Sgominata banda dello spaccio. Il ministro Salvini: "Ripuliremo Napoli"

Tra le persone arrestate anche una donna di 57 anni, ritenuta la personalità di spicco all’interno dell’organizzazione, un vero e proprio boss in gonnella, a cui tutti i suoi sodali si rivolgevano e da cui prendevano ordini

Un blitz dei carabinieri ha portato, questa mattina, all’arresto di 11 persone dedite allo spaccio nel rione Traiano di Napoli, oltre al sequestro di 6 chili e mezzo di hashish, 700 grammi di cocaina, mezzo chilo di marijuana, 150 munizioni e diverse telecamere posizionate in posti strategici per controllare le piazze e i possibili controlli delle forze dell’ordine.

Tra le persone arrestate anche una donna di 57 anni, ritenuta la personalità di spicco all’interno dell’organizzazione, un vero e proprio boss in gonnella, a cui tutti i suoi sodali si rivolgevano e da cui prendevano ordini. Fermati pure due uomini che, nel gennaio del 2018, avevano aggredito la troupe di Striscia la Notizia e Vittorio Brumotti.

Sempre tra i destinatari dei provvedimenti vi è anche un uomo già arrestato per furto e coinvolto, anche se non direttamente, nella tragica fine del carabiniere Emanuele Reali, travolto da un treno in transito, mentre rincorreva due dei complici del malvivente fermato stamattina. “Grazie alle forze dell’ordine e agli inquirenti – ha commentato il ministro dell’Interno Matteo Salvini – tutti i giorni combattiamo, fianco a fianco, per ripulire Napoli”.