Nasce il pentapartito

Con la futura uscita di Renzi dal Pd il governo ha 5 azionisti. Come negli anni ’80

M anca ancora l’ufficialità ma tutto lascia intendere che tra poche settimane Matteo Renzi lascerà il Pd per dare vita a gruppi parlamentari propri, si prevede composti da una ventina di deputati e una decina di senatori. Un nuovo partito, per ora parlamentare ma un domani anche elettorale, si affaccia quindi sulla scena politica attraverso una «scissione non ostile», come spiegano gli stessi renziani. Cosa significhi quel «non ostile» è un mistero, visto che indebolisce il Pd di Zingaretti da tutti i punti di vista. Renzi, insomma, toglie il disturbo, si mette in proprio, accede al cospicuo finanziamento pubblico concesso ai gruppi parlamentari, avrà sue delegazioni ai tavoli di qualsiasi trattativa e, cosa importante, una quota certa delle quattrocento nomine, senza dovere più passare da Zingaretti, che il governo sarà chiamato a fare nei prossimi mesi.

Non male per uno dato per morto ancora poche settimane fa. Se la si giudica dal suo punto di vista (e dai suoi interessi) l’operazione non fa una grinza. Certo è che complica non poco la vita al premier Conte, il cui governo nato su un patto a due tra Cinque Stelle e Pd si ritroverà presto a essere un pentapartito Cinque Stelle-Pd-Partito di Renzi-Liberi e uguali-Maie (il partito degli italiani all’estero che conta un sottosegretario).

Tutti quelli che contavano sul grillismo per spazzare via la vecchia politica si ritrovano quindi cornuti e mazziati, alle prese con un «pentapartito» che è il simbolo - e fu la morte - del peggiore consociativismo della prima Repubblica. Hanno fatto un gran casino per ritrovarsi al punto di partenza, a quel patto tra Craxi, Andreotti e Forlani (dalle cui iniziali deriva il nome Caf) che permise a Dc e Psi di governare l’Italia degli anni Ottanta insieme ai repubblicani di Spadolini, al Psdi di Nicolazzi e ai liberali di Altissimo.

Le analogie tra il nascente pentapartito e l’originale non si fermano al numero dei soci di governo. Entrambi nascono in laboratorio contro qualcosa (l’ascesa del Pci, allora, della Lega e del centrodestra, ora), avere come obiettivo ultimo dell’anomala alleanza l’elezione di un capo dello Stato amico (l’accordo degli anni Ottanta prevedeva Andreotti o Forlani), oltre ovviamente a una spartizione di nomi e poltrone da manuale Cencelli.

Se fossi Conte non dormirei tranquillo. Per stare in piedi, la formula del pentapartito prevedeva la rotazione a premier, nel corso della legislatura, dei leader dei tre partiti principali, la famosa «staffetta» tra Spadolini, Craxi e De Mita. Non so se questo è quello a cui pensa Renzi ma conoscendo la sua indole diabolica non lo escluderei.

Morale, anche in politica nulla si crea, nulla si distrugge e tutto (purtroppo) torna. Dal Caf (Craxi, Andreotti e Forlani) al DiReZi (Di Maio, Renzi e Zingaretti) di quarant’anni dopo. E dire che questi volevano fare la rivoluzione.

Commenti
Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Lun, 16/09/2019 - 21:59

Il M5S è finito, è stato fagocitato dal PD e l'unico responsabile di tutto ciò è quel guitto di Beppe Grillo.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 16/09/2019 - 22:33

Il Bel Paese dove il tutto e di più regna.

nunavut

Lun, 16/09/2019 - 23:57

Se il disegno (nascosto) di Renzi fosse di riprendersi la segreteria del Pd non mi meraviglierei che su dei temi scottanti appoggiasse i 5*, scornando il suo ex partito (il non ostile per il governo!!una precisione da dover valutare con Renzi,prendre avec des pincettes alla macron ).

