Ryan: "Ci sono diversi modi per costringere il Messico a pagare il muro"

Per costruire il lunghissimo muro con il Messico si dovranno stanziare almeno 20 miliardi di dollari. Paul Ryan, speaker repubblicano della Camera, dice che saranno "diversi modi per spingere il Messico a contribuire" alle spese

Appena insediatosi alla Casa Bianca Donald Trump ha firmato un ordine esecutivo in cui impegna la propria amministrazione a costruire (o per meglio dire completare) il muro anti immigrati con il Messico. Subito sono riesplose le polemiche, con il presidente Enrique Peña Nieto che in un discorso trasmesso in tv, ha detto che il suo Paese non intende pagare (come preteso da Trump). Visto che per il progetto è prevista una spesa di circa 20 miliardi di dollari, la questione non è di poco conto.

Ora sulla questione interviene anche lo speaker della Camera, il repubblicano Paul Ryan. "All'inizio pagheremo noi, anticiperemo noi gli stanziamenti", dice in un'intervista alla Msnbc. E getta acqua sul fuoco delle polemiche divampate per l'avvio della costruzione del muro, assicurando che ci saranno "diversi modi per spingere il Messico a contribuire" alle spese. "Ci sono diversi modi per stabilire quanto loro debbano pagare", ha aggiunto il leader repubblicano, assicurando che la maggioranza del suo partito, tradizionalmente restia ad approvare grandi spese pubbliche, vuol lavorare affinché gli impegni assunti da Trump anti-immigrazione possano diventare realtà. "Il fatto è che Trump ha promesso agli americani di rendere più sicuri i confini, il muro è una parte importante di questo piano", ha detto ancora Ryan. "Lavoreremo con lui per finanziare la costruzione di queste barriere fisiche, compreso il muro, sul confine meridionale". Il Congresso intende finanziare il muro di Trump attraverso uno stanziamento di spesa speciale, di fatto al di fuori dalla finanziaria, da approvare nei prossimi due mesi.

Ryan avrebbe presentato la proposta durante il riunione del repubblicani in corso a Filadelfia, dove oggi è atteso Trump, prospettando un supplemento della legge finanziaria, che aumenterebbe quindi in modo molto consistente la spesa pubblica da parte di un governo interamente repubblicano che invece si prepara ad usare la scure su altri fronti della spesa federale. Che siano gli Stati Uniti a dover tirare fuori i soldi è confermato anche dal deputato repubblicano Chris Collins: "Il presidente ci ha detto che si farà rimborsare in un modo o in un altro e noi l'abbiamo accattato, ma nel frattempo dobbiamo essere noi a pagare" . Ma la difficoltà di ottenere i finanziamenti, e la difficoltà di riavere i soldi dal Messico, che già ha condannato a gran voce il passo di Trump, è un problema di non poco conto di cui la nuova amministrazione dovrà tenere conto

E dovranno essere affrontati anche i (non pochi) ricorsi che quasi sicuramente arriveranno da varie parti: non solo dalle organizzazioni che operano per la difesa dei diritti civili, ma anche quelle dei privati, agricoltori e allevatori, che possiedono terreni lungo il confine di 2mila miglia, solo un terzo dei quali sono federali. Per la costruzione dell'attuale barriera, che copre 650 miglia (costate in tutto 7 miliardi di dollari, quasi 5 milioni a miglio), vi erano state molto dispute con i proprietari terrieri, specialmente in Texas, che ritardarono la realizzazione della barriera, votata nel 2006 dal Congresso, contribuendo a far lievitare i costi.

Trump non prende bene le parole di Pena Nieto

"Se il Messico non intende pagare per il muro, di cui c'è grande necessità, sarebbe meglio cancellare il prossimo incontro". Così Donald Trump, su Twitter, ha risposto alle parole del presidente messicano, che aveva escluso la possibilità per il Messico di finanziare i lavori per la costruzione del muro al confine. In un discorso televisivo, Enrique Pena Nieto aveva risposto a Donald Trump, al suo annuncio del prossimo avvio dei lavori le cui spese Washington poi addosserebbe a Città del Messico.

Commenti
Ritratto di ...WeThePeop£e...

...WeThePeop£e...

Gio, 26/01/2017 - 15:18

Grande Presidente, il muro elettrificato a un milione di volt, grazie.

