Tenerife, non c'è più speranza. Morti i due italiani dispersi

Si tratta di Alessandro Locatelli, di 54 anni, di Giaveno (Torino) e di Graziella Fagnoli, 77 anni, di Predappio, in provincia di Forlì, dati entrambi per dispersi dopo il crollo

È stato ritrovato senza vita Alessandro Locatelli, il 54enne torinese coinvolto nel crollo di un palazzo nel centro di Arona, sull'isola di Tenerife. L'uomo, figlio di un imprenditore edile era sull'isola insieme alla compagna, ed era stato inizialmente inserito nell'elenco dei dispersi.

La compagna di Locatelli, Piera Silvetti, è scampata al crollo del palazzo. Era partita per le Canarie con Locatelli pochi giorni dopo avere ultimato i lavori di ristrutturazione del suo locale, il bar sport di Giaveno. Sull'isola si trovava anche uno dei figli di lei, che qui vive e lavora.

Nell'elenco dei dispersi c'è invece ancora Graziella Fagnoli, romagnola. Finora sono cinque le persone ritrovate senza vita dai soccorritori, che agiscono con grande cautela per il rischio di nuovi crolli della porzione della struttura che ancora è rimasta in piedi. Ma nel tardo pomeriggio è arrivata la conferma della polizia spagnola: i due italiani coinvolti nel crollo di Tenerife sono morti. Seppur non citi i nomi, si dovrebbe trattare di Alessandro Locatelli, di 54 anni, di Giaveno (Torino) e di Graziella Fagnoli, 77 anni, di Predappio, in provincia di Forlì, dati entrambi per dispersi dopo il crollo.