Tregua fra Trump e Congresso: stop allo shutdown per il Muro

Il presidente degli Stati Uniti ha minacciato di riprendere il il blocco degli uffici dopo il 15 febbraio e di poter utilizzare la sua autorità per costruire il Muro

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha annunciato che è stato trovato un accordo temporaneo con i democratici per mettere fine allo shutdown. L'accordo prevede una riapertura temporanea degli uffici federali fino al 15 febbraio. Una notizia importante che però non sembra essere il simbolo di un cedimento da parte del presidente americano ne confronti del muro con il Messico. Trump, annunciando la "tregua" con i dem, ha infatti minacciato di riprendere lo shutdown a partire proprio da metà febbraio se non si troverà un'intesa per finanziare il muro.

"Non abbiamo altra scelta se non quella di costruire un muro o una barriera in acciaio. Se non arriveremo a un accordo con il Congresso, o il governo sarà di nuovo chiuso il 15 febbraio o utilizzerò i poteri che mi sono conferiti dalla legge e dalla Costituzione per rispondere a questa emergenza", ha detto Trump nel discorso al Giardino delle rose della Casa Bianca.

Il presidente Usa fa riferimento alla possibilità paventata in queste settimane di utilizzare la sua autorità per dichiarare un'emergenza nazionale al confine tra Stati Uniti e Messico: ipotesi che gli permetterebbe di finanziare il muro attraverso l'utilizzo di fondi destinati ad altri progetti e che non richiedono l'approvazione del Congresso. "Come tutti sanno, ho un'alternativa molto potente ma non la utilizzerò in questo momento", ha concluso il presidente.

Commenti

alox

Ven, 25/01/2019 - 23:28

Era ora...comunque tutto questo rumore per il muro (perche' non ha agito 6 mesi fa' quando congresso e senato era di Destra?) e' solo fumo negli occhi.

cgf

Sab, 26/01/2019 - 00:25

Muro o barriera significa anche un grosso ostacolo al passaggio della droga, vuoi mai che DEM ammettano? Perderebbero troppi voti

buonaparte

Sab, 26/01/2019 - 08:59

i democratici sono senza scrupoli . avevano tentato di dare la colpa a trump dello shut down ed invece il tempo ha dimostrato che la colpa è loro che per non far completare il muro iniziato proprio dai democratici per non far fare bella figura a trump che lo aveva promesso in campagna elettorale non volevano firmare . oramai le accuse a trump false e gli attacchi dei media di parte sono stati capiti da tutti e non ci cascano piu . muller finirà sputtanato dalla storia e lo paragoneranno a peggio dell'inquisizione di torquemada con omicidi e torture . VERGOGNA

Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 26/01/2019 - 10:41

Un altro calabraghe, compare di Salvini...