Trump ha vinto le elezioni. È lui il nuovo presidente degli Stati Uniti

Donald Trump ha stupito tutti. E alla fine ha avuto ragione lui: i sondaggi erano farlocchi. L'America anche se non lo diceva era con lui. Grande vittoria del tycoon che si afferma nonostante l'ostilità del suo stesso partito, che mai lo ha sopportato

L'America ha scelto. Donald Trump è il nuovo presidente degli Stati Uniti (guarda tutti i risultati). Scrivere una frase del genere un anno e mezzo fa, quando il tycoon iniziò la sua corsa verso la Casa Bianca, annunciando di voler correre per le primarie del Partito repubblicano, avrebbe fatto sorridere. Nessuno, infatti, lo prendeva sul serio. Ma lui è riuscito nell'impresa, prima conquistando la nomination di un partito che, fino alla fine, gli ha fatto la guerra, poi riuscendo a battere una candidata fortissima, Hillary Clinton, che poteva vantare il sostegno dei poteri forti, di Wall Street e della Silicon Valley, dei media, dello show business di una parte non indifferente dello stesso Grand Old Party. Partito che si è spaccato e non ha mai digerito i modi e le sparate di Donald. E che è arrivato persino a minacciare di far saltare la nomination, in extremis, trovando un candidato super partes (ipotesi poi accantonata per evitare una “guerra civile”).

Fin da subito Trump ha giocato tutto sulla provocazione. La prima miccia l'ha innescata contro i migranti, dicendo di voler costruire un muro con il Messico per impedire il loro ingresso illegale negli States. Intento condito da accuse pesanti (criminali, trafficanti di droga). Ed ha promesso, a più riprese, di deportare tutti i clandestini. Poi ha preso di mira i musulmani, dicendo di voler bloccare il loro ingresso per motivi di sicurezza. Ordine e sicurezza, il suo primo impegno. Tutto all'insegna di un obiettivo più grande: “Rifare grande l'America”. Come? Rilanciando l'economia, creando nuovi posti di lavoro, abbassando le tasse, rimettendo in discussione tutti i trattati commerciali che penalizzano gli Usa. E in politica estera? Accantonare i disastrosi combinati da Obama, risolvendo una volta per tutte la guerra contro l'Isis e mettendosi d'accordo con Putin su altre questioni ancora aperte. Senza fare più sconti ai membri della nato che non pagano le rispettive quote, gravando sulle spalle dell'America.

Una campagna mediatica studiata ad arte, in cui è sempre stato lui - e solo lui - a dettare i temi e i tempi dell'agenda politica.

Quando l'attenzione calava, subito Trump piazzava un colpo, con un semplice tweet o una frase a effetto pronunciata in qualche comizio e rilanciata, con meticolosa precisione, dai social network. Il “giochino” ha permesso al tycoon di conquistare la scena fin da subito durante le primarie, con gli altri candidati repubblicani che non sono mai riusciti a detronizzarlo. E anche quando hanno provato a ignorarlo (evitando di attaccarlo direttamente) non sono mai riusciti a imporre i propri temi. Trump si è preso la leadership e l'ha tenuta stretta senza mollarla mai un istante. Non era facile vincere le primarie con il partito contro, e persino con l'ostilità degli agguerriti Tea Party che avevano altri cavalli su cui puntare (Ted Cruz e Marco Rubio). Ma il tycoon è stato abilissimo, compiendo il suo primo miracolo.

Il secondo, invece, lo ha realizzato portando avanti una campagna elettorale quasi perfetta. Fin da subito molto agguerrita, che non ha mai mollato la presa dagli obiettivi da abbattere: Hillary Clinton e il presidente Obama. Contro di loro sono state scagliate accuse pesantissime. Ma è soprattutto contro Hillary che Trump se l'è presa, definendola una persona corrotta (scandalo delle email ma non solo) e che merita di finire in galera. Accusa ribadita più volte anche durante i confronti elettorali in diretta tv.

