Museo «on line» Un clic per visitare il Monumentale

L’assessore Gallera: «Così si potrà scoprire un luogo d’arte e di storia»

Oltre mille foto d’autore, che possono diventare cartoline da spedire on line. Poi, storie e aneddoti in pillole e tutti gli illustri milanesi che riposano in quello che è stato ribattezzato un «museo a cielo aperto». Il Cimitero Monumentale è sbarcato on line, con un sito internet (www.monumentale.net) che ripercorre 140 anni di storia, dall’inaugurazione del 1866 ad oggi. Il viaggio virtuale consente di conoscere a storia del cimitero, dalla progettazione e realizzazione ad opera dell’architetto Carlo Maciachini alla «visita» delle tombe, suddivisa in Sepolture famose, personaggi illustri, artisti e scultori che hanno realizzato opere per il Monumentale. C’è la sezione con le curiosità, l’elenco degli eventi e iniziative in programma, come la Giornata Fai di primavera e le Giornate europee dei musei a cielo aperto. I visitatori del sito - già tradotto in inglese, francese e tedesco - possono trovare l’elenco delle pubblicazioni dedicate al cimitero (proprio la prossima settimana il Comune presenterà un nuovo libro) e addentrarsi nelle sezioni dedicate al Famedio, all’Ossario e al Tempio crematorio, il primo realizzato in Italia.
L’obiettivo, spiega l’assessore ai Servizi funebri Giulio Gallera, «è di far conoscere le bellezze del Monumentale a chi si trova all’estero o di “visitarlo” anche restando casa propria. Con il sito internet entra a far parte dei grandi cimiteri d’Europa, come il Père-Lachaise o il Montjuic di Barcellona, completando il percorso di valorizzazione, iniziato 5 anni fa, come luogo dell’arte, della bellezza e della storia di Milano».