Tutti i dettagli che non tornano nell'arresto di Abdelmajid Touil

Nei giorni dell'attentato Touil era in Tunisia? Lo dicono fonti della stampa locale, ma non tutti concordano. Per la famiglia era a casa e anche la scuola d'italiano ha dubbi

Abdelmajid Touil prima di sbarcare a Porto Empedocle

Ci sono molti punti ancora da chiarire sull'arresto di Abdelmajid Touil, il giovane marocchino residente a Gaggiano, fermato per i fatti del museo del Bardo di Tunisi, dove più di venti persone rimasero uccise, in un attentato contro uno dei luoghi culturali più importanti della capitale nordafricana.

Il marocchino ventiduenne, arrivato in Italia da migrante, è stato arrestato ieri, accusato se non altro di avere avuto dei contatti con il commando che entrò in azione in Tunisia. Ma a poche ore da che la notizia è stata diffusa, non sono pochi i dubbi sollevati.

Ci sono quelli della madre, che non crede che il figlio sia un terrorista. Quando l'attacco è avvenuto, lo ha raccontato ieri, Abdelmajid era con lei a casa, davanti alla televisione. In quella casa di Gaggiano in cui tornava per dormire. La donna parla anche di una denuncia di smarrimento del passaporto, ma su questo punto sono le date a non tornare. L'avrebbe presentato pochi giorni dopo l'attentato e dunque, nella migliore delle ipotesi, non è un dettaglio che lo potrebbe scagionare.

Di un ragazzo che potrebbe non essere colpevole parla anche la scuoca Cuciniello di Trezzano sul Naviglio, dove ha sede il Centro provinciale per l'istruzione degli adulti (Cpia) e dove Touil studiava italiano due volte alla settimana.

La valutazione dell'istituto è semplice: il 6 marzo - scrive Repubblica - aveva parlato con gli "alfabetizzatori", il 12 e il 16 era a lezione, ma anche il 19 secondo quanto ha detto il sindaco di Trezzano a Radio 24. L'attentato è stato il 18. C'è dunque da capire se e quando è andato e tornato dalla Tunisia.

Perché sono per esempio fonti della stampa turca a ribadire che il marocchino arrestato ieri il 18 marzo era a Tunisi e avrebbe anche incontrato in place Pasteur i due membri del commando che avrebbe poi colpito, Yassine Laabidi e Jabeur Khachnaoui. Con loro si sarebbe diretto verso il Bardo.

È invece la stampa tunisina a sostenere che l'11 Abdelmajid avesse partecipato alla seconda riunione della cellula, in cui si decise chi avrebbe fornito le armi agli attentatori. E se la ricostruzione turca non confligge direttamente con i dettagli forniti dalla scuola di Touil, questa qualche problema in più lo crea.

Il marocchino era arrivato in Italia il 17 febbraio, sbarcato a Porto Empedocle da migrante, con più di 600 altre persone. Se davvero è andato poi a Tunisi, come è tornato indietro?

Commenti

marcomasiero

Gio, 21/05/2015 - 09:58

bah ... probabile che si cerchi di coprire in tutti i modi il marocchino ... non sarebbe una novità visto il clima favorevole all' autoinvasione. in fin dei conti gli "alfabetizzatori" ci guadagnano e se venisse fuori che il tizio è quello che si suppone sia ci perderebbero.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 21/05/2015 - 10:00

Come volevasi dimostrare. All'inizio c'è l'urgenza di sbattere il mostro in prima pagina, poi sopraggiungono i dubbi.

bernaisi

Gio, 21/05/2015 - 10:09

Ma se questo è un clandestino espulso mi spigate come fa a vivere tranquillamente a Milano andare a questa pseudo scuola e nessuno interviene per spedirlo a casa sua ? Questi per me sono misteri, mi domando ma di questi espulsi quanti ce ne sono in italietta ? e cosa li espellono a fare se poi vengono lasciati vivere qui tranquillamente e possono addirittura andare avanti ed indietro dall'estero come qualsiasi cittadino italiano ? Povera italietta è proprio alla fine!!!!!.

maricap

Gio, 21/05/2015 - 10:16

Anche la madre di Massimo Giuseppe Bossetti è convinta che suo figlio non è l'assassino della povera Yara Gambirasio, Così come giura e spergiura che a ingravidarla è sempre stato suo marito, anche se il DNA fatto ai tre figli, lo esclude categoricamente, per ognuno di loro..La legge permette ai congiunti di rifiutarsi di testimoniare contro, ma dovrebbe anche escluderli dal testimoniare a favore. Ma a proposito, che ci fa questa famiglia mussulmana in Italia? Non mi sembra che in Marocco ci sia mai stata la guerra civile. Dato l'alto numero degli italici disoccupati, rispedirli a casetta loro, sarebbe equo e solidale.