Ritratto di malatesta

malatesta

Gio, 26/01/2017 - 15:21

Sono anche migliaia di nuovi posti di lavoro..se poi paga il Messico, TRUMP e' un genio..

pinux3

Gio, 26/01/2017 - 15:26

Ma guarda un po', il presidente messicano non vuol pagare...Che insolente...

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 26/01/2017 - 15:33

Raffaello Binelli,per favore non scriva."preteso da Trump"....scriva "richiesto"(mi sembra più obiettivo),visto che Trump,dopotutto,sta difendendo i suoi elettori, da una "invasione" attraverso questa lunga frontiera,esodo,che non è certo ostacolato dalle "autorità" Messicane(che pertanto ne sono complici...).Non le pare?....E vedrà,che un tipo come Trump,troverà il sistema di riavere indietro questi soldi,come pure la soluzione" dei "permessi" con i proprietari terrieri!!!

Libertà75

Gio, 26/01/2017 - 15:35

In realtà continua solo un progetto precedente e di certo non lo finirà di sicuro, una volta spesi (i probabili) 5 miliardi, il progetto si arresterà nuovamente... vedremo a che punto sarà arrivato fra 4 anni

congonatty

Gio, 26/01/2017 - 15:43

In realta' e' molto piu' probabile che venga costruito dai messicani con i soldi degli americani. La manodopera sara' reclutata dal lato messicano della frontiera e lo stesso vale per i fornitori di cemento e materiali che sono tutti dalla parte messicana. Ma la fanfara politica serve a questo a dire quello che si vuol sentire, anche se e' il contrario della verita' Il muro e' una vergogna e una vergogna e' volere un muro per separare i ricchi dai poveri. La realta' e' che i neri e i messicani vanno bene come schiavi e servi ma non come cittadini.

glasnost

Gio, 26/01/2017 - 15:56

Va avanti vedrete che va avanti. Non è mica l'italia!!

ex d.c.

Gio, 26/01/2017 - 15:56

Gli americani saranno comunque d'accordo su come vengono impiegati i loro soldi

Ernestinho

Gio, 26/01/2017 - 16:00

Ho paura che il neo Presidente stia facendo di tutto per isolare l'America!

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Gio, 26/01/2017 - 16:00

Trump, comincia a cacciare i soldi, poi si vedrà se qualcuno pagherà. Le tante sbandierate riforme costeranno parecchio e non necessariamente avranno buoni frutti.

Una-mattina-mi-...

Gio, 26/01/2017 - 16:00

FATTI NON CHIACCHIERE, OTTIMO INIZIO

Silvio B Parodi

Gio, 26/01/2017 - 16:04

ma come quando Obama costrui il muro 1600 miglia nessuno apri' bocca ora che Trump vuole completare l'opera 750 miglia tutti addosso???ma allora siete rimbecilliti voi di sinistra???SIIII

fer 44

Gio, 26/01/2017 - 16:04

@congonatty 15:43 Si vede proprio che non hai capito una "beata mazza"! Non è che i neri e i messicani vanno solo bene come schiavi, è che devono essere in possesso di regolare permesso di soggiorno e rispettare le regole! Io ho fatto l'emigrante nella svizzera tedesca, negli anni 65 e 66, periodo in cui a Chiasso gli svizzeri tiravano giù dai treni tutti quelli che cercavano di andare oltre confine senza permesso di soggiorno, e quelli che trovavano già dentro, li rispedivano in Italia coi carri bestiame! Ho rispettato le loro regole; mi hanno imposto, dopo 3 mesi di riportare la mia auto in Italia e di dare un nuovo esame per la patente di guida (col risultato che fino ad oggi ho sempre circolato con 2 patenti, la svizzera e l'italiana) e quando mi scade l'italiana (ogni 2 anni ormai) nelle more circolo con quella svizzera, che è valida fino a 75 anni senza rinnovi e senza costi! Devo dire che sono stati due anni che ricordo con piacere!

