Trump adesso sfida i giudici: "Pronto un nuovo bando ai migranti"

Il divieto sugli ingressi negli Stati Uniti in vigore il 16 marzo. Via l'Iraq dalla lista nera. I siriani trattati come tutti i rifugiati

La nuova versione del decreto immigrazione è pronta. C'è anche la firma di Donald Trump. L'ordine esecutivo, che entrerà in gigore il 16 marzo, non riguarderà i cittadini dell'Iraq, i possessori di green card (residenza permanente negli Stati Uniti) e i detentori di visto. I rifugiati siriani, il cui accoglimento nella prima versione era statp sospeso a tempo indeterminato, saranno trattati come tutti gli altri richiedenti asilo.

Il primo "travel ban", che era stato emesso lo scorso 27 gennaio, prevedeva un bando all'ingresso negli Stati Uniti per novanta giorni ai cittadini di sette Paesi a maggioranza musulmani (Siria, Iran, Iraq, Somalia, Yemen, Libia e Sudan) e sospendeva il programma di accoglienza dei rifugiati per centoventi giorni, mentre per i rifugiati siriani la sospensione era indefinita. Dopo diversi giorni di proteste negli aeroporti e nelle principali città dell'America, la giustizia federale aveva bloccato il bando. Trump non si è lasciato piegare dai giudici e ha lavorato a un nuovo bando per far entrare "solo chi ama gli Stati Uniti". "L'ordine esecutivo rivisto chiarisce chi è coperto dalla nuova politica sull'immigrazione dell'amministrazione Trump", ha messo in chiaro la Conwey confermando che "l'Iraq non sarà più sulla lista" nera. "È un vitale alleato nella lotta allo Stato islamico", ha motivato il segretario di Stato americano, Rex Tillerson.

I Paesi i cui cittadini saranno sottoposti al temporaneo divieto (90 giorni) di ingresso negli Stati Uniti sono quindi l'Iran, la Libia, la Siria, il Sudan, la Somalia e lo Yemen. Viene, poi, confermato lo stop di 120 giorni all'ingresso di tutti i rifugiati anche se è stata rimossa la misura che vietava nel testo bloccato dai giudici l'ingresso a tempo indefinito per i rifugiati siriani. Il nuovo decreto esecutivo abolisce anche la misura che dava accesso prioritario alle minoranze religiose in questi Paesi mediorientali, come i cristiani, una volta ristabilito il programma di ingresso dei rifugiati. Misura che era stata considerata la prova che quello della Casa Bianca fosse un bando ai musulmani. Il testo specifica inoltre che nessun "visto da immigrato o di altra natura emesso prima dell'effettiva entrata in vigore dell'ordine potrà essere revocato". Viene così confermato che non dovrebbero esserci le clamorose conseguenze per persone con il visto, o addirittura la green card, che sono state bloccate negli aeroporti dopo l'immediata, caotica entrata in vigore del primo decreto alla fine di gennaio.

Oggi Trump ha deciso di mantenere un basso profilo, affidando al suo staff la presentazione del nuovo bando anti immigrazione dai Paesi a rischio terrorismo. È la prima volta che il tycoon non firma un ordine esecutivo in diretta, davanti alle telecamere. Si è limitato a diffondere le immagini mentre il segretario di Stato, Rex Tillerson, il ministro della Giustizia, Jeff Sessions, e il segretario per la Sicurezza Nazionale, John Kelly, annunciavano la misura che revoca il precedente decreto bloccato dai giudici ed apporta modifiche tenendo conto dei rilievi del tribunale. Il nuovo bando, però, arriva proprio mentre l'Fbi fa sapere di aver avviato un'indagine su circa 300 immigrati ammesse negli Stati Uniti come rifugiati e sospettati di terrorismo. "Parliamo di 300 individui ammessi nel nostro Paese nel quadro del programma per i rifugiati - ha rivelato una fonte del Dipartimento per la Sicurezza nazionale - ma che si sono infiltrati con intenzioni ostili o che si sono radicalizzati dopo essere stati ammessi".

