Moratti: ecco i cento progetti per la città

Cento progetti per il futuro della città secondo Letizia Moratti, raccolti in un libriccino che arriverà alle seicentocinquantamila famiglie milanesi. In fondo un questionario in cui si chiede a chi riceve l’opuscolo se è d’accordo con le priorità (messe giù consultando cittadini, esperti, istituzioni, mondo del volontariato e partiti della Casa delle libertà). Moratti fa un primo elenco di temi forti. In cima alla lista ci sono ambiente, traffico e mobilità. Seguono la casa e la sicurezza e poi cultura, giovani, anziani, famiglie, donne, fasce deboli e immigrati. «L’inquinamento è uno dei problemi centrali della città» ricorda il ministro, che cita studi del Cnr per sostenere che il traffico costituisce il 50 per cento del problema. «Le targhe alterne tutto l’anno non sarebbero sufficienti a riportare Milano in regola con le normative sulle polveri sottili» è la tesi della Moratti. Tra le proposte principali c’è un «ticket d’ingresso per le auto collegato alle emissioni inquinanti», una specie di tassa proporzionale al grado di inquinamento causato dal veicolo.