Se Trump ha vinto è perché ha avuto la meglio su una candidata che non è mai riuscita, nonostante i potenti mezzi, a sfondare nell'elettorato americano. Che nel 2008 fu battuta dall'outsider Obama, nelle primarie, e che stavolta, invece, ha rischiato di farsi soffiare la nomination un'altra volta, dal “socialista” Bernie Sanders, che a dispetto dell'età (75 anni) aveva infiammato i cuori dei giovani. Lei invece non ce l'ha fatta. I giovani non si sono fatti abbindolare da Beyoncé, Katy Perry, Madonna e Lebron James. O almeno non abbastanza. Trump ha vinto perché si è affermato come paladino del cambiamento, come antipolitico che si è battuto contro la Casta e i parrucconi dell'establishment, raccogliendo e dando ampio sfogo a un voto di protesta. Un voto che non è solo di destra.

Ora, archiviate le polemiche e fatte tutte le analisi del caso (voto delle minoranze, quello delle donne e della classe media, quanto hanno pesato l'economia, le armi, la violenza e quanto la protesta), l'America guarda avanti, ai prossimi quattro anni. Il dopo Obama è iniziato. Le sfide da affrontare sono moltissime. Per il bene degli Stati Uniti (e non solo).

Commenti
Ritratto di Risorgere

Risorgere

Mer, 09/11/2016 - 08:47

Change! Hope! Yes, we can!

Ritratto di moshe

moshe

Mer, 09/11/2016 - 08:48

GRANDE TRUMP !!!!!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 09/11/2016 - 08:48

vedremo che farà se farà come i politici italiani che prima delle elezioni promettono poi non mantengono.

Ritratto di Lady Bird

Lady Bird

Mer, 09/11/2016 - 08:50

I sinistrati rosiconi, tutti a bagno nel maalox! Ahahah

paolonardi

Mer, 09/11/2016 - 08:51

Meno male che ci sia un vento nuovo alla Casa Bianca dopo i disastri dell'abbronzato che hanno colpito soprattutto il Mediterraneo innestando sulla crisi economica una crisi sociale di portata ancora non chiara.

rossini

Mer, 09/11/2016 - 08:52

È proprio vero. Donald ha vinto contro tutto e tutti. Contro la grande stampa, contro i network, contro la grande finanza, contro i fabbricanti di armi, contro attori e cantanti miliardari radical chic, contro le Cancellerie europee. Ha prevalso nonostante calunnie, insinuazioni, cospirazioni contro di lui. Con lui ha vinto il Popolo Americano, quello dell'American Dream. E chi ha perso? Hanno perso in tanti, la parte peggiore dell'Umanità, e fra questi tanti ha perso un certo Matteo Renzi, altrimenti detto il Pinocchio fiorentino.

Ritratto di ezekiel

ezekiel

Mer, 09/11/2016 - 08:52

Ooollleeeeeeeee!!! elk, fallito che non sei altro, dove seiiiiiiiii??? eeelllkkkiiidddddddddddddddddd..........

antonmessina

Mer, 09/11/2016 - 08:53

e adesso tutti i tg e i fiumi di parole a favore di killary che fine faranno ? giornalai prezzolati si vergognino!

macommmestiamo

Mer, 09/11/2016 - 08:53

e adesso vediamo che fa questo o ci porta alla terza guerra mondiale o mette a posto la situazione. l'importante e' che ci levi dalle palle sti clandestini.

Ritratto di Vincenzo Morganti

Vincenzo Morganti

Mer, 09/11/2016 - 08:53

E adesso cosa dirà Matteo (Renzi) che si era schierato APERTAMENTE dalla parte della Clinton ? Sono curioso di vedere come riuscirà a fare inversione di marcia senza perdere la faccia

meverix

Mer, 09/11/2016 - 08:53

I sondaggi hanno fatto acqua anche in USA. Forse anche là, la gente, vergognandosi di dire che votava Trump, diceva di votare la Clinton, come da noi si vergognava a dire che votava per Forza Italia e poi Berlusconi vinceva o arrivava a un pelo dalla vittoria. Ad ogni modo staremo a vedere...io tra i due non avrei saputo scegliere chi fosse peggio.