Commenti

Rossana Rossi

Lun, 06/03/2017 - 16:08

Signore, manda un Trump anche da noi...........

venco

Lun, 06/03/2017 - 16:08

Trump deve bloccare solo gli immigrati dei paesi islamici integralisti, in primis sauditi e quatariani poi somali, sudanesi e islamici pakistani

Edmond Dantes

Lun, 06/03/2017 - 16:10

Infatti, hanno inserito il vaticano al posto dell'Iraq, è molto più pericoloso papafrancesco degli iracheni radicalizzati.

fisis

Lun, 06/03/2017 - 16:11

Se non altro il muslim band d Trump ha avuto il merito di aver posto il problema del pericolo dell'immigrazione incontrollata, in particolare quella islamica o di coloro che odiano noi occcidentali. Sicuramente ciò aprirà gli occhi e renderà coscienti molte persone sulla fondatezza di tale pericolo, a parte quei manifestanti che ormai sono fuori dal tempo e ridicoli.

Rodolfo89

Lun, 06/03/2017 - 16:21

D' ACCORDO CON EDMONDO DANTES

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 06/03/2017 - 16:25

Vediamo a cosa si attaccheranno stavolta i giudici "democratici", per bloccargli anche questo.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Lun, 06/03/2017 - 16:28

Non capite nemmeno che si tratta di un decreto farlocco. "L'ordine esecutivo, che entrerà in vigore il 16 marzo, non riguarderà i cittadini dell'Iraq, i possessori di green card (residenza permanente negli Stati Uniti) e i detentori di visto." Perché prima qualcuno senza visto poteva entrare negli USA?

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Lun, 06/03/2017 - 16:32

Almeno su questo argomento Trump ha ragione da vendere. Sia benvenuto chi viene in pace e porta forza lavoro e/o intelligenza, ma protestare perché si blocca chi ci odia è veramente da stupidi. Forza Trump, ti auguro di riuscire a smantellare il folle apparato che sta rovinando il mondo.

antonpaco

Lun, 06/03/2017 - 16:36

La gente finge di non capire che oggi nel mondo il livello di pericolo terrorismo e' altissimo, poi piange quando scoppiano le bombe. Trump ha solamente chiesto 120 giorni di tempo per ripristinare una sicura procedura di immigrazione. E' cosi' strano?

Mannik

Lun, 06/03/2017 - 16:56

Verrà cassato anche questo perché non risolve il problema fondamentale: nell'elenco dei paesi banditi mancano quello dai quali erano originari gli attentatori del 9/11 (perché la motivazione rimane quella). Ora mi chiedo, oltre a Trump sono veramente così stupidi anche i suoi consiglieri?

Dordolio

Lun, 06/03/2017 - 17:07

Omar, quando ci sono delle scempiaggini da dire tu sei sempre in prima fila, vedo. La citazione ha un senso perchè si era dato il caso di possessori di visto a cui era stato negato l'ingresso negli USA. Va comunque detto che i loro funzionari di frontiera hanno a quanto pare notevole discrezionalità eventualmente nel rifiutare l'ingresso. Sono apparse anche qui molte testimonianze al riguardo. Se "confezionato" bene, il decreto passerà.

Ritratto di apasque

apasque

Lun, 06/03/2017 - 17:09

Purtroppo la maggioranza dei "sapientoni" in Italia non vuole ancora capire che il fenomeno dell'immigrazione non è un apocalittico evento di natura biblica. Neppure il Papa sembra volerlo capire e si lancia in scomuniche e mainacce, ma secondo me lo sa benissimo! Dietro a questi movimenti c'è il "lurido Soros", uomo ricchissimo che ha fatto montagne di oro con i suoi miseri sciacallaggi. Anche verso le nazioni più povere! Lui ha un solo obbiettivo, ora che si avvicina la sua ora: sconvolgere gli stati per poi svenderli! Così in USA come in Europa. Apriamo gli occhi prima che sia troppo tardi!

GMfederal

Lun, 06/03/2017 - 17:11

PAPA SUBITO!!!

carpa1

Lun, 06/03/2017 - 17:14

Mannik, ma sei veramente proprio così strabico? Guarda che gli stupidi sono quelli che governano su questa sponda dell'atlantico (oltre a quelli che finalmente hanno finito di governare sulla sponda americana). E non serve andare troppo indietro negli anni, basta vedere con obbiettività che è successo in Iraq prima ed a seguire Libia e Siria, solo per citare le porcate più evidenti ed eclatanti (ed europa e soprattutto Italia ne pagano le conseguenze).

ilbarzo

Lun, 06/03/2017 - 17:49

D'altra parte il Presidente è Trump non i giudici i quali devono rispettare la volontà di chi è stato eletto dal popolo e se non erro è stato eletto proprio Trump.Magari ne avessimo uno anche in Italia dei Trump.

ilbarzo

Lun, 06/03/2017 - 17:50

Più che altro pere che siano i giudici a sfidare Tump e non viceversa.