Pistino91

Gio, 26/01/2017 - 16:07

non so perche ma tutta questa vicenda mi fa pensare al 13 agosto 1961

lucaverdini

Gio, 26/01/2017 - 16:08

Bisognerebbe fare lo stesso con i paesi africani che non collaborano a controllare le frontiere. In questo caso i costi della sorveglianza delle loro coste e dell´accoglienza che ci accolliamo

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Gio, 26/01/2017 - 16:10

Fatti???? Come l'impedire ai cittadini di SOMALIA, IRAQ, SIRIA,SUDAN,IRAN, YEMEN di entrare negli USA PER UN SOLO MESE? Persone che hanno bisogno di un visto in ogni caso? Ma non aveva promesso di impedire di entrare negli Usa a tutti i Musulmani? La classica foglia di fico!

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Gio, 26/01/2017 - 16:12

Questo nel mantenere le promesse (da marinaio) mi pare peggio di Renzi. Il che è tutto dire!

congonatty

Gio, 26/01/2017 - 16:12

Carissimo Fer44, anche io sono un immigrato italiano nella Svizzera tedesca. So di cosa parla. E le ripeto che i neri americani in america ci stanno perche' sono stati portati come schiavi. E' una storia accaduta prima dei suoi carri di bestiamo, ma nemmeno cosi' tanto tempo fa. Il concetto di rispedire a casa delle persone con i carri di bestiame non e' un ricordo piacevole, a meno che lei abbia piaceri particolari, ma una degradazione umana. I messicani irregolari lavorano per gli americani con stipendi piu' bassi, cosi' come i frontalieri italiani fanno per gli svizzeri, per quanto la legge imponga che i salari siano comparabili. Le ripeto che i miserabili fanno comodo come servi ma non come cittadini alla pari.

VittorioMar

Gio, 26/01/2017 - 16:21

..SONO SEMPLICI ACCORDI DI CARATTERE COMMERCIALE ....UN ACCORDO SI TROVA SEMPRE..!!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 26/01/2017 - 16:28

@congonatty 16:12...Trump,se vuole trovare delle opportunità di lavoro,per gli "americani DOC",deve disincentivare l'arrivo,la presenza,di manodopera "non autorizzata",ovviamente anche a scapito degli "imprenditori" americani,che saranno costretti ad assumere non "schiavi"(come scrive lei),ma persone normali,pagate "normalmente"....E vedrà,che se queste persone,rifiuteranno le "opportunità",che verranno a crearsi(per poca voglia di lavorare,o comodità varie...),li metterà nella posizione,di non rifiutare...

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 26/01/2017 - 16:32

I FINTIPROFUGHI Africani da piu di 1 anno stanno arrivando a Panama (traghettati dalle navi mercantili a pagamento dato che sono poveri) e poi da Panama tentano la RISALITA verso gli USA, li in Italia non lo sapete ma gli Americani lo sanno ed ecco che cercano di porvi rimedio. In questo tentativo di porre rimedio e fermarli, gli Americani UDITE UDITE hanno un prezioso alleato, in quel Daniel Ortega che ha da piu di un anno schierato l'esercito al confine SUD e che quando gli Africani entrano in Nicaragua li ACCHIAPPA e li riporta in Costa Rica, dove a 20 Km dalla frontiera si è formata una NUOVA GIUNGLA piena di Africani che si dicono poveri ma che poi pagano centinaia di dollari ai COYOTES (come li chiamano qui) per farli passare. E nessuno si domanda dove prendono questi soldi sta gente!!! AMEN.

congonatty

Gio, 26/01/2017 - 16:39

Zagovian, parliamo in effetti della stessa cosa. Americani che fanno i giardinieri o i lavapiatti per due lire? Significa impoverire il paese non arricchirlo. Oppura aumentare i salari a tutti? Anche a chi fa lavoro di base? E' un concetto di sinistra non di destra. Allora quale delle due?

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Gio, 26/01/2017 - 16:47

Ortega chi il sandinista-comunista?

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Gio, 26/01/2017 - 16:49

Non mi hanno pubblicato il post in cui ripetevo quanto scritto nell'articolo, che soli un terzo del confine ricade sotto la giurisdizione federale. Quindi di Trump.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Gio, 26/01/2017 - 16:53

In un modo o nell'altro il muro lo pagheranno i messicani. In attesa di adoperare metodi più "convincenti" Trump farà confiscare le rimesse dei messicani presenti negli USA e imporrà dazi alle merci messicane. Queste prime misure saranno applicate quando scadrà il ragionevole ultimatum di Trump al Messico. Tutti sperano che il presidente messicano Nieto abbia abbastanza buon senso per capire che non può opporsi alla ferrea volontà di Trump se non vuole che il suo paese diventi la Polonia del duemila. Purtroppo le sue sconsiderate parole di questi giorni fanno temere il peggio. Ci auguriamo prevalga il buon senso e la ragionevolezza.

