Il serial killer sorride in tribunale. E il padre della vittima lo aggredisce

Michael Madison sorride al giudice che lo condanna a morte. Il padre di una delle vittime non trattiene la rabbia e lo aggredisce

Nemmeno davanti alla condanna a morte, Michael Madison ha smesso di sorridere. Anzi, con fare beffardo, ha guardato dritto negli occhi il giudice che lo stava condannando per gli omicidi di tre giovani donne e gli ha mostrato un ghigno sfrontato. Davanti a quel sorriso beffardo, il padre di una delle vittime non ha trattenuto la rabbia e gli si è scagliato contro (guarda il video).

Il processo si è concluso con una secca condanna a morte. Nemmeno davanti al giudice Michael Madison si è penstito per aver ammazzato tre ragazze innocenti. Anzi, fino all'ultimo momento, è andato avanti a sorridere come se la condanna a morte lo divertisse. Van Terry, padre della 18enne Shirelda rapita e uccisa da Madison, non lo ha tollerato e si è scagliato contro il 38enne serial killer, lanciandosi oltre il banco a cui era seduto (guarda il video). Van Terry aveva appena finito di raccontare al giurati seduti in tribunale il dramma della perdita della figlia avvenuta nel 2013.

Commenti

giovauriem

Ven, 03/06/2016 - 11:21

quello lì ha sbagliato a nascere negli usa , doveva nascere in italia , primo per che ci sarebbero voluti 15 anni e non 3 per una sentenza , poi avrebbe chiesto il patteggiamento , ottenendo una sentenza a 15 anni di carcere , dopo averne scontati 4/5 sarebbe uscito , noi siamo un paese di buoni e non cattivi come gli americani che si permettono di condannare a morte qualcuno solo per che ha ammazzato 3 persone .

Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 03/06/2016 - 12:13

Aspettiamo di vederlo sul lettino dell'esecuzione e, soprattutto, negli istanti successivi all'iniezione letale.....

fisis

Ven, 03/06/2016 - 12:39

Il padre ringrazi di non essersi trovato in Italia, dove al killer avrebbero dato al più una diecina d'anni e ora si troverebbe indagato per essersi scagliato contro l'assassino e a doverlo risarcire per danni morali e materiali.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 03/06/2016 - 13:04

GLI; USA SONO UN PAESE CIVILE COME LA GERMANIA! LA SVIZZERA! LA FRANCIA! L;INGHILTERRA! DOVE UNO PUO DIFENDERE LA SUA VITA É QUELLA DEI SUOI FAMIGLIARI! SOLO L;ITALIA É DIVENTATO UN PAESE BARBARO DOVE GLI ASSASSINI HANNO PIU DIRITTI DELLE LORO VITTIME!.

joecivitanova

Ven, 03/06/2016 - 13:23

Veramente peccato che lo abbiano trattenuto, però erano obbligati a farlo; in Italia probabilmente il criminale tra dieci anni sarebbe stato già in parte libero per andare a lavorare magari, però non credo che per lui sarebbe stato conveniente. Infatti il genitore di una delle vittime è un nero e con le palle e sicuramente tra dieci anni lo avrebbe ucciso e non con una iniezione letale preceduta da un sonnifero, ma con le proprie mani, che non mi sembrano poi così piccoline, e molto lentamente. G.

Tipperary

Ven, 03/06/2016 - 13:49

Tutta la mia stima e solidarieta' a quel povero padre. Dovremo cominciare anche qui .

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Ven, 03/06/2016 - 14:13

Dal momento che è stato - giustamente - condannato a morte, non sarebbe stato sbagliato affidare l'esecuzione al padre della ragazza. Era meglio se non lo fermavano, si sarebbe risolto tutto in pochi minuti con un consistente risparmio di denaro pubblico.

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Ven, 03/06/2016 - 15:48

Negli Usa le condanne a morte trovano la loro effettiva esecuzione anche dopo 15 anni. Evidentemente è un grave errore. Per questo il killer rideva: per almeno altri 10-15 anni, egli continuerà a vivere. In Cina, Arabia Saudita e Iran, giustamente, non hanno tempo da perdere: qualche settimana al massimo e il colpevole di turno è eliminato dalla faccia della Terra. Grandi filosofi come Kant e Hobbes - solo per citarne due - dall'alto della loro saggezza, approverrebbero senza riserve questa veloce e molto pratica giustizia. Con buona pace dei tanti deboli di stomaco che ammorbano l'aria e le menti col loro becero garantismo.

tiromancino

Ven, 03/06/2016 - 21:52

Voleva dare una accelerata,però non avendo un'arma poteva fare poco

Antonio2013

Sab, 04/06/2016 - 13:13

??