Paul Bearer

Gio, 21/05/2015 - 10:18

Le versioni di mammà,dei parenti o delle volontarie dell'UNHCR non vanno prese sul serio. Si sa bene da che parte stanno.

Ritratto di Cardanus

Cardanus

Gio, 21/05/2015 - 10:23

Elementare, Watson! Ha passato il proprio passaporto a uno dei terroristi e qualche giorno dopo ne ha denunciato la perdita.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 21/05/2015 - 10:25

Resta da comprendere perchè il destinatario di un un decreto d'espulsione girasse tranquillamente sul territorio italiano impipandosene alla grande della notifica ricevuta. Sicuramente finita, quest'ultima, giù per la canna del cesso. Questa è l'Italia voluta da questo esecutivo. Incapace di esercitare una qualche deterrenza nei confronti di chicchessia.

Rossana Rossi

Gio, 21/05/2015 - 10:26

Adesso troveranno la scusa, è ovvio che la madre lo difende.....alla fine lo scagioneranno gli chiederanno pure scusa, alf-ano dirà che è tutto ok e gli daranno pure la cittadinanza retribuita.........e vai........

NON RASSEGNATO

Gio, 21/05/2015 - 10:26

Torni o non torni ha poca importanza. Lo si mandi a chi ce lo chiesto e si eviti il solito melodramma delle torture e carceri poco accoglienti. Se è veramente colpevole gli auguro ogni sofferenza possibile.

Tuthankamon

Gio, 21/05/2015 - 10:34

Questa e' la punta dell'iceberg. Abbiamo troppi sul territorio nazionale di cui non sappiamo niente. Purtroppo i dati riservati non vengono resi noti, un po' come per la situazione sanitaria del Paese in relazione all'arrivo di tutta questa gente. Pensiamo davvero che ci venga detta la verita'. Ora, non si vogliono conoscere i dettagli (per questioni di sicurezza), ma almeno politicamente e' necessario cambiare strada! E dare precise indicazioni al corpo elettorale. Ma che parlo a fare??

marcomasiero

Gio, 21/05/2015 - 10:40

PER FARE l' arruolatore non doveva essere necessariamente presente al Bardo ! del resto le autorità tunisine parlano di supporto logistico !!!

magnum357

Gio, 21/05/2015 - 10:47

E' uno straniero e non possono esserci impedimenti ad una estradizione rapida verso la Tunisia: ne andrebbe di mezzo la credibilità delle nostre relazioni diplomatiche !!!!! Sono stati itunisini ad indicarci nome e cognome, perchè mai dovremmo ritenerli inattendibili ? I loro servizi di intelligence stanno lavorando per dare un nome e cognome agli attentatori che hanno provocato anche la morte di 4 italiani !! I nostri servizi, con Angelino, si fanno le pippe !!!

pagano2010

Gio, 21/05/2015 - 10:48

...Dreamer_66...Come volevasi dimostrare... cosa volevi dimostrare? ma tu quando posti il cervello lo colleghi o fai il bananas di professione? che tristezza!

Ritratto di ALEX FORTY

ALEX FORTY

Gio, 21/05/2015 - 10:57

Dreamer , come volevasi dimostrare !!!! te l'avevo detto che avrebbero trovato il sistema di dimostrare che é innocente e che da bravo clandestino frequentava anche le nostre scuole, che era a casa nel letto di mammà, e porgeremo lui molte scuse con relativo generoso indennizzo !!!! Credo gli spetterà di diritto il permesso di soggiorno e conseguente paghetta ..... In un paese civile lo avrebbero ammanettato e spedito in Tunisia dove sicuramente gli drizzano il pelo !!!!!

gigetto50

Gio, 21/05/2015 - 10:59

....é andato e tornato semplicemente con il suo passaporto, quello che é stato poi distrutto/nascosto e poi denunciata la perdita dalla madre...nemmeno da lui. Infatti questo documento andava fatto sparire in quanto presenta i timbri con data entrata/uscita da aeroporto Tunisi. Questo é quello che penso io...

Jimisong007

Gio, 21/05/2015 - 11:00

La mamma lo difende? straano!

Ritratto di gattofilippo

gattofilippo

Gio, 21/05/2015 - 11:02

Dove era era, l'unisco posto dove non doveva essere era l'Italia.

magnum357

Gio, 21/05/2015 - 11:12

E' un fiancheggiatore !!!! Ovvio e lui dopo aver dato il proprio passaporto è tornato in aula a imparare l'italiano neh !!!! ma fatemi il piasè di rimandare tutta la famigliola al suo paesello !!!!

giovauriem

Gio, 21/05/2015 - 11:13

alfano sparla per che sa bene che alla inoffensiva e ridicola italia , il terrorismo non torcerà un capello , non correranno il rischi di farsi chiudere(non dagli italiani)la testa di ponte .

fcf

Gio, 21/05/2015 - 11:18

Ci stanno prendendo in giro ! Le espulsioni in Italia sono dei pezzi di carta che nessuno si preoccupa di far rispettare, così come le sentenze della Cassazione che vengono ignorate anche dal governo auto autorizzato a interpretarle liberamente .

