Suu Kyi rompe il silenzio sui rohingya: "Tornino in Myanmar"

Sotto pressione, il Nobel condanna le violazioni, ma per Amnesty non basta

Sostenitori del gruppo islamista Hefazat-e-islam protestano in Bangladesh

Sono parole quasi di circostanza quelle pronunciate dal premio Nobel per la pace Aung San Suu Kyi, che dopo settimane in cui tutti, dalla collega Malala in poi, le hanno rinfacciato il silenzio su quanto sta accadendo in Myanmar, ora si decide a parlare della crisi in atto e lo fa con parole che rispondono a malapena alle accuse di "pulizia etnica" arrivate dalle Nazioni Unite.

Si dice "profondamente desolata" la Suu Kyi e condanna "tutte le violazioni dei diritti umani". Poi sostiene che "le forze di sicurezza hanno ricevuto istruzioni di prendere tutte le misure per evitare danni collaterale e affinché i civili non siano feriti".

La leader del Paese si è detta pronta a garantire il rientro dei profughi, ma le sue parole raccontano a stento quanto sta accadendo nello Stato di Rakhine, da cui a migliaia gli appartenenti alla minoranza musulmana Rohingya sono fuggiti verso il confine con il Bangladesh, tra notizie di violazioni dei diritti umani e di tiri d'artiglieria che hanno preso di mira anche i civili durante le operazioni anti-terrorismo contro le milizie dell'Arsa che hanno preso di mira esercito e polizia il 25 agosto scorso.

Le parole della Suu Kyi non convincono però gli osservatori internazionali. Chiarissima la risposta di Amnesty International: "Pratica la politica dello struzzo".

Commenti
Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 19/09/2017 - 10:06

Di Amnesty International,mi fido poco-niente.Comunque sia,questo è il risultato,che dopo secoli di tradizioni,di culture locali,l'inserimento di altre,che sono in netto contrasto(con risvolti politici ed economici,che inevitabilmente si innescano),genera solo caos,e siccome la "tolleranza" è sostenuta dalla "convenienza",quando quest'ultima viene a mancare,avviene il rigetto.

Ritratto di Feyerabend

Feyerabend

Mar, 19/09/2017 - 11:03

Mai si sono udite parole piu' ipocrite. Anche se i soldi non li restituirà, mi auguro che le venga tolto il Nobel.

Ritratto di Giancarlo09

Giancarlo09

Mar, 19/09/2017 - 11:08

Speriamo che questi "perseguitati" non arrivino da noi.

Ritratto di hardcock

hardcock

Mar, 19/09/2017 - 11:36

Saprà bene come governare il suo popolo senza ingerenze mussulmane e commenti di pseudo giornalisti che a parole sono per la cultura occidentale ma nei fatti :- Salaham elheik Molice Linyi Shandong China

wintek3

Mar, 19/09/2017 - 12:04

Hai sintetizzato perfettamente il problema concordo pienamente

Emanmanf

Mar, 19/09/2017 - 14:10

Mi chiedo quanto ci vuole a capire che nel mondo ovunque ci sia un conflitto ci sono di mezzo i mussulmani perchè sono intolleranti e quindi incompatibili alla pacifica convivenza con gli altri ! Un cordone sanitario mondiale dovrebbe circondare gli islamici per impedire loro qualsiasi contatto con altri popoli , pena prima o poi una nuova devastante guerra . Speriamo sommessamente che l'India o la Cina facciano per tutti preventivamente il lavoro sporco !

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 19/09/2017 - 15:02

@Feyerabend - prima di emettere giudizi che poi s irivelano insensati, bisognerebbe essere là e conoscere bene storia e fatti. A quanto pare i rohingya hanno assalito caserme e villaggi, stuprando e commettendo atti poco ortodossi. Normale che gl ialtri si incazzino e si difendano. O per te non possono farlo perchè toccano i tuoi amici musulmani? La legge deve essere uguale per tutti, non solo per i nemici, carissimo.

giovanni PERINCIOLO

Mar, 19/09/2017 - 15:34

Amnesty International, se fosse cosa seria e veramente imparziale, avrebbe dovuto come prima cosa condannare gli attacchi criminali compiuti dai terroristi musulmani rohingya. Io saro' islamophobo, razzista, e quant'altro ma questi rohingya non mi fanno nessuna pena e ricordo solo il vecchio adagio che recita : "chi é colpa del suo mal pianga se stesso". Detto questo vorrei che i cervelloni di Amnesty mi spiegassero per quale motivo tutte le religioni riescono a convivere pacificamente, ebrei, cattolici, buddisti, cristiani, shintoisti mentre quando ci sono di mezzo i musulmani prima o poi finisce sempre a schifio. Chi é incompatibile con qualsiasi altra religione é l'islam e allora prendiamone atto una buona volta e rimandiamoli tutti quanti a casa loro e che si scannino poi allegramente tra sunniti e sciiti e wahabiti. Il mondo senza islam non potrebe che essere migliore, con buona pace del pampero, di mamdama sboldrina, del ministro delirio e soci buonisti e multiculturalisti!

giovanni PERINCIOLO

Mar, 19/09/2017 - 15:39

"Pratica la politica dello struzzo"... I signori di amnesty dovrebbero guardarsi allo specchio perché gli struzzi sono solo loro. Prendano atto che in tutti i paesi del mondo l'unica religione che é totalmente incompatibile con il vivere civile é l'islam e che i veri razzisti sono e resteranno sempre i musulmani perché cosi vuole la loro religione.

Ritratto di tomari

tomari

Mar, 19/09/2017 - 16:07

Suu Kyi altro premio Nobel che fa il paio con Obama, Dario Fo ecc...

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mar, 19/09/2017 - 16:11

Leonida55: la solita logica fascista. Quindi anche tu sei responsabile dei bombardamenti e dei massacri che i "cristiani" occidentali effettuano nel mondo islamico? I bambini rohingya assimilati ai guerriglieri rohingya???

mariod6

Mar, 19/09/2017 - 17:57

Tutti a urlare come vergini violate per la cacciata dei mussulmani dal Myanmar. E per lo sterminio dei cristiani in Pakistan, India, Sri Lanka, Timor, Sudan, Iraq, Etiopia, Somalia, Nigeria, Niger, Mali, Guinea invece nessuno parla. Questi sono stati cacciati (ma nessuno dice che cosa hanno combinato prima !!!) mentre i cristiani vengono solo accoppati !!!!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 19/09/2017 - 19:41

@mariod6,@giovanni PERINCIOLO:...CONCORDO!

Ritratto di ErmeteTrismegisto

ErmeteTrismegisto

Mer, 20/09/2017 - 00:39

E le donne, alcune sinceramente mostruose, vestite come Belfagor già a partire dai 13 anni per non tentare (la vista dei capelli femminili oddio i capelli) ....e questo è normale ?

Ritratto di Giancarlo09

Giancarlo09

Mer, 20/09/2017 - 15:43

Omar el murtacc tua francamente dei maiali tuoi correligionari non ce ne può fregare di meno.