Ritratto di franco.a.trier_DE

franco.a.trier_DE

Gio, 26/01/2017 - 16:59

ora dicono a contribuire non pagare totalmente il Mexico, che faccia bene Nieto a non incontrare quel gringo pazzo.Pinux 3 perchè dovrebbe pagare il Mexico se lo vuole Trump è lui che deve proteggere la USA no il Mexico, vedi quanto sei fesso? Vogliamo fare pagare le barriere,frontiere italiane contro gli extracomunitari a loro? i muri i reticolati e le barriere in Est Europa chi le hanno pagate gli invasori?

rocky999

Gio, 26/01/2017 - 17:03

Il Messico pagherà fino all'ultimo centesimo. E' estremamente indebitato con gli Stati Uniti e milioni di famiglie messicane vivono con i soldi inviategli da immigrati messicani che lavorano in Messico. O pagano oppure gli USA gli renderanno la vita un inferno, diventeranno un paese del terzo mondo. Sono gli americani che comandano, è sempre stato così e sempre sarà così.

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 26/01/2017 - 17:05

Trump fa' benissimo! Magari potessimo farlo anche noi...

cabass

Gio, 26/01/2017 - 17:08

Trump è un abilissimo uomo d'affari... Se dice che farà pagare la corda all'impiccato, non so come, ma sono sicuro che ce la potrà fare. Comunque convincere il Messico non sarà facile come convincere l'Italia a pagare per tirarsi la zappa sui piedi!

Rossana Rossi

Gio, 26/01/2017 - 17:11

Sta facendo esattamente quello che la gente vuole. E agli asini soliti che ragliano faccio ricordare che la costruzione del muro iniziò sotto Obama approvato dalla Clinton. E adesso cosa starnazzate? Trump pensa agli USA e fa bene. Cosa ha fatto il Messico per fermare i clandestini? NULLA. E Trump si difende. e fa bene. Lo facessimo noi invece di andarli a prendere coi traghetti........

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 26/01/2017 - 17:11

Il Messico non vuole pagare il muro? Ma vaaaaaaa???? Cominciano le comiche. Guest Star questo confusissimo presidente.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 26/01/2017 - 17:14

Si OMAR 16e47, mica tutti i COMUNISTI sono Kolleoni come quelli Italiani!!! Ora hai finalmente capito perche sto bene qui in Nicaragua!!! AMEN.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 26/01/2017 - 17:16

@congonatty 16:39....Mi spiace,ma questo concetto,visto dalla "sinistra" è utopia demagogica,intriso di "assistenzialismo" di convenienza,che ha portato i paesi,dove è stato applicato,al fallimento,alla desolazione economica e "spirituale",annientando,sacrificando ogni "personalità peculiare",al "collettivo",appiattendo,invece di premiare l'eccellenza",il "rendimento".Il "capitalismo" vecchia maniera,è altrettanto "becero",quando massimizza,solo il "profitto" e minimizza il costo della manodopera,sulla base pretestuale di una "concorrenza globale".Trump,sta cercando di rompere questo meccanismo,con una visione di "destra" moderna e patriottica,che vuole dignitosamente rivalutare la manodopera locale,nel contesto di una "imprenditoria" attenta a questo obbiettivo.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 26/01/2017 - 17:19

@Rossana Rossi:...certo,questo vogliono gli Americani,che lo hanno votato!!

Libertà75

Gio, 26/01/2017 - 17:39

Il bello degli articoli su Trump è che permettono ad un coacerbo di frustrati e depressi di poter dar sfogo al veleno che portano in corpo. Difficilmente pongono domande intelligenti, solitamente emettono sentenze fuori luogo e amenità simili. Si preoccupano del debito quando se ne infischiavano di quello di Obama. Ridono su una questione del muro, migliorando il basso livello morale che toccarono quando risero sulla morte di Ghedaffi. Si lagnano su quanti km riuscirà a costruire, ma se lo stesso muro fu portato avanti anche da Obama per 649miglia, allora perché frignare?

