Paesaggi urbani, i viaggi di tre artisti

Fino al 2 marzo, a Milano, presso la Fondazione Durini (via Santa Maria Valle n. 2) Italian Factory presenta «Memento Armato», un progetto di Gianluca Marziani che racconta il paesaggio urbano contemporaneo attraverso le costruzioni mentali e architettoniche di tre artisti: Paolo Fiorentino, Giorgio Ortona e Mauro Reggio.
Tutto parte dalla città, dai suoi spazi architettonici, dalle circostanze urbane che determinano la posizione del nostro sguardo sui luoghi quotidiani. Tre artisti romani, cresciuti in una capitale dove l’architettura si impone come presenza inestricabile, raccontano un certo profilo del paesaggio contemporaneo: quello in cui natura (il paesaggio incontaminato) e artificio (le costruzioni che avanzano) si intrecciano senza sosta in un flusso figurativo tra realismo e visionarietà.
Il punto di partenza è quello della cultura urbana del cemento armato, il materiale che più di ogni altro rappresenta la storia del Novecento tra architettura ed edilizia civile. Gli artisti coinvolti lo interpretano attraverso la pittura, offrendo tre visioni in cui l’immagine rompe la tipicità del realismo fotografico e rafforza l’intensità della visione mentale.
Una Roma che è il soggetto privilegiato della mostra ma anche lo spunto di un’interpretazione emozionale, quasi astratta per il modo in cui la pittura ne reinventa l’aspetto più didascalico. Da qui ecco il cemento armato trasformarsi poeticamente in un memento armato, gioco di parole che evoca una memoria solida dalle connotazioni sempre attuali e rinnovabili (per ulteriori informazioni 02.36517480 www.italianfactory.biz).