Libertà75

Mer, 09/11/2016 - 08:54

Ha perso il razzismo promosso dai democratici, il razzismo che ha messo alla fame e alla guerra civile Siria e Libia... speriamo Trump faccia meglio e promuova la pace e la mediazione internazionale.

Tobi

Mer, 09/11/2016 - 08:56

e se si considera che molte delle macchinette di conteggio del voto elettronico sono di società che fanno capo a Soros (grande finanziatore della clinton) immaginate in realtà quanti molti più voti sono andati a Trump. Un vero plebiscito.

Tobi

Mer, 09/11/2016 - 08:57

il "yes we can!" si è realizzato: ci sono voluti 8 anni.

Ritratto di gabriele74-cina

gabriele74-cina

Mer, 09/11/2016 - 08:58

La prima bella notizia della giornata. bye bye Hillary

elpaso21

Mer, 09/11/2016 - 08:58

Finalmente un Presidente di VERA destra.

Ritratto di ezekiel

ezekiel

Mer, 09/11/2016 - 08:59

Ho offerto la torta a tutto lo studio, alla facciata tua elidi! Ahahahaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

Anonimo (non verificato)

ziobeppe1951

Mer, 09/11/2016 - 09:00

Il buffone nostrano ha portato sfiga alla killary....WW TRUMP

glasnost

Mer, 09/11/2016 - 09:00

Chissà se adesso questi cavolo di americani la smetteranno di interferire con la politica italiana? Se le società di rating, gli speculatori alla Soros ed gli ambasciatori Phillips lasceranno che siano gli italiani a scegliere se votare si o no ai referendum? In sintesi, chissà se adesso potremo tornare ad essere un paese libero?

Klotz1960

Mer, 09/11/2016 - 09:04

Dopo la Clinton, ora arrivera' l'ora di Renzi della Nato ed infine dell ' UE.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 09/11/2016 - 09:04

Il vostro Renzi - con moglie (e figli?)- ha fatto il suo, a spese nostre, per sostenere la mala Clinton con una visita da obbediente suddito, ma non è servito, come a nulla serviranno i suoi tour e le sue chiacchiere per vincere il referendum sulla pessima riforma costituzionale, opera mediocre della figlia di Banca Etruria. Da Washington all'Urbe la nostra soddisfazione sarà completa. Che il papa nero lo benedica.

Anonimo (non verificato)

honhil

Mer, 09/11/2016 - 09:04

"È una follia", dicono i sinistri. Forse la verità è che la gente con la pancia vuota, anche se con troppo ritardo, si è resa finalmente conto che il politicamente corretto con cui la sinistra l’aveva a lungo ammaliato era una madornale fregatura: perché tradotto in soldoni significava e significa che sulla povera gente veniva scaricato ogni genere di disagio che i cosiddetti illuminati producevano in grande quantità, con la bizzarria delle loro idee malsane. E così ha detto no a quella classe proclamatasi elitaria. Ed è solo l’inizio.

Popi46

Mer, 09/11/2016 - 09:05

Ah,ah,ah...E' giunta l'ora della riscossa,bandiera rossa,bandiera rossa (americana)!!!!

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 09/11/2016 - 09:06

Bene, bene, gli USA, sono ritornati agli Americani!!! Il prossimo mese, l`Italia, ritornerà agli Italiani, e speriamo che l`Europa ritorni agli EUROPEI, CHE I RAPRESENTANTI DELLA POLITICA SIANO DALLA PARTE DEI CITTADINI, NON DEGLI USURPATORI(I MIGRANTI O DELLA DELINQUENZA) ED INFINE, CHE LE BANCHE SIANO A SERVIZIO DEI CITTADINI , E CHE GLI SBAGLI DELLE DIRETTIVE, VENGANO PUNITE!!!

