenza del Dipartimento della Giustizia.

Commenti

Libertà75

Mar, 13/06/2017 - 11:53

Se gli americani avessero indagato sulla prolitica pro-terrorismo delle precedenti amministrazioni, oggi il mondo sarebbe un posto migliore

Andrea_Berna

Mar, 13/06/2017 - 12:33

Forse, FORSE... sarebbe il caso di raccontare anche il resto della storia, ovvero che Comey ha confessato sotto giuramento di aver favorito la fuga di notizie proprio per far nominare un "procuratore speciale", ma soprattutto che tale procuratore in queste settimane ha assunto come suoi collaboratori avvocati che vantano militanza attiva nel partito democratico, finanziatori diretti di obama e clinton quando non addirittura legali che hanno lavorato per difendere la Clinton Foundations dalle indagini per corruzione. Bella storia vero? Quindi Trump dovrebbe accettare di farsi "indagare" dagli avvocati e finanziatori di obama e clinton? Muller va licenziato immediatamente, e in tronco. Il metodo soros con trump non funziona, e il siluramento di comey sta lì a dimostrarlo.

HappyFuture

Mar, 13/06/2017 - 13:05

Non credo sia possibile. Su DJ45 grava ancora il metodo poco "ortodosso" del licenziamento di Comey. Anche se il capo dell'FBI può essere licenziato dal presidente, sta alle dirette dipendenze del Department of Justice. Per liquidare Comey DJ45 ha chiesto al Dipartimento di scrivergli una lettera a giustificazione. Jeff Session, il Capo del Dipartimento aveva detto di voler restare fuori dalla faccenda, allora la lettera gliel'ha fatta Rosenstein, il suo vice. E Mueller è alle dipendenze di Rosenstein, che ha dovuto avallare la scelta di Mueller. E mo che succede? Rosenstein fa una lettera per giustificare anche il licenziamento di Mueller. Tutto un diversivo. DJ45 Trump ha paura delle acque in cui sta navigando. Incomincia ad ANNASPARE.

Garombo

Mar, 13/06/2017 - 13:24

Si il bullo ignorante padrone del mondo si può permettere di tutto.

Iacobellig

Mar, 13/06/2017 - 13:35

LO FACCIA IN FRETTA.

Lotus49

Mar, 13/06/2017 - 13:43

Il procuratore Mueller è il sosia di Leslie Nielsen, potrebbe fare "Scuola di Polizia 4"

Atlantico

Mar, 13/06/2017 - 14:03

Trump ha già dimostrato di essere un autolesionista seriale; se poi, ora, vuol fare anche harakiri e finirla, si accomodi pure.

agosvac

Mar, 13/06/2017 - 14:19

Se i Russi potessero "realmente" condizionare l'elezione del Presidente degli USA allora per gli USA sarebbe meglio chiudere bottega e diventare Stato satellite della Confederazione Russa. Non capisco come chi è contro Trump non si renda conto di questa idiozia. Tra l'altro lo stesso si potrebbe dire della signora clinton che ha avuto tra i suoi maggiori contribuenti, e questo è provato e riconosciuto, quell'Arabia Saudita che non solo ha sempre sovvenzionato il terrorismo arabo ma ha anche organizzato, ed anche questo è stato riconosciuto addirittura dal FBI, gli attacchi contro le torri gemelle che hanno causato più di 3 mila morti americane. C'è da restare sbalorditi di ciò che sta succedendo in quella che era la maggiore "democrazia" occidentale, un Paese che, una volta eletto il Presidente, era compatto a suo favore.

Libertà75

Mar, 13/06/2017 - 14:28

@garombo, in virtù di quale investitura lei può dare giudizi di ignoranza? non è che anche lei è il solito troll privo di cultura?

HappyFuture

Mar, 13/06/2017 - 15:02

Andrea_Berna ma se Mueller ha difeso in tribunale aziende della famiglia Trump. Scenda un po in dettaglio. Chi sono gli avvocati Democratici di cui Mueller si avvale? Guardi che fantapolitica per avere 2 campane non funziona. Comey ha fatto uscire informazioni che riguardavano l'indagine su Flynn. Comey ha detto chiaro che mentre lui era a capo dell'FBI Trump non era sotto inchiesta. Trump vuole stare un passo avanti agli investigatori. Si troverà impeached. Saluti.

alox

Mar, 13/06/2017 - 16:50

Muller e’ stato nominato da Rod Rosenstein UN'ALTRO REPUBBLICANO, COME COMEY E SESSIONS....Se lo licenzia deve iniziare a licenziarne diversi di quelli che Trump ha appena nominato e di CUI non si fida delle scelte che fanno: il castello crolla (sta' gia' crollando!).

alox

Mar, 13/06/2017 - 16:59

Sono tutti spie di Obama e Clinton, anche Ivanka!

alox

Mar, 13/06/2017 - 17:07

@Garombo il grosso problema di Trump e' non aver nessuno Valore: solo vincere conta, ad ogni costo!

alox

Mar, 13/06/2017 - 18:00

@agosvac, volta pagina, to le riscrivo un’altra volta: da DESTRA E SINISTRA TUTTI TUTTI riconoscono che i Russi hanno hackerato le elzioni del 2016: anche PUTIN LO HA AMMESSO (aturalmente ha accusato bande russe nazionaliste...)., i problemi vanno oltre e non legati alla vittoria indiscussa di Trump ma legati al tax return di Trump, alle ambigue posizioni (iniziali) dello stesso nei confronti di NATO e la Russia...

ex d.c.

Mar, 13/06/2017 - 18:01

Obama non era stato eletto con il 100% dei voti, ma chi non lo aveva votato ha permesso comunque che portasse avanti il suo programma. La SN non imparerà mai a rispettare le scelte che non la premiano. Impariamo perlomeno noi elettori ad andare a votare contro la SN

alox

Mar, 13/06/2017 - 18:48

@ex d.c. prima della sinistra e' la destra che si sta' rivoltando a Trump...e' li' da vedere in questa amministrazione quello che trump dice o tweetta viene smentito o corretto prima di tutto dai SUOI...il problema e' Trump: non e' di destra, non lo e' MAI stato e si vede i piu' moderati di destra dicono: che va' capito (e' ignorante), scusato, ignorato...etc

alox

Mar, 13/06/2017 - 19:01

@ex d.c. il vero problema e' la destra per Trump...Trump ha nominato gente di destra molto capace pronti a fare molto bene: ma non appena Trump parla o tweetta (dice il suo pensiero) c'e' qualcuno della sua amministrazione che se non lo smentisce minaccia le dimissioni...o sono tutti incapaci o e' LUI il problema!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 13/06/2017 - 19:44

i lettori comunisti italiani dicono che non è vero sono tutti comunisti quelli contro Trump secondo loro.Secondo voi.Andrea_Berna sei un esporto di politica estera come Luttwig?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 14/06/2017 - 11:02

Dietro tutte queste grane ci sono solo i Clinton. Infatti Bonnie and Clyde hanno fatto fuori Sanders con lo stesso sistema.

Libertà75

Mer, 14/06/2017 - 11:12

@alox, mamma come ti rode, ci dormi la notte?

alox

Mer, 14/06/2017 - 13:29

@Liberta' L'ignoranza, la volgarita' non vanno scusati...Trump ha insultato e insulta la destra e STA' UMILIANDO personaggi di destra di storica e provata reputazione: Trump mette sullo stesso piano gli USA con la Russia...per me e' un personaggio che non conosce i VALORI per cui molti Americani sono morti e continuano a morire!