Destra Delusa

Lun, 16/09/2019 - 23:59

Semmai questo governo non nasce contro il centro-destra ma contro Salvini, che è cosa ben diversa, il vero centro-destra semmai è Berlusconi, anzi era. La grande colpa del Cavaliere è proprio quella di aver distrutto il centro-destra moderato, usando il cavallo Salvini come apripista, nella speranza che gli tirasse la volata, ma il gregario ha vinto la gara. Conte è una persona per bene, è intelligente (sicuramente più dei famosi "stacca la spina") e ha finalmente peso in Europa mentre prima era costretto a seguire le scemenze dell'Aquila Padana. I richiami al passato mi sembrano fuori luogo e allarmistici. Non si fa una "opposizione dura" con queste chiacchere. Meglio una opposizione intelligente ma redditizia.

utherpendragon

Mar, 17/09/2019 - 00:11

se Zingaretti non fosse un 'ameba farebbe cascare il governo. Sarebbe forse ancora in tempo a recuperare l'elettorato scontento del PD che era , in odio a Renzi , trasmigrato nei 5Stelle.Si potrebbe liberare degli "ascari" (termine Giolittiano) che supportano Renzi ed affossano il PD e , forse, non è detto che il centrosinistra perderebbe contro Salvini.

Popi46

Mar, 17/09/2019 - 05:45

Già, cambiare tutto per non cambiare nulla.Ma una certa differenza c’e’ tra CAF e DiReZi (a parte la cacofonia del secondo acronimo). Nel primo Craxi e Andreotti erano,politicamente parlando, dei giganti e Forlani poco più che una comparsa, nel secondo Di Maio e Zingaretti sono comparse e Renzi uno sveglio che vende fumo....Il livello si è abbassato,diciamo.

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Mar, 17/09/2019 - 07:12

La vera rivoluzione: 5 stelle = 5 partiti. Grillo dovrà votare Lega o Fratelli d'Italia se vuole ancora abbattere il sistema ed essere rappresentato da gente che cerca di avere un po' di coerenza con ciò che dice.

antipifferaio

Mar, 17/09/2019 - 09:11

Egr. direttore, avendo una certa età ricordo bene il pentapartito. Ci sono stati anni, mi riferisco a una decina di anni fa, in cui molti rimpiangevano il famigerato CAF. Certo nessuno poteva ipotizzare che a ri-crearlo sarebbero stati delle nullità. Partendo da uno che vendeva bibite al S.Paolo di Napoli e che voleva cambiare l'Italia (ma di sicuro intendeva il suo conto in banca), passando da un spezzatino qual'è il Pd, per finire a micro-associazioni (Leu e Maie) che esistono solo nei documenti parlamentari. Insomma ormai penso che la gente attenda solo lo sgretolamento del Conte 2 per poi creare un Di maio 1 o chissà quale arlecchinata. Nell'attesa la lega continuerà a gonfiarsi, ma il bello è che il lievito sono proprio loro.

Ritratto di dlux

dlux

Mar, 17/09/2019 - 09:13

Cara, vecchia Prima Repubblica! In confronto a questi zombie rifulge perfino De Mita. Che spettacolo indegno, che figure di m...a, avrebbe detto il grande Fede. Siamo tornati alla politica del ticchete e tocchete: mosse e mossettine, giochini e giochetti, trappole e trucchetti fatti tutti sulle spalle degli italiani. Il tutto permesso da un ordinamento parlamentare tra i più farraginosi. In Francia avrebbero già fatto un'altra presa della Bastiglia.

kallen1

Mar, 17/09/2019 - 10:02

Renzi staccandosi dal PD avrà così le mani libere per poter ricattare Conte e, se quest'ultimo non si adeguasse, farlo cadere così da poter ritornare a Palazzo Chigi.....ma non tutte le ciambelle riescono col buco!

Una-mattina-mi-...

Mar, 17/09/2019 - 11:02

TUTTO QUADRA: DA BRAVI COMUNISTI DA 5 STELLE SI FA UNA STELLA A TESTA = PENTAPARTITO STELLATO, O MEGLIO STALLATICO, FRUTTO DELLA FERMENTAZIONE DELLE DEIEZIONI MENTALI DEI TRADITORI, PROVENIENTI DALL'ALLEVAMENTO DELL'ARBITRIO EUROPEO.

Ritratto di bimbo

bimbo

Mar, 17/09/2019 - 12:15

Sembrano più delle imprese costituite da azionisti che cercano di stare a galla durante le crisi, per il resto come ringraziamento, il popolo dovrà sempre accontentarsi di un governo tecnico.

Ritratto di bimbo

bimbo

Mar, 17/09/2019 - 12:26

Se pensionassero tutti i lavoratori dall'età di 60 in poi, secondo me, le casse italiane andrebbero in un balzo in attivo.

