Zuckerberg attacca il New York Times: "Profondo rispetto per Soros"

Zuckerberg risponde ai cronisti dopo l'inchiesta del New York Tikes secondo cui Facebook avrebbe pagato un'azienda di pubbliche relazioni per screditare il miliardario ungherese

Marck Zuckerberg "abbraccia" George Soros. Durante una conference call con i giornalisti, in cui si è parlato dell’inchiesta del New York Times secondo cui Facebook avrebbe assunto una società di pubbliche relazioni per screditare il noto finanziere ungherese, il fondatore del social network ha detto: "Ho un incredibile rispetto per Soros". E così ha chiuso ogni possibile discussione riguardo i rapporti con la Definers Public Affairs per screditare il miliardario.

Secondo l’inchiesta del New York Times, Facebook avrebbe impiegato la Definers Public Affairs, ritenuta di area repubblicana, “per screditare i manifestanti attivisti, in parte collegandoli al finanziere George Soros". L’indagine del quotidiano della Grande Mela si basa sulla testimonianza di decine di dipendenti, politici e anche di altri fonti ben informate su quanto accadeva fra l’azienda di Zuckerberg e quella di analisi.

La denuncia del Nyt rivela che la Definers ha pubblicato contenuti di propaganda sulla piattaforma NtkNetwork.com, che è stata spesso rilanciata da Breitbart, testata online di cui Steve Bannon, ex capo stratega del presidente Usa Donald Trump, è stato presidente esecutivo.

A detta dell’inchiesta, il picco di questo attacco propagandistico sarebbe stato raggiunto alla vigilia delle elezioni di Midterm, celebrate lo 6 novembre. Nelle stesse ore, anche Trump aveva attacco direttamente Soros ritenendolo uno dei registi della carovana dei migranti proveniente dall’Honduras e diretta verso il confine degli Stati Uniti.

Ma le cose, per Zuckerberg e Facebook non vanno affatto bene. Dopo lo scandalo di Cambridge Analytica, l’assedio nei confronti del social network non si è mai allentato. E anche le idnagini del Russiagate hanno iniziato a dirigersi verso l’operato dell’azienda. "Dire che volevamo nascondere quello che sapevamo o ostacolare le indagini è assolutamente falso". Ha dichiarato il leader di Facebook durante la conference call.

Commenti
Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Gio, 15/11/2018 - 22:45

Bene, lasciamo che i sinistri se la litighino tra di loro e si scornino uno contro l'altro che male non gli può fare.

rodolfoc

Gio, 15/11/2018 - 22:58

Due esseri immondi che non possono non andare d'accordo

Divoll

Ven, 16/11/2018 - 01:36

Immaginate la mia sorpresa...

Happy1937

Ven, 16/11/2018 - 07:38

Io invece non ho alcun rispetto pernessuno dei due.

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 16/11/2018 - 08:26

... io ho profondo ribrezzo di voi due!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 16/11/2018 - 14:01

Com'è la distanza di rispetto tra i due? Incredibilmente profonda. Il rispetto non è amicizia, ne stima, ne onore. Dunque ognuno si fa i fatti suoi. E se uno vuole attaccare Trump non conti sulla collaborazione dell'altro. Bene. Significa che le elezioni di medio termine hanno gettato lo scompiglio tra gli avversari del Tycoon.