Napoli, ucciso il figlio del boss Luciano Elia

Il figlio di
Luciano Elia, boss del Pallonetto di Santa Lucia, 
è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco la notte scorsa,
vicino ai quartieri spagnoli. È stata una telefonata anonima al 113 ad
avvisare le forze dell’ordine. Adesso si teme per le ritorsioni<br />

Napoli - A Napoli la camorra torna a sparare. Ad insanguinare la città la notte scorsa è stata la morte di un giovane ragazzo di 18 anni. Ciro Elia, figlio di Luciano, boss del Pallonetto di Santa Lucia, zona a ridosso del lungomare di Napoli, è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco la notte scorsa in via Trinità delle Monache, vicino ai quartieri spagnoli.

È stata una telefonata anonima al 113 ad avvisare le forze dell’ordine. Il ragazzo è stato raggiunto alla testa da un colpo di pistola calibro 9x21. Inutili i tentativi per soccorre il giovane: è morto poco dopo l’arrivo in sala di rianimazione, all’ospedale Loreto Mare. Accanto al suo corpo gli investigatori della squadra mobile hanno trovato una pistola, un bossolo e un motorino intestato a un’altra persona. L’episodio viene valutato con molta attenzione negli ambienti investigativi: la morte del figlio del boss potrebbe aprire nuovi scenari tra i clan attivi nel centro di Napoli.