Multe, la Moratti cancella e Pisapia copia

A gennaio 2010 il Comune congelò per 20 giorni la deroga agli Euro 4
senza filtro in area Ecopass. Dopo il boom di ricorsi (vinti) la giunta
annullerà le sanzioni e rimborserà chi le ha già pagate

La prima bomba, Ecopass gratuito per tutti i milanesi a partire dal primo ottobre, l’ha lanciata qualche giorno fa e non intende lasciarla per aria. Letizia Moratti formalizzerà l’impegno con un’informativa alla giunta già oggi o al più tardi domani. Il voto all’unanimità è assicurato visto che la Lega vorrebbe l’abolizione in toto del ticket e il Pdl chiedeva da tempo agevolazioni per i residenti. Ma anche la seconda non è una sparata e i tecnici stanno già lavorando concretamente alla misura. Una sanatoria sulle multe Ecopass per le auto diesel Euro 4 senza filtro antiparticolato che sono entrate nella zona rossa tra il primo e il 21 febbraio 2010. Quando l’emergenza da polveri sottili era alta e il Comune decise di sospendere temporaneamente la deroga anche per questa categoria di veicoli. I giudici di pace furono sommersi dai ricorsi e in realtà già una volta la giunta tastò la strada della sanatoria. Ora anticipa l’assessore al Bilancio Giacomo Beretta ci sarebbe la soluzione tecnica, la compensazione per chi ormai la multa l’ha pagata e verrebbe discriminato dalla cancellazione per chi ha ancora un ricorso pendente. Verrà creato probabilmente un fondo per i rimborsi. I dettagli si conosceranno meglio tra oggi o al più tardi domani, ma al di là di un annuncio che ovviamente le potrebbe portare i voti degli automobilisti tartassati, il sindaco ammette che era una mossa che la giunta stava studiando tecnicamente da tempo. «Non ci sarà una sanatoria generalizzata sulle multe - ha precisato ieri il sindaco visto che si stavano rincorrendo voci di una cancellazione di tutte le sanzioni pregresse, e chissà come avrebbe quadrato il bilancio 2011 -. Da tempo i nostri tecnici stanno facendo un’analisi per allinearci ai giudici di pace che in molti casi ha annullato le nostre multe. È una cosa diversa dalla sanatoria perchè noi siamo per la legalità». Anche il vicesindaco Riccardo De Corato chiarisce che «queste sanzioni sono già state impugnate da centinaia di automobilisti e il giudice di pace ha dato ragione ai ricorrenti adducendo una carenza di informazione sul provvedimento. Quindi più che un condono sarebbe un autoannullamento di quelle multe». Secondo il ministro della Lega Roberto Calderoli «le multe hanno un valore preventivo e repressivo dunque serve che vengano pagate o perdono efficacia». Tuttavia, «quelle di Ecopass potrebbero essere annullate visto che la stessa misura era ingiusta». Il candidato del centrosinistra Pisapia si trova a rincorrere la Moratti che mostra una marcia in più quando dalle polemiche anti-pm e nazionali si passa nel concreto a parlare di programmi elettorali. E ora anticipa anche lui, «se sarò sindaco abolirò Ecopass» anche se lo sostengono gli ambientalisti che difendono questa misura e di dice «pronto a valutare la sanatoria sulle multe».
Dopo le tensioni, per la Moratti ieri giornata tra i cittadini al parco Sempione, alle feste di via Farini e Lorenteggio, messa in zona Santa Rita, risottata al parco Lambro e infine una grigliata al centro sportivo Arca, presenti anche Alan Rizzi, Licia Ronzulli, Maurizio Lupi, Franco Baresi. Non ha affiancato invece i leader di Pdl e Lega in città, nè Silvio Berlusconi in visita alla signora Rizzi all’ospedale San Carlo nè Umberto Bossi in via Farini. Il ballottaggio? «Sono serena, nella mia vita non ho mai mollato».