Infiltrazioni d’acqua e bagni guasti: la protesta dei genitori degli alunni della scuola Andrea Doria

I familiari degli studenti hanno organizzato un sit-in in piazza Marcantonio Colonna, manifestando il loro disappunto per le pessime condizioni strutturali dell’edificio

La protesta dei genitori è stata veemente, tanto da costringere il Comune di Napoli a prevedere un sopralluogo in tempi stretti. Insieme ai tecnici comunali hanno effettuato i controlli della scuola cittadina dell’infanzia e primaria “Andrea Doria” anche i vigili del fuoco. L’edificio sito nel quartiere di Fuorigrotta presenta infiltrazioni d’acqua in più punti del soffitto e perdite di liquami nei servizi igienici. I familiari degli alunni hanno organizzato un sit-in in piazza Marcantonio Colonna, manifestando il loro disappunto per le pessime condizioni strutturali dell’edificio che ospita la scuola.

“Ci sono infiltrazioni e addirittura perdite di liquami nei bagni. C’è stato il sopralluogo di un tecnico del Comune di Napoli e dei vigili del fuoco – hanno detto i genitori degli studenti – speriamo si proceda quanto prima con i lavori. Le bombe d’acqua degli ultimi giorni hanno inciso negativamente su una situazione già compromessa. Purtroppo a causa delle criticità strutturali alcune classi sono costrette a fare lezione in locali di fortuna”. Le famiglie si sono rivolte al consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli, componente della commissione Sanità.

“Purtroppo – ha spiegato l’esponente politico – la situazione della scuola Doria è arrivata al limite, occorreva muoversi prima. Non possiamo accettare che gli alunni siano costretti a fare lezione in locali non idonei e umidi per le infiltrazioni d'acqua. Ora non è più possibile perdere tempo. Occorre procedere con la massima celerità. Abbiamo inviato una nota al Comune per chiedere il programma degli eventi, in modo da poter seguire con attenzione l’evolversi della situazione”.

Da parte loro, i tecnici comunali hanno fatto sapere che si adopereranno per garantire agli studenti delle aule salubri in cui sia possibile fare lezione normalmente. La scuola “Andrea Doria”, nata il 4 marzo 1969, è situata nel cuore del quartiere di Fuorigrotta. Gravemente danneggiata dal terremoto del 1980 e occupata dai senzatetto, fu ristrutturata e restituita alla comunità scolastica nel 1982. Luminosa e accogliente, si sviluppa in tre settori comprensivi di pianoterra, primo e secondo piano, ciascuno dotato di quattro aule, servizi igienici e ampi corridoi, in piazza Marcantonio Colonna, a brevissima distanza dalla stazione della ferrovia Cumana e dalle fermate degli autobus di via Lepanto e di viale Augusto.

L’istituto scolastico vanta una forte apertura al territorio. Tra le più importanti iniziative che, nel corso degli anni, hanno caratterizzato l’impegno della scuola verso l’esterno, non si può non citare la lunga battaglia per il verde, conclusasi felicemente con l’apertura del parco pubblico Robinson e l’adozione, che ne ha consentito il restauro, del più importante monumento archeologico del quartiere: la “Crypta neapolitana”.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?