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 21/05/2015 - 11:22

ma chi dice che non stiamo parlndo di una organizzazione intelligente che magari studiata a tavolino ha mandato un altro a scuola dichiarando la presenza. Non vedete che sono sempre con i cappucci in testa? Io li vieterei a prescindere. Ma che sono questi cappucci, hanno freddo alla testa? Sono antipatici! Persino d'estate con 40° scommetto che li usano.anno qualcosa da nascondere? Se fossi la polizia li fermerei ogno quarto d'ora per riconoscerli.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 21/05/2015 - 11:25

#Dreamer_66 Facci una cortesia. Prima di licenziare i tuoi post sottoponili, quantomeno, al giudizio della tua sezione di quartiere. Che , nel caso specifico, non avrebbe potuto che dare un parere contrario o, perlomeno, dubbio all'invio.

Ritratto di SellaDelDiavolo

SellaDelDiavolo

Gio, 21/05/2015 - 11:37

Risolto il mistero. Basta cercare su wikipedia e si scopre che http://en.m.wikipedia.org/wiki/Abdelmadjed_Touil è un corridore di fondo professionista! Uno scherzo per lui correre in Tunisia per assistere gli attentatori, poi di nuovo di corsa a casa, giusto in tempo per la cena in famiglia e un po' di tivù.

bernaisi

Gio, 21/05/2015 - 11:45

Ma poi mi chiedo se la Tunisia ce lo chiede a noi non deve interessarci nulla se c'era se non c'era era lui se non era lui cosa faceva, ma chi se ne frega la Tunisia ce lo chiede oggi stesso va messo su un aereo per la Tunisia e stop. La Tunisia è un paese più democratico di noi visto le c0ondizioni in cui si trova l'italietta loro hanno un governo eletto dal popolo noi una massa di incapaci e pagliacci eletti da nessuno.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 21/05/2015 - 12:15

Memphis35: ti ho già conferito ieri il bananino d'oro, adesso non essere ingordo. Anche altri hanno diritto a ricevere l'onorificenza.

Ritratto di komkill

komkill

Gio, 21/05/2015 - 12:29

Loro (piddì e i vescovi) vogliono la SOLIDARIETÀ. Noi (i tartassati) non ce la facciamo più con le TASSE. BASTAAAAAAAAAAA

Raoul Pontalti

Gio, 21/05/2015 - 12:34

Con ogni probabilità trattasi di un colossale granchio preso dalle autorità tunisine nei confronti di un cittadino marocchino. Un clandestino già destinatario di un provvedimento di espulsione come può procurarsi un visto per entrare in Italia con regolare volo aereo ed essere a scuola a Trezzano il giorno dopo l'attentato (e anche due giorni prima)? Inoltre è singolare che un terrorista che per dissimulare usa il barcone per un ingresso in Italia, poi mandi la madre a denunciare la scomparsa di un passaporto che per di più rivelerebbe (mancanza del visto ma anche di permesso di soggiorno) la condizione di irregolare. Potrebbe trattarsi facilmente di un caso di omonimia: non sarebbe la prima volta.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 21/05/2015 - 12:57

ALEX FORTY: hai dimenticato di dire che poi lo eleggeranno in parlamento insieme al black bloc che ha bastonato l'agente di polizia a Milano (ovviamente nelle file del "partito komunista"), che farà approvare una legge che obbliga le donne ad indossare il burka, che gli costruiranno una statua di 10 metri da posare nel bel mezzo di piazza San Pietro...

Ritratto di OKprezzogiusto

OKprezzogiusto

Gio, 21/05/2015 - 13:02

Tra i dettagli che non tornano, credo ci sia anche la sua famiglia. Quella scalmanata di sua madre, come si mantiene in Italia? Ed il padre, esiste un padre? Dov'è? Il soggetto, poi, visto che è clandestino ed in teoria non può trovare lavoro, come sbarcava il lunario? A tutte queste domande io saprei dare una risposta, per quel che mi riguarda, ma lui? Non ci sono dubbi che il bel tomo sia un elemento sospetto.

acam

Gio, 21/05/2015 - 13:18

komkill Gio, 21/05/2015 - 12:29 ci sono tanti che pero Hanno votato pd dopo essere stati abbindolati da repubblica e cdr adesso carissimi pensate a chi date i voti. io vedo il Cavaliere sostenere varie persone perben ma sicuramente non adatte