Rotohorsy

Gio, 26/01/2017 - 18:03

Il primo passo importante è quello di fare realmente il completamento del muro, e lo farà. E riuscirà anche a farlo pagare ai Messicani. Sentito dire che altrimenti bloccherà le rimesse degli immigrati verso il Messico. Il modo lo troverà, mica è un cagasotto nostrano ??

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 26/01/2017 - 18:06

---Libertà75---il programma di trump non è originale---se uno si studia la storia degli states scopre che è tale e quale a quello del presidente americano repubblicano Harding del 1920---io credo che trump lo abbia letto e lo stia applicando alla lettera---quel programma portò ad un fortissimo boom economico--i cosidetti “anni ruggenti”---ma poichè trump ci deve stare solo 8 anni al potere--ha letto quel programma fino al 1928------se girava la paginetta si sarebbe reso conto cosa successe poi nel 1929---hasta

istituto

Gio, 26/01/2017 - 18:19

Congonatty 15:43 visto che per te è una vergogna costruire il muro per separare i ricchi dai poveri perché non te li porti a casa tua di occidentale benestante ( in Svizzera) un po' di messicani e di BEI NEGRONI visto che ci tieni tanto al loro benessere ?

vottorio

Ven, 27/01/2017 - 04:07

"congonatty 15:43" i muri non servono per dividere i ricchi dai poveri, ma per evitare che delinquenti e fannulloni si mescolino illegalmente e creino scompiglio tra la gente che è abituata a vivere con il lavoro. questo problema è, ovviamente, non solo americano, ma si verifica un po' dovunque insistono situazioni analoghe. questi muri devono essere ben controllati per evitare effrazioni. il Popolo messicano, da parte sua, è invitato a farsi rispettare in casa propria e, con ogni mezzo, ha il diritto di riportare la democrazia, il lavoro e il benessere. poi le porte di quel muro potranno essere riaperte.

Ritratto di scappato

scappato

Ven, 27/01/2017 - 07:34

@congonatti: visto che Lei e' un ignorante (=colui che ignora) perche' non va a vedere il muro della vergogna, per usare parole Sue, che i razzisti messicani hanno eretto al confine con il Guatemala? Image result for mexico nicaragua wall

congonatty

Ven, 27/01/2017 - 10:04

Cari commentatori. Mi fa piacere che i miei commenti vi abbiano toccato. In effetti il discorso fatto vale per qualsiasi muro, non e' limitato a quello tra USA e Messico. Presi uno ad uno servono a separare i ricchi o privilegiati dai poveri e sfruttati. E c'e' sempre qualcuno piu' povero da qualche parte. La Svizzera potrebbe fare un muro a chiasso, e noi potremmo farne uno a Lampedusa. Sarebbe lo stesso concetto. Per quanto riguarda l'invito del Sign. Istituto, la ringrazio, gia' fatto e da tempo. Fortunatamente ho un buon lavoro che mi permette di sostenere alcuni immigrati africani, e sempre fortunatamente, ho la possibilita' di far lavorare alcuni immigrati messicani.

Libertà75

Ven, 27/01/2017 - 17:50

@elkid, guardi che il problema della crisi è la mancanza di regole, purtroppo (e lei lo sa benissimo perché sostiene una parte politica avezza alla dissimulazione) riviviamo un contesto a riduzione di regole, non ad una deburocratizzazione, ma ad una deregolazione vera e propria. La crisi dei mutui sub prime è frutto della deregulation completata sotto Clinton. Ora che Trump possa fare di peggio, non lo so, sinceramente ho visto che i dem hanno toccato il fondo e mi auguro che costui non inizi a scavare.

Libertà75

Ven, 27/01/2017 - 17:53

@congonatty, io a leggere questi discorsi razzisti inorridisco, neppure il compagno elkid arriva a tanto. Lei sostiene che il muro divida ricchi e poveri, lei è contrario al muro, favorevole alla continua importazione di esseri umani nel nostro paese che da poveri restano poveri perché accettano lavori sottopagati. Permettere loro di lavorare sotto costo si trasforma in un ricatto per i residenti che devono accettare di essere sfruttati. Quindi lei vuole che anche chi ha un certo benessere diventi povero. Squallido all'infinito!

rokko

Sab, 28/01/2017 - 00:01

rocky999, ma se io ti devo un milione, sono io ad avere un problema o sei tu ad avercelo ? Ma il cervello lo fate girare non a vuoto ogni tanto ?