Ritratto di bobirons

bobirons

Mer, 09/11/2016 - 09:06

parte prima - La sciacquina ha dimostrato quello che è veramente, al di la delle coreografie propagandistiche, al di la del sostegno (interessato ?) di tanti media, al di la delle puerili accuse al contendente che sono assurte a paglia che non fa percepire la trave nel proprio occhio. Una sciacquina che fa dire dal suo direttore di campagna, nonostante i 275 voti elettorali ottenuti dall’avversario e la fondatissima previsione di ulteriore consistente salita, che ancora non concede la vittoria, copiando un’espressione fatta dal contendente e da lei tanto, ma tanto, vituperata. Una sciacquina che per opporsi a Trump non ha trovato di meglio che andare a cercare episodi vecchi e forse improbabili di anni or sono, poi quasi tutti rivelatisi come delle bufale

Ritratto di elio2

Anonimo (non verificato)

Ritratto di bobirons

bobirons

Mer, 09/11/2016 - 09:06

parte seconda - Una sciacquina che ha ottenuto un aiuto partigiano da chi avrebbe dovuto essere presidente di TUTTI i cittadini USA, quello stessa individuo che proprio lei aveva abbondantemente infamato quando cercò di contrastarlo otto anni fa, anche qui perdente. Una sciacquina cui la maggioranza degli elettori non ha minimamente creduto quando urlava che sarebbe stata presidente di tutti gli americani. Non l’hanno voluta. Trump non sarà forse la migliore soluzione ma fra lui e la Rodham Clinton non poteva finire che così. La speranza che il risultato sia propedeutico, qui da noi, per mandare a casa un clintino che crede essere un Giulio Cesare.

Ritratto di illuso

illuso

Mer, 09/11/2016 - 09:07

Ora rideremo di gusto nel vedere quanti saliranno sul carro del vincitore, si prenderanno a gomitate per prendervi posto, tra costoro ci metto i voltagabbana italioti che notoriamente sono al primo posto al mondo in questo miserabile sport. Onore al popolo americano.

routier

Mer, 09/11/2016 - 09:08

Congratulazioni a Trump e Onore alla perdente Clinton, ma i veri clamorosamente sconfitti sono i sondaggisti, che se possedessero un minimo di autocritica, dovrebbero andare a nascondersi.

Opaline67

Mer, 09/11/2016 - 09:08

SEMBREREBBE CHE FINALMENTE LA GENTE STIA TORNANDO A VINCERE CONTRO LA POLITICA ACCAPARRATRICE E CARRIERISTICA DEL GLOBALISMO PERVERSO ! CREDEVO CHE GLI AMERICANI SI SAREBBERO RIVELATI PIU' STUPIDI MA HANNO INVECE SAPUTO INDIVIDUARE DOVE SI NASCONDANO LE VERE MINACCE PER IL POPOLO, SCEGLIENDO QUINDI DI DARSI L'UNICA VERA CHANCE DI TAGLIARLE FUORI!

arkangel72

Mer, 09/11/2016 - 09:09

i sondaggi erano manipolati dalla Clinton e dalla stampa che era a suo favore. Pensavano che avessero avuto un effetto traino.

Algenor

Mer, 09/11/2016 - 09:10

Chiunque abbia letto le mail della Clinton pubblicate da Wikileaks, in cui progettava una campagna aerea contro la Siria, scommettendo sulla non reazione russa, non puó che essere contento di essersi evitato la IIIa Guerra Mondiale.

steacanessa

Mer, 09/11/2016 - 09:10

Gli americani sono più intelligenti degli italioti. Si sono resi conto che la strega cornuta avrebbe fatto peggio del suo predecessore che già era stato il loro peggior presidente. Una consolazione per gli italioti trinariciuti: il colore dei repubblicani è rosso. Potranno gioire di fronte ai tanti berrettini rossi.

Ritratto di bobirons

bobirons

Mer, 09/11/2016 - 09:10

@ rossini - Egregio, il Renzi non é fiorentino, é nato a Rignano ed abita a Pontassieve. Ha lavorato a Firenze, é vero, ma se uno lavora, che so, a Nairobi o Pechino non diventa mica keniota o cinese, le pare.

paolonardi

Mer, 09/11/2016 - 09:11

Ho quasi avuto un orgasmo pensando alla nostra sinistra che ne ha fatte di tutte per demonizzare, stile Berlusconi, Trump da tutte le reti RAI, da tutti i giornali allineati e coperti e in tutti docial forum. Mi piacerebbe vederne le facce abbacchiate. Sto, in questo momento, guardando i Tg dove continua la censura sul nuovo presidente con commenti livosi e chi si arrampicano sugli specchi per giustificare la sconfitta. Esilarante! in attesa di Raul che sparera' le consuete cavolate.

Ritratto di cuginifabio

cuginifabio

Mer, 09/11/2016 - 09:12

I SONDAGGI, I MEDIA , CHE GRANDE MASSA DI CAROGNE. LA CLINTON NEMMENO SUL PALCO A CONGRATULARSI CON LUI. SPERO CHE IL GRANDE RIBALTONE PARTI DA QUESTE ELEZIONI, HO SEMPRE RISO A CHI LO DAVA PER GRANDE SCONFITTO IN QUESTI CASI C'E' SEMPRE UN EFFETTO BOOMERANG. ORA CARO RENZI VAI A PULIRE LE SUE DI SCARPE IL TUO ABBRONZATO OBAMA NON CE PIU'. CONGRATULAZIONI A TRUMP E AGLI AMERICANI CHE CON CORAGGIO SI SANNO SEMPRE RINNOVARE

Ritratto di abj14

abj14

Mer, 09/11/2016 - 09:12

Sig.a Prof:ssa di Lettere "conviene" : Ieri alle 16:20 sull'articolo di Sallusti (http://www.ilgiornale.it/news/politica/nemici-tutte-parti-1329187.html?update=1) lei scriveva : "Se ne faccia una ragione. Come questa notte se la farà per la vittoria della Clinton" – Complimenti, attendo con trepidazione suo commento odierno.

@ollel63

Mer, 09/11/2016 - 09:18

Verissimo: gli americani sono grandi, grandissimi, quando se ne infischiano di "Wall Street e Silicon Valley" e dei vari "Beyoncé-Katy Perry-Madonna-Lebron James...." messi insieme. E soprattutto perché se ne strafottono dei sondaggi dei "manipolatori-sinistrati-sondaggisti-prezzolati".

Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Mer, 09/11/2016 - 09:30

abj14,mi scusi se la contraddico ma il personaggio da lei citato tutto può essere al di fuori di una "professoressa di lettere", penso piuttosto che sia uno sfaccendato provocatore che gioca dandosi una identità fittizia

Ritratto di Stangetz

Stangetz

Mer, 09/11/2016 - 09:31

Stamattina sono diventato subito Trumpiano quando ho visto piangere i bambinoni democratici. Non avevo considerato a fondo questa conseguenza sempre molto divertente e appagante.

Ritratto di semperfideis

semperfideis

Mer, 09/11/2016 - 09:32

conviene e tutti i sinistrati non li sentiremo per giorni e giorni ...sembra di tornare al 1994.....il Berlusca Americano Vi ha PURGATO SINISTRATI ADESSO TOCCA NOI FORZA VOTARE NOOOOOO AL REFERENDUM X MANDARE A CASA LA BANDA MPS-IMMIGRATI

GVO

Mer, 09/11/2016 - 09:33

Grande America risorgi evviva Trump!!!!

audionova

Mer, 09/11/2016 - 09:40

l'unica giornalista che ci ha preso e' stata la botteri,nel telegiornale ha detto queste parole:non siate cosi' sicuri che vinca la clinton,a mio parere trump e' testa a testa se non di piu'

Massimo25

Mer, 09/11/2016 - 09:47

E ora la banda di detrattori di Trump di stampo Italiano,giornalisti,attori etc..cosa faranno si suicideranno??magari

flgio

Mer, 09/11/2016 - 10:02

Avanti i prossimi: you're the next Renzi Hollande a togliere il disturbo, ovviamente.

Eraitalia

Mer, 09/11/2016 - 10:08

GRAZIE TRUMP DI FARCI SOGNARE (CHE ANCHE NOI COL REFERENDUM CI RIPRENDIAMO LA NAZIONE)

Ritratto di illuso

illuso

Mer, 09/11/2016 - 10:10

@Massimo25: egregio, i personaggi da lei citati non si suicideranno, saliranno a gomitate sul carro del vincitore, certo è che sarà un' impresa ardua salirci sembra che non ci sia più posto... Buona giornata.

Ritratto di semperfideis

semperfideis

Mer, 09/11/2016 - 10:14

@ollel63 tutto vero ,....verissimo....adesso il futuro dell'Italia è Nostro.....Votare NO x avere ancora un paese Democratico...e andare a votare.....subito

dondomenico

Mer, 09/11/2016 - 10:17

non vedo il commento della prof. conviene! Forse oggi non ha tempo, è uno dei pochissimi giorni in cui (fa finta) lavora!!!!

antipifferaio

Mer, 09/11/2016 - 10:35

..."E alla fine ha avuto ragione lui: i sondaggi erano farlocchi."...Ok, lo sappiamo da anni, cioè da quando ci sono...pardon...c'erano i demostalinisti al potere che i sondaggi sono taroccati....per cui ora, PLEASE, dateci i sondaggi VERI anche qui in Italia....sono strasicuro che la realtà è completamente diversa da come rappresentate finora dai media scendiletto...per non citare poi l'ISTAT...il "grande Bluff"...

antipifferaio

Mer, 09/11/2016 - 10:39

Ben detto ziobeppe1951...qualunque cosa tocca o vede il buffone...poi va in malora...mi sto grattando!!!!!

Tobi

Mer, 09/11/2016 - 10:40

per Massimo25 e per illuso: molti dei detrattori di Trump che non riusciranno a salire sul carro del vincitore si daranno a girotondi e marce della pace. Vedrete che dopo anni di assurdo silenzio sulle atroci guerre condotte dagli USA di Obama (e la loro deliberata creazione dell'Isis come strumento di guerra per procura contro la Siria) fiorirà un esercito di girotondisti professionisti. Di colpo a tutti verranno gli scrupoli di volere la pace nel mondo solo perché il presidente USA non è più un "democratico", mentre fino a poco tempo fa invece si concedeva tutto ai "democratici" senza alcuna protesta, perfino la creazione dell'Isis.

Ritratto di illuso

illuso

Mer, 09/11/2016 - 10:49

@dondomenico ore 10,17: egregio corre voce sul web che la prof. da lei citata abbia avuto una crisi mistica e in queste ore abbia chiesto al suo vescovo di entrare in un convento di clausura. Spero vivamente che si ravveda, sarebbe una grossa perdita per tutti noi, tutto sommato ci faceva fare qualche sana risata. Buona giornata

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Mer, 09/11/2016 - 10:51

@elpaso21:Lei in un altro articolo, "commentandolo", ha sostenuto che la vittoria di Trump le ricordava quella di Berlusconi (anche se non citandolo) e che poi tutti, hanno potuto vedere i risultati. Verissimo: dopo abbiamo avuto 3 governi nominati i cui danni sono incommensurabili dala legge fornero passando per il salvabanche, per la disoccupazione al 12%, per l'invasione di 500mila clandestini in 3 anni, per la povertà aumentata a dismisura e potrei andare avanti ad libitum. Elpaso e chiudo. Saluti. Dalton Russell.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mer, 09/11/2016 - 11:56

Verremo informati in tempo reale e giornalmente sull'uso del pistolino che farà Trump? Sulle sue cene galanti e sul curricula delle sue invitate? Perchè queste sono le cose importanti in politica.

Ritratto di gianky53

gianky53

Mer, 09/11/2016 - 12:23

Vuoi vedere che è vero che Frottolo porta sfiga... povera Hellary mai endorsement fu più nefasto. Il ciclone Trump ha spazzato via l'establishment che teneva il mondo sotto il giogo della finanza malefica. Impagabile stamattina vedere le facce funeree del team RaiNews24, il sistema mediatico si è coperto di vergogna. Impagabile pensare alla faccia di Severgnini.

franzle

Mer, 09/11/2016 - 12:29

E anche in questo articolo niente commento di ELKID e della sua hasta. Che avesse un appuntamento con Madonna??

tzilighelta

Mer, 09/11/2016 - 12:30

e adesso voglio vedere il muro a confine con il Messico, e i mussulmani fuori dagli USA, poi voglio vedere le tasse a zero e tutti gli attori cantanti pro Hillary in esilio forzato e, in ultimo, Hillary in galera! Queste sono le promesse elettorali! Augh

APG

Mer, 09/11/2016 - 12:31

Adesso aspettiamo che il papa imbroglio lo inviti a Roma e gli parli della misericordia. Ah ah ah ah ah ah ……. GO TRUMP !!!

APG

Mer, 09/11/2016 - 12:32

@ dalton.russel - Ottimo, Dalton !!!

APG

Mer, 09/11/2016 - 13:22

@ franzle - No, aveva l'appuntamento con la babbiona della Clinton! Fra vincenti si capiscono !!

btg.barbarigo

Mer, 09/11/2016 - 14:23

gianky53.Che male le ho fatto?Lei ha citato Severgnini,il pupillo della Gruber.Tutto il pranzo mi è andato di traverso.La saluto comunque.

petra

Mer, 09/11/2016 - 14:37

Hanno vinto i vinti. Hanno perso i baldanzosi, i campi da golf esclusivi, le cene eleganti con gli amici, gli attori, i cantanti, i registi, i benestanti che PARLANO di poveri, ma se la stragodono alla faccia loro.

Ritratto di liusstrale

liusstrale

Mer, 09/11/2016 - 16:01

La sinistra non capirà mai perché Trump ha vinto. Trump ha vinto perché ha richiamato quei valori che dal nulla hanno fatto diventare l’America il Paese più potente del mondo. Era tutta gente fuggita per vari motivi dai loro Paesi e che hanno trovato in quella terra la possibilità di esprimere tutto il loro impegno nella ricerca della loro felicità. Questo impegno si è espresso in un durissimo lavoro. In circa 100 anni sono passati dalla prateria alla luna. Questo è semplicemente sbalorditivo per quello che sono stati capace di fare questi uomini. Si sono imposti sostanzialmente due regole molto semplici, la libertà di esprimersi e la più dura intolleranza per chi fa del male al proprio simile. Da noi qualcuno ha idee un pò diverse, ma siamo sicuri che lo fa per il popolo e non per il proprio potere?Tanto più che nel Paese sono ancora molto confusi i concetti di libertà e giustizia.

Marcolux

Mer, 09/11/2016 - 17:22

Vai Donald vai!!!!! Sono felice e godo come un riccio! La donnaccia e tutto il mondo comunista dei media, dello spettacolo e del parassitismo è stato sconftto. Che bel giorno per l'umanità intera, e che disgrazia per l'Islam senza più i suoi protettori! Evviva Trump!