"Tre mesi senza voli su Sharm? Perderemo 800 milioni di dollari"

L'allarme del ministero del turismo. Il disastro del Sinai peserà fortemente sull'economia del Paese

Il primo ministro Sherif Ismail con il ministro degli Esteri Hisham Zaazou

Dovrebbe durare almeno sei settimane lo stop ai voli su Sharm el-Sheikh imposto dalle linee aeree britanniche e russe. Un periodo lunghissimo, se lo si guarda dal punto di vista degli operatori turistici egiziani, che temono le ripercussioni pesanti sul settore e di certo non potranno compensare con i voli sottocosto annunciati dalla compagnia di bandiera EgyptAir.

Se già ieri sera il ministero del Turismo di Hisham Zaazou parlava di perdite che potranno facilmente raggiungere i 250 milioni di euro, oggi il titolare del dicastero rincara la dose. Con tre mesi di stop, l'Egitto dovrò dire addio a 800 milioni di dollari di introti.

Commenti

paolo1944

Ven, 13/11/2015 - 17:27

Così l'ISIS purtroppo vince due volte. E Obama dorme.