Mostre e concerti dedicati alle camelie

Oggi si conclude la tre giorni pensata per le persone diversamente abili

Fioriscono le camelie e alla Villa Pallavicini di Pegli si festeggia l’evento con visite al parco, mostre a tema e concerti.
Si conclude oggi il primo degli appuntamenti intitolati «i profumi dei parchi», dedicato alle persone diversamente abili. Per «un turismo senza barriere», il museo e il parco della Villa metteranno a disposizione dalle dalle 10 alle 17 scooter elettrici a quattro ruote con cui muoversi all’interno del parco, altrimenti di difficile accesso per i dislivelli del terreno. Le persone con disabilità potranno inoltre visitare gratuitamente il museo di archeologia ligure che ospita la più ampia rassegna della preistoria e protostoria della regione: sepolture paleolitiche, ricchi corredi della necropoli preromana di Genova, scavi delle città della Liguria. Al museo sono inoltre allestiti, per le persone non vedenti o ipovedenti, modelli tattili tridimensionali e didascalie stampate in macrocaratteri e in Braille.
Domenica prossima, 25 marzo, alla villa di Pegli sarà protagonista la musica. Alle 16 è in programma «Al fonte, al prato, Concerto delle camelie». Arie e sonate del ’600 saranno eseguite dal soprano Anna Delfino e da Stefano Peruzzotti al clavicembalo. Il concerto (gratuito) è stato organizzato dalla Scuola musicale Giuseppe Conte, per informazioni si può chiamare Villa Pallavicini al numero 010-6984045 o visitare il sito internet www.museoarcheologicogenova.it.
Nel fine settimana successivo, nei giorni di sabato 31 marzo e domenica primo aprile, è in programma infine la Mostra delle camelie nella sala verde. «Nei decenni centrali del XIX secolo - raccontano gli esperti di Villa Pallavicini - il collezionismo delle camelie dilagò in tutta Italia. Tra i nobili cominciò la corsa a coltivare camelie sempre più raffinate per colore, forma e particolarità. A Genova, il parco Pallavicini conserva quella che viene riconosciuta come una delle più grandi raccolte di piante secolari di camelie in Italia. Avendo già raggiunto il portamento di alberi conferiscono al luogo un affascinante carattere di bosco».