Infermiera aggredita fuori una discoteca dopo aver soccorso una donna

Succede a Napoli dove un’operatrice sanitaria è stata malmenata da un uomo giunto sul posto con un’auto di grossa cilindrata

La discoteca era molto affollata e il caldo asfissiante l’altra sera in via Coroglio a Napoli. Una ragazza di 20 anni si è sentita male all’interno del locale ed è stato necessario chiamare il 118. Una bolgia ha accolto gli operatori sanitari che, a fatica, sono riusciti a rianimare la giovane donna, ma poi è accaduto un episodio spiacevole.

Come hanno raccontato i responsabili dell’associazione “Nessuno tocchi Ippocrate”, che tutela medici e infermieri, un’operatrice sanitaria è stata aggredita. “Tutto sembrava andare per il meglio – hanno spiegato i volontari – quando è arrivata un'auto di grossa cilindrata dalla quale è sceso un energumeno, che ha inveito contro un’infermiera dicendole di muoversi, di fare in fretta.

L’uomo dalle parole è passato ai fatti aggredendo e spintonando l’operatrice sanitaria. Minuti interminabili durante i quali l’ambulanza è stata bloccata dall’aggressore. A quel punto è stata allertata la polizia. Sul posto è giunta una volante che ha verbalizzato il tutto. Adesso verrà sporta regolare denuncia”. Qualche mese fa, a Salerno, un'altra infermiera è stata aggredita da quattro donne per motivi passionali.

La dipendente dell’ospedale “Umberto I” ha dovuto far ricorso alle cure dei medici del pronto soccorso, prima di sporgere denuncia alle forze dell’ordine. Precedentemente altri operatori sanitari erano stati aggrediti a Napoli, nel rione Traiano, da alcuni familiari di una paziente.