greg

Lun, 06/03/2017 - 17:53

EDMOND DANTES, sono d'accordissimo con lei, il prete argentino Bergoglio rappresenta un vero pericolo destabilizzante ovunque vada, e da quando è in Vaticano sta demolendo la Chiesa Cattolica

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 06/03/2017 - 17:54

@Dordolio 17:07...concordo!Certo Trump,deve districarsi anche lui(al momento,prima di poter rimuovere certe persone...),nei "lacci e lacciuoli",che il SISTEMA gli ha lasciato in eredità,operando con una notevole furbizia,per raggiungere lo scopo,per cui è stato eletto!!

greg

Lun, 06/03/2017 - 17:55

MANNIK, lo sa che lei è penoso, nei suoi ragionamenti......

Cheyenne

Lun, 06/03/2017 - 18:06

i pagliacci pagati da soros

lorenzovan

Lun, 06/03/2017 - 18:10

signore...se esisti...cosa alla quale non credo...portati via tutti i trumpati nostrani...e cosi' sia

Arch_Stanton

Lun, 06/03/2017 - 18:32

Sono sicuro che un giudice sospenderà anche questo, è una questione politica.

fft

Lun, 06/03/2017 - 20:28

ilbarzo Lei confonde la democrazia con una votazione condominiale

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 06/03/2017 - 21:44

@carpa - cosa perdi tempo a spegare a Mannik ? Tanto non ci arriva. E' debole di pensiero, o fazioso all'inverosimile.

Ritratto di Leonida55

Anonimo (non verificato)

greg

Lun, 06/03/2017 - 21:52

Però Signore, io che ti credo, prima cavaci dalle palle Lorenzovan mandandolo nel girone tedesco dove ai peccatori, e Lorenzovan lo è, vengono date martellate alle palle per l'eternità, lui che le ha rotte a tutti noi con le sue minchiate galattiche

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Lun, 06/03/2017 - 22:18

Per quelli in grado di comprendere, il primo provvedimento il razzista l'ha dovuto RITIRARE in quanto scritto da incompetenti, in palese contrasto con le leggi del Paese !!!!!!!!!!!!! Poi chiedo ai bananas (edmonddantes ad esempio): com'è che l'Arabia Saudita, da cui provenivano i terroristi dell'11 settembre, è esclusa dalla lista? Perché il parrucchino arancione ci fa affari? Ah, ecco, gli affari propri prima di tutto. Mi ricorda un altro con i capelli catramati .....

Edmond Dantes

Lun, 06/03/2017 - 22:51

@andrea626390. Ragionando (parola grossa! ) a modo tuo, la Germania, posto che avesse deciso di stilare una analoga lista di proscrizione, avrebbe dovuto inserirci l'Italia in quanto Amri proprio dalle prigioni italiane era transitato. Quanto agli affari non sono un tabù, sempre che siano puliti. Ma visto quali, quanti e quanto sporchi ne ha anche recentemente combinati la sinistra, al posto tuo non mi allargherei troppo.

ziobeppe1951

Lun, 06/03/2017 - 23:11

Andrea62...22.18..perché..forse il negro aveva escluso l'Arabia Saudita dalla lista?????

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Mar, 07/03/2017 - 00:08

Una preghiera a tutti i lettori, qualcuno dica al signor Sergio Rame che il popolo sovrano yankee ha eletto presidente e "Commander in Chief" il signor Donald Trump di New York. Lo ha eletto perché governi e non faccia il pupo mosso dal puparo. ... Libertà o cara

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Mar, 07/03/2017 - 00:11

Xx Omar El Mukhtar gentile signore e tutti i clandestini di cui parlano i giornali del Main Stream e la Presidenza? ... Libertà o cara

Magicoilgiornale

Mar, 07/03/2017 - 09:35

TRUMP SEI GRANDE, abbiamo bisogno di un UOMO COME TRUMP

guardiano

Mar, 07/03/2017 - 09:51

X andrea626390 caro inculcato sinistro, guarda che gli affari leciti fanno girare l'economia mondiale, quelli illeciti che usa fare la sinistra sono da condannare bandire e sanzionare.

pinolino

Mar, 07/03/2017 - 10:08

Lista troppo corta, come minimo mancano Arabia Saudita (islam wahabita), Qatar (finanziatori degli imam integralisti) ed Egitto (fratelli musulmani).

Ritratto di Rames

Rames

Mar, 07/03/2017 - 10:20

Mi dispiace per i Siriani.