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Mar, 17/09/2019 - 14:00

Egregio Sallusti, c'è un'omissione nel suo editoriale: qual'è la posizione di Forza Italia? Sarà tentata dal "Grande Centro"? Rispolvererà, affrescandolo, il patto del Nazareno? In particolare, secondo lei non vanno attenzionati taluni parlamentari tipo la Sig.ra Carfagna?

gedeone@libero.it

Mar, 17/09/2019 - 16:42

#Friulano leghista.doc, stai sereno.

FabrizioP

Mar, 17/09/2019 - 17:22

Friulano. doc torna a contare le pecore

FedericoMarini

Mar, 17/09/2019 - 17:47

CARO SALLUSTI, ,PER CA PIRE QUELLO CHE SUCCEDE IN ITALIA,INVECE DI GUARDARE INDIETRO BISOGNA GUARDARE DI LATO E PRECISAMENTE ALLA FRANCIA, DOVE E’ NA TO INATTESO ED IMPREVISTO IL MACRONISMO, UN CENTRO CHE ELIMINA DESTRISMO E SINISTRISMO ED E’ QUI’ DOPO LA SCELTA SCELLERATA DI BERLUSCONI ,CHE VUOLE ANDARE RENZI.,RENDENDO INUTILI I MILIONI DI VOT I DI SALVINI, COME ACCADE PER QUELLI DELLA LE PEN...

Ritratto di venividi

venividi

Mar, 17/09/2019 - 22:19

Una domanda: rispetto a questo squallido governo di adesso, il pentapartito cosa significherà per noi popolo bue?

Ritratto di mina2612

mina2612

Mer, 18/09/2019 - 02:05

Più che Pentapartito, dove i partiti avevamo una loro differente connotazione politica, io lo chiamerei col suo vero mome: un'accozzaglia di sinistre.

Ritratto di dlux

dlux

Mer, 18/09/2019 - 08:16

FedericoMarini - In parte sono d'accordo. Se non fosse che i francesi non hanno il grosso problema dell'immigrazione come noi. Quindi in Francia la Le Pen non ha potuto ottenere quanto si aspettava...ma non divaghiamo. Tu dici che bisogna guardare di lato, io invece confermo che bisogna guardare ANCHE indietro, in quanto i comportamenti e le situazioni attuali sono strettamente legati a ciò che nel passato è stato fatto. Hai detto "scelta scellerata di Berlusconi", vero? Hai detto tutto...

Pinozzo

Mer, 18/09/2019 - 10:36

dlux, lei dice " Se non fosse che i francesi non hanno il grosso problema dell'immigrazione come noi." Questa frase contiene due enormi sciocchezze. 1) noi NON abbiamo un 'grosso problema dell'immigrazione', noi abbiamo vai grossi problemi che sono la disoccupazione, il debito pubblico, la corruzione, la malsanita' nel sud, la criminalita' organizzata, sicuramente NON l'immigrazione che e' un problema insignificante (nonostante quello che riesce a far credere a certi beoni il vostro Capitano), 2) la Francia a differenza nostra SI che ha un grosso problema di immigrazione, e sono i francesi di 2a o 3a generazione figli di immigrati che non si riconoscono come francesi e odiano la Francia, vivono nelle banlieux e campano di criminalita' (e sono quelli che entrano nel giro del terrorismo e dell'integralismo). Cerchi di riflettere e/o di documentarsi in futuro prima di scrivere la prima cosa che le capita, grazie.

Ritratto di dlux

dlux

Mer, 18/09/2019 - 11:21

Pinozzo - Lei è una sciocchezza vivente. Non se la prenda ma non insista. Può solo peggiorare.

Pinozzo

Mer, 18/09/2019 - 12:24

dlux, vede, lei non solo parla senza conoscere le cose di cui parla, ma quando viene scoperto reagisce come un bambino colto sul fatto, attaccando chi l'ha colta in fallo. Cresca un po', il mondo dei grandi e' spietato e l'ignoranza a differenza di questo forum viene castigata subito. Lo dico nel suo interesse.

Ritratto di bimbo

bimbo

Mer, 18/09/2019 - 13:23

Correzione lessicale del titolo dell'articolo, "Nasce il partito dei pentiti"

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Mer, 18/09/2019 - 16:44

Si aggiunga che questi del pentapartito, per coerenza, vogliono il ritorno al guazzabuglio del sistema proporzionale. Ogni mattina quando mi sveglio, penso: "cosa ci sarà di peggio oggi in Italia?"... perchè al peggio non c'è confine.