Trump potrebbe vietare i viaggi in Corea del Nord per i cittadini Usa

Due agenzie di viaggio specializzate annunciano il divieto, che sarà in vigore dal 27 agosto prossimo. E i servizi Usa avvertono: "Possibili nuovi test missilistici"

Dopo il muslim ban, dagli Usa arriva un altro divieto per i viaggiatori. Questa volta però il blocco delle partenze riguarda i cittadini statunitensi che intendano recarsi in Corea del Nord.

La voce, non confermata né smentita dal governo americano, arriva da due agenzie di viaggio: la Koryo Tours, tour operator con base a Pechino che organizza viaggi a Pyongyang e dintorni, e l'agenzia Young Pioneers Tour.

Secondo quanto riferito dai due tour operator, il divieto dovrebbe entrare in vigore il 27 agosto prossimo. "Siamo appena stati informati - spiegano dalla Young Pioneers Tour - che il governo degli Stati Uniti non permetterà più ai cittadini americani di recarsi nella Corea del Nord. Si prevede che il divieto entrerà in vigore entro 30 giorni dal 27 luglio. Dopo il periodo di tolleranza di 30 giorni, qualsiasi cittadino statunitense che viaggia in Corea del Nord avrà il passaporto invalidato dal proprio governo".

L'agenzia di viaggi ha riferito inoltre alla BBC che l'ambasciata svedese a Pyongyang, incaricata di curare gli affari statunitensi nel Paese comunista, starebbe cercando di verificare quanti cittadini Usa siano attualmente presenti in territorio nordcoreano.

Tre cittadini statunitensi, infatti, sono al momento trattenuti in custodia dal regime di Kim Jong-Un: si tratta di : Kim Dong-chul, cittadino statunitense di 62 anni nato in Corea del Sud, condannato nel 2016 per spionaggio a 10 anni di lavoro forzato; Kim Sang-duk, professore arrestato ad aprile 2017, per ragioni ancora ignote; Kim Hak-song, arrestato a maggio 2017 per "atti ostili" contro lo Stato.

Il precedente di Otto Warmbier

Il caso più noto, però, è quello dello studente Otto Warmbier, arrestato nel gennaio 2016 in Corea del Nord dopo aver rubato un poster di Kim Jong-Un. Dopo una condanna a 15 anni di carcere, Warmbier è stato rilasciato poco più di un mese fa ma è deceduto appena cinque giorni dopo il rientro a casa.

I medici dell'ospedale di Cincinnati avevano evidenziato una massiccia perdita di tessuto cerebrale in tutte le regioni dell'organo, compatibile con un arresto respiratorio che ha bloccato l'afflusso di sangue al cervello. È probabile che sia stato sottoposto a torture durante la prigionia e sia prima che dopo il processo. Proprio in quell'occasione il segretario di Stato Rex Tillerson aveva ventilato l'opzione di vietare i viaggi in Nord Corea per i cittadini statunitensi.

Gli 007 Usa: "Possibili altri test missilistici"

Nel frattempo fonti dell'intelligence statunitense riprese dalla CNN hanno svelato che Pyongyang sarebbe pronta a lanciare nuovi satelliti spia e ad effettuare nuovi test missilistici. I nuovi ordigni potrebbero anche essere lanciati da un sommergibile recentemente avvistato nel mar del Giappone, in acque internazionali a circa 100 km dalla base.

Commenti
Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Ven, 21/07/2017 - 12:17

Mr.Trump , I like you . Yeahh .

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 21/07/2017 - 13:32

Fa ridere ogni giorno. Ma gli usa first cosa dicono?