Studentessa si sente male alla stazione di Napoli, soccorsa da due poliziotti

L’intervento tempestivo ed efficace degli agenti della polizia ferroviaria di Stato ha fatto sì che il malore della giovane non avesse conseguenze peggiori

Era arrivata dalla Sicilia insieme ai suoi compagni di scuola e agli insegnanti, per visitare la città di Napoli e la Costiera Amalfitana. La gita stava per trasformarsi in un incubo per una giovane studentessa che, appena giunta alla stazione partenopea di piazza Garibaldi, si è sentita male.

L’intervento tempestivo ed efficace degli agenti della polizia ferroviaria di Stato ha fatto sì che il malore della giovane non avesse conseguenze peggiori. A detta dei sanitari sembra che l’alunna sia stata colta da crisi epilettica. I poliziotti hanno prestato il primo soccorso, per poi avvertire i medici del 118.

I docenti dell’istituto scolastico siciliano e, successivamente, i genitori della ragazza hanno ringraziato i due agenti della polfer, che hanno effettuato il viaggio di ritorno a Reggio Calabria insieme alla scolaresca siciliana.

Recentemente, sempre a Napoli, altri agenti di polizia hanno salvato un bambino che non respirava. I poliziotti hanno praticato manovre di rianimazione, tirando fuori la lingua del piccolo in tempo, prima che soffocasse e hanno massaggiato il petto del minorenne, il quale è